L’ultima settimana invernale per Cerignola rischia di diventare infernale per la maggioranza, ma proviamo a fare ordine. La Politica ha fatto da padrona negli ultimi sette giorni, nonostante l’apparente calma del 17 Marzo per la festa dei 150 anni dell’Unità d’Italia. La Cicogna, dopo aver ricordato i soliti problemi dell’azienda Ladisa in Zona Industriale, si è concentrata sulla diatriba tra Marinelli e Casarella: il cicognino ha rifiutato l’incarico di Direttore Artistico della Scuola Bandistica Musicale Pietro Mascagni facendo arrabbiare la maggioranza. Il primo a rispondere è stato proprio Casarella, il quale non si è risparmiato nei toni. Lo stesso ha poi analizzato il problema Pece, invitando i colleghi alla riflessione e al dialogo. Tutti uniti però, se si tratta di esporre il tricolore…l’un contro l’altro quando ci si riferisce a interessi personali. De Benedictis propone alcune soluzioni sul tema sicurezza all’Ass. Reddavide mentre, l’opposizione unita e compatta, chiede due mozioni. I Moderati per Tonti e la Cicogna chiedono l’autoconvocazione di un Consiglio Comunale per discutere alcuni problemi riguardanti l’Urbanistica e l’annosa questione del Tfr dei lavoratori ex Asia. Sel Cerignola si autoesclude dalla segreteria Provinciale. Il Pd a ruota libera contro Giannatempo e la sua amministrazione: si parla di sciatteria e inettitudine per il primo cittadino e la giunta intera, e si propongono le dimissioni immediate. Dal canto suo la maggioranza va avanti nel tentativo di ristabilire il governo pieno della città in Consiglio, e conferma l’erogazione delle borse di studio e del bonus libri. Il PdL nomina i nuovi segretari cittadini mentre il Pd analizza il problema della partecipazione giovanile alla vita politica cerignolana. Ennesima brutta figura, a detta del Pd, per il Sindaco, a causa dell’annullamento dell’incontro “L’Italia Unita e il Federalismo” a due ore dall’inizio, con il Senatore Nicola Latorre già in città, per l’assenza dell’Onorevole Nunzia De Girolamo. Purtroppo, anche la cronaca, non manca per il nostro paese. Sgominata un’organizzazione che ricettava e riciclava motori per motocicli, le forze dell’ordine hanno arrestato in serie tre uomini, per droga, furto e stalking. Una rumena costretta a prostituirsi e resa schiava. Sul caso Schepp nessuna rilevante novità, se non l’avvistamento del suicida al casello autostradale di Nizza da solo (c’è anche la foto). Ancora un uomo scompare da Cerignola, si chiama Gerardo d’Ambrosio. Anche l’Audace risente di questo clima perdendo a Maruggio. Grande successo per la “Budonight” al Palazzetto dello Sport. Speriamo che la primavera possa rasserenare gli ambienti istituzionali, per il bene della città e dei suoi cittadini.