Dopo Sinistra e Libertà, anche il Movimento politico La Cicogna si unisce all’invito di esporre il Tricolore in occasione del 150° dell’Unità d’Italia, che cadrà giovedì 17. Ecco la nota giunta in redazione.

In occasione della festività per i 150 anni dall’Unità d’Italia, prevista per il 17 marzo, il Movimento Politico “La Cicogna” invita tutti i cittadini ad esporre dalle proprie finestre e dai propri balconi il Tricolore. Lasciare che, da ogni casa, il Tricolore garrisca al vento, questo giovedì, è anche un modo di onorare quanti, in nome della nostra Patria, hanno lottato, combattuto e versato il proprio sangue; ed è un gesto dovuto, in nome dei grandi sacrifici che sono stati compiuti per dar vita alla Repubblica Italiana e per garantirne la sopravvivenza nel corso di un secolo e mezzo di Storia. Siamo ben consapevoli del fatto che il risveglio del senso di appartenenza di un popolo ad una Nazione ed alla sua Bandiera sia un traguardo non facilmente raggiungibile, né con la previsione di una Festa ad hoc, né con un isolato sventolio di vessilli verdi, bianchi e rossi, ma riteniamo che anche gli obiettivi più elevati possano essere raggiunti a partire da un gesto apparentemente “piccolo”, e che le ormai prossime celebrazioni per il centocinquantesimo compleanno della nostra Repubblica siano una grande occasione per dimostrare al mondo che gli italiani non si sentono tali soltanto in occasione delle partite della Nazionale di calcio. Ci uniamo, pertanto, al coro di quelle tante voci autorevoli che, dalla stampa e dalla televisione, stanno invitando il popolo a risvegliarsi dal torpore ed a ritrovare l’orgoglio e la fierezza di essere parte di questa Nazione. Cominciamo con il Tricolore, cominciamo dalla NOSTRA Festa!

Luigi Metta, per il Movimento Politico “La Cicogna”