Piena concordanza di vedute tra i componenti del tavolo tecnico riunitosi ieri a Palazzo di Città per garantire la liquidazione del trattamento di fine rapporto a 78 lavoratori della ex società partecipata. Soddisfatto il sindaco Giannatempo: “Tutti stanno mostrando responsabilità e maturità nell’affrontare il problema”.

E’ l’utilizzazione del Fondo di Garanzia dell’Inps la soluzione indicata per la corresponsione della liquidazione del Tfr ai 78 lavoratori dell’ex Asia che da tempo aspettano di vedersi riconosciuto un diritto sacrosanto. E’ la prima concreta indicazione emersa dal tavolo tecnico riunitosi ieri per la prima volta per cercare di trovare una via d’uscita dall’impasse venutasi a creare nei mesi scorsi. Un gruppo di lavoro a cui hanno preso parte il Sindaco, Antonio Giannatempo; l’assessore al Bilancio, Nicola  Gallo; il segretario comunale, Rosaria Claudione; i dirigenti comunali Adriano Saracino e Custode Amato; l’avvocato Giuliana Nitti, dell’Ufficio Legale del Comune, il liquidatore dell’Asia, Mario Paradisi, e i sindacati di categoria, rappresentati da Donato Cappiello, della Cgil; Giovanni Bruno, per la Cisl; Pietro Dimeo, per la Uil, e Savino Tocci, della Fiadel. Del tavolo tecnico fanno parte anche esponenti di tutte le forze politiche presenti in Consiglio Comunale: Luigi Giurato, del Partito Democratico; Michele Monterisi, de La Cicogna; Gianni Ruocco, dei Moderati per Tonti; Michele Allamprese, del Pdl; Marcello Moccia, dell’Unione di Centro, e Natale Curiello, dell’Unione di Capitanata.

Secondo una recentissima sentenza della Corte di Cassazione, aveva comunicato nell’ultima seduta del Consiglio Comunale il vicesindaco Roberto Ruocco, il Fondo di Garanzia Inps è idoneo alla destinazione delle cifre spettanti al Tfr anche per i lavoratori delle aziende in fase di liquidazione – è appunto il caso dell’ Asia – o sottoposte a procedure di fallimento. Il tavolo tecnico si riunirà nuovamente, a breve, una volta reperite tutte le informazioni utili sulle modalità di accesso al Fondo Inps. “Quanto fatto e detto ieri è la dimostrazione di ciò che sostengo da tempo – afferma il sindaco Antonio Giannatempo – cioè che quando ci si mette a discutere pacatamente dei problemi che riguardano la città e delle possibili soluzioni, i frutti si vedono. Sono molto soddisfatto per il senso di responsabilità e la maturità mostrata da tutti i componenti del tavolo tecnico, che si è riunito rispettando i tempi stabiliti dal Consiglio Comunale. Abbiamo tutti la volontà di accelerare i tempi per porre fine ad un’ingiustizia intollerabile subita da lavoratori comprensibilmente esasperati, ai quali ribadisco che le loro rivendicazioni sono considerate una priorità dal sottoscritto e da tutta l’Amministrazione Comunale”.

2 COMMENTI

  1. Non ho capito se il PdL ha partecipato o meno al tavolo tecnico. Su questo sito si cita la partecipazione di Allamprese, su marchiodoc invece non è citato il ne Allamprese ne alcun altro rappresentante del PdL. Se davvero non ci fosse stata la partecipazione del principale partito di maggioranza sarebbe una cosa molto grave!

  2. No ,no c’erano confermo e sottoscrivo. La cosa che non viene sottolineata è che la proposta del fondo inps è partita in consiglio comunale dall’Avvocato
    Metta con il supporto tecnico dei dirigenti della Cicogna dott. Monterisi e dott. Lemma , ovviamente avallato dal dott Paradisi curatore fallimento Asia.

Comments are closed.