A cinque giorni dal match che vale la promozione in serie D fervono i preparativi per organizzare la trasferta dei tifosi. Domani o giovedì si saprà dove si giocherà. Il Sindaco Giannatempo: “La promozione regalerebbe un nuovo entusiasmo alla città”. Il presidente dell’Audace, Dinisi: “Stiamo dimostrando di essere una città di eccellenza”.Ultras 1984 e Sick Boys ai cerignolani: “Tutti con le bandiere a tifare per i gialloazzurri”. E sulla collaborazione con i gruppi organizzati, Allamprese, presidente Consulta Sport: “Ormai è un modello di riferimento”. Audace Cerignola-Martina, meno cinque alla grande sfida che vale la serie D. La città vive con palpitazione i’attesa per l’insperato spareggio, al quale si è arrivati dopo una domenica sconsigliata ai deboli di cuore. E si mobilita per far sentire tutto il suo calore alla società gialloazzurra e all’undici di mister Di Corato, ai quali chiede di realizzare il sogno della promozione al termine di un torneo per larghi tratti dominato. Un salto di categoria dei nostri beniamini acquisirebbe un significato extrasportivo, secondo il Sindaco Antonio Giannatempo: “Sarebbe una splendida notizia non solo per gli addetti ai lavori, ma anche e soprattutto per una città che ha bisogno di un nuovo entusiasmo per rinascere. I problemi di Cerignola non si risolvono certo con il calcio, ma l’ euforia che è in grado di regalare un’ importante affermazione in campo calcistico come quella che auspichiamo, potrebbe diventare positivamente contagiosa. L’Audace che primeggia nel calcio può rappresentare un punto di riferimento per un’intera comunità, incoraggiandola a dare il meglio in tutti i campi e favorendo un rafforzamento del senso di appartenenza”. Domani o giovedì si saprà dove si giocherà la partita, ma già fervono i preparativi per organizzare al meglio la trasferta da Cerignola, alla quale saranno sicuramente in tanti a partecipare. Altrettanto chiare, come sempre, anche le parole del  presidente dell’Audace, Pinuccio Dinisi: “Oggi la dirigenza dell’Audace e l’Amministrazione Comunale rivendicano per Cerignola l’immagine di una città di eccellenza, e non solo dal punto di vista sportivo: siamo stanchi di vederla dipinta come la capitale dei malavitosi. I politici di questa regione la smettano di utilizzare Cerignola come un semplice grande bacino di voti; se apriranno gli occhi si accorgeranno che questa è una terra dove tante donne e uomini laboriosi stanno lottando per risolvere tanti problemi. E ci stanno riuscendo”. Le stesse odiose etichette sono state scientificamente appiccicate per tutta la stagione ai tifosi dell’Audace. Che invece hanno dimostrato di che pasta sono fatti collaborando con il Comune a una serie di iniziative contro la violenza. E ora Ultras 1984 e Sick Boys invitano tutta la città “ a seguire calorosamente l’Audace in questi giorni di passione sportiva. Nonostante molte difficoltà e i tanti ostacoli posti dall’alto, come i divieti di trasferta e le squalifiche del Monterisi, tutti hanno visto come noi siano davvero il dodicesimo uomo in campo. Domenica prossima, a tifare Audace ci sarà pure un numerosissimo gruppo di ragazze, che hanno costituito un nuovo gruppo organizzato, le Sick Girls, che da qualche tempo seguono l’Audace anche fuori Cerignola. Sarebbe bellissimo vedere le nostre strade piene di bandiere gialloazzurre. Noi le metteremo a disposizione di chi le volesse nella sede degli Ultras 1984, in via Galliano, che da qui a domenica prossima rimarrà sempre aperta”. Michele Allamprese, presidente della Consulta comunale per lo Sport, è convinto che “quella di domenica prossima sarà una giornata di festa per la città. Adesso al Monterisi, la domenica, vanno anche le famiglie, i bambini, e questo è un fatto splendido, perché lo sport è gioia. Speriamo che domenica prossima ci siano anche loro a tifare Audace. E comunque vada, posso dire tranquillamente che il Comune e la dirigenza dell’Audace hanno gettato le basi per una collaborazione che sarà un modello di riferimento per altre società sportive della nostra città”.

2 COMMENTI

  1. basta mettere il nome del nostro gruppo sui vostri articoli……parlate della cittadinanza intera e non dei sick boys o degli ultras84 non è una polemica!!!!

    • Forse non si è reso conto che quello da noi pubblicato è un comunicato stampa del comune di Cerignola. Sappiamo bene che a volte l’istinto supera la ragione, ma le chiediamo di rispettare il lavoro nostro come quello di tutti gli altri colleghi. Grazie per il suo intervento…Staff!

Comments are closed.