«Non è stato facile raccontare questa storia, poiché chiamarli in modo dispregiativo è una offesa intollerabile: con questo libro ho voluto dare uno squarcio su quella che è a mio avviso una storia mai raccontata, una denuncia su ciò che è stato fatto a noi». Così ai ci racconta Pino Aprile, autore del libro ’’Terroni’’, poco prima di entrare nell’aula consiliare di Palazzo di Città a Cerignola, per presentare il suo volume, nell’ambito del convegno “1861-2011, Attualità dei Valori nei 150 anni dell’unità d’Italia’’, organizzato dal Comune, insieme alla Pro Loco ed al Lions Club. L’aula era gremita di gente, un evento intenso ed emozionante, partito con l’esecuzione dell’inno nazionale italiano; gli onori di casa sono stati fatti dal Sindaco di Cerignola, Antonio Giannatempo, che ha sottolineato l’orgoglio dell’essere italiani, ma anche e soprattutto questo infamante marchio (terroni, appunto) che deve essere rimosso e che non si può più accettare di vivere in questa condizione. Sulla stessa lunghezza d’onda, sia il Presidente del Lions Club Prof.Sante Tufariello che il  past-Governatore Avv.Vinelli, a seguire gli interventi di Franco Conte, presidente della Consulta comunale della Cultura, e del Professor Antonio Galli, presidente della Pro Loco, che hanno raccontato, per la parte di propria competenza, la storia di Cerignola dal Feudalesimo al Risorgimento. Nel suo discorso Pino Aprile, giornalista di lungo corso che ha diretto uno dei settimanali italiani più prestigiosi e diffusi, ’’Gente”, ha raccontato da una parte la veste dell’essere cronista a tempo pieno, dall’altra di aver scavato con la sua opera una ferita ancora apertissima allo stato attuale, ma che non deve farci dimenticare di essere orgogliosamente italiani al 100%, dunque non “terroni”. C’è anche un po’di cerignolanità per l’autore: difatti la madre e la sorella vivono da molti anni a Cerignola; ha salutato al suo arrivo il figlio in prima fila con un bacio volante e poi con un caldo abbraccio al termine della serata. Essa è stata un momento di confronto, in un dibattito molto interessante che non ha mancato di suscitare importanti approfondimenti su tale questione.