Internet non più off limits per chi abita in via Delle Rose o via Dei Tigli. L’Amministrazione Comunale intende realizzare una rete wi-fi finalizzata a consentire l’accesso ad Internet a banda larga dei cittadini residenti in aree caratterizzate dalla carenza di servizi. L’ obiettivo è dunque eliminare il cosiddetto “digital divide” che frena lo sviluppo economico e l’insediamento di unità produttive in alcune zone della città, rispondendo alle esigenze di quella parte della popolazione a cui sono negati i vantaggi offerti dalla banda larga (voip, videosorveglianza, comunicazioni). Lo sguardo, in questo senso è rivolto in primis al quartiere Fornaci e alle borgate agricole Tressanti, Borgo Libertà, Moschella, che scontano la storica carenza del servizio Adsl. Per questo, il Comune ha indetto una manifestazione d’interesse, rivolta a soggetti potenziali gestori della rete con tecnologia wi-fi in possesso dei necessari requisiti di legge, vale a dire operatori di telecomunicazioni autorizzati dal Ministero delle Comunicazioni alla fornitura di reti o servizi di comunicazione elettronica accessibili al pubblico ai sensi dell’articolo 25 del D.Lgs 259 del 1 agosto 2003. I partner/sponsor interessati dovranno farsi carico dei costi per la realizzazione di una rete wireless e garantire la completa conduzione e manutenzione della stessa. “Avevamo detto in campagna elettorale – afferma il Sindaco Antonio Giannatempo – che una delle tante cose che avremmo fatto era assicurare a tutti i cittadini l’accesso alle reti di telecomunicazioni ed energetiche secondo i parametri più evoluti. E questo faremo, perché anche nell’accesso a Internet non esistono cittadini di serie A e serie B”. “La manifestazione d’interesse è un notevole passo in avanti in questo senso”, secondo l’assessore al Bilancio, Nicola Gallo, che se ne sta occupando insieme al collega Savino Santoro, Assessore ai Lavori Pubblici. “Con il potenziamento delle rete poniamo fine a storici disservizi subiti dai residenti di diverse zone di Cerignola”. Sulla stessa lunghezza d’onda Santoro: “Si risolverà un problema che di fatto limitava le possibilità di accesso di molti cittadini a Internet e ad alcuni evoluti mezzi tecnologici”. Le principali applicazioni che si intendono realizzare con la nuova rete wi-fi sono la creazione di hot spot pubblici gratuiti; la videosorveglianza di alcune zone della città; l’utilizzo della tecnologia Voip al fine di ridurre i costi della telefonia fissa; la creazione di uffici comunali virtuali, accessibili 24 ore su 24, attraverso il sito web del Comune, e la trasmissione delle riunioni dei Consigli Comunali e di qualsiasi altro evento ritenuta opportuna dall’Amministrazione. La manifestazione d’interesse dovrà pervenire al Comune di Cerignola, Piazza della Repubblica 1, 71042 Cerignola, entro e non oltre il 30 aprile 2011. L’Avviso ha carattere esplorativo, trattandosi di un mero procedimento preselettivo, in alcun modo vincolante per l’Ente. All’esito dello stesso si passerà ad una procedura negoziata; sarà poi nominata un’apposita Commissione tecnica per la valutazione delle offerte tecnico-economiche pervenute. L’Avviso sarà pubblicato all’Albo Pretorio del Comune.