E’ stata un’amica, anch’essa prostituta di nazionalità rumena con domicilio a Cerignola, a riconoscere e fornire l’identitià della ragazza trovata cadavere in un canale del consorzio di bonifica lungo la riviera sud, tra Manfredonia e Zapponeta. Il corpo, individuato da un agricoltore della zona nella tarda mattinata di sabato, apparteneva ad Antonela Olariu, 25 anni. Una prima ispezione cadaverica ha rilevato la presenza di almeno 5 ferite da arma da taglio inferte ai fianchi alla giovane donna. La sua scomparsa era stata segnalata ai carabinieri di Cerignola la stessa mattina dall’amica che aveva trovato un pareo solitamente utilizzato dalla vittima intriso di sangue. Aveva visto per l’ultima volta Antonela il pomeriggio del giorno precedente lungo la statale 98 Cerignola-Canosa dove le due donne incontravano i clienti. Alle indagini collaborano anche i militari della compagni di Manfredonia e della stazione di Zapponeta.