L’Amministrazione Comunale ha deciso di rendere aree pedonali, Piazza Duomo, Piazza Matteotti, Piazza della Repubblica e via Cesare Battisti non permettendo l’accesso per auto e moto? Roba da morir dal ridere!!! Queste aree sono già pedonali o con accesso limitato, solo che nessuno ha mai pensato bene, in questi mesi,  di controllare il loro accesso. Si è, così, arrivati al caso paradossale di Piazza Duomo e Piazza Matteotti che il sabato sera sono diventate area di parcheggio pubblico per macchine di grossa cilindrata e mezzi d’ogni tipo, fatto che avviene ormai da mesi e del quale loro se ne accorgono solo oggi!!! Lo stesso discorso vale per Via Cesare Battisti e Piazza della Repubblica che, è vero, sono prive di idonea segnaletica stradale, ma sono anche da sempre aree interdette all’accesso di auto e moto, interdizione che non viene, però,  fatta rispettare da nessuno!!! Dov’è, allora, il sensazionale provvedimento adottato da Giannatempo e Reddavide? Pedonalizzare aree già pedonali? Questa delibera è uno scherzo, non può essere vera… Forse la notizia sta nell’acquisto di due segnali da apporre (che di per sé non è una notizia ma ordinaria amministrazione), perché altrimenti la goffaggine di questa amministrazione comincia ad essere patologica e, quindi, allo stesso tempo preoccupante per la città.

Il Partito Democratico ha chiesto e ottenuto la convocazione congiunta della I Commissione Consiliare “Attività Finanziarie”, VI  “Sviluppo Economico – Attività Produttive – Sanità” e X “Controllo e Garanzia”, attraverso il suo componente Michele Longo,  per  discutere e fare chiarezza sull’attuale situazione della Società Ofanto Sviluppo, controllante dell’Interporto; esse si riuniranno Martedì 26 Aprile alle ore 19,00, presso la Sala Giunta. Il Partito Democratico ha, inoltre, chiesto e ottenuto la convocazione congiunta della I Commissione e della X Commissione Consiliare, per discutere Giovedì 28 Aprile alle ore 18,00, sempre presso la Sala Giunta,  della  situazione del  Consorzio ATO FG/4 e dello stato di liquidazione dell’A.S.I.A. Il PD di Cerignola continua, così, la sua azione politica di controllo della giunta di centrodestra nelle sedi opportune con puntuale attenzione verso i tempi di maggior interesse per la comunità, lasciando i “colpi da Gabibbo” e gli spettacoli da “Masaniello” ad altri, ed esercitando con la massima serietà il compito di opposizione all’amministrazione Giannatempo.

PD CERIGNOLA

1 COMMENTO

Comments are closed.