Quest’anno la Carovana antimafie, promossa da Arci, Libera e Avviso Pubblico, giunta ormai alla sua sedicesima edizione, farà tappa anche a Cerignola. Nel centro ofantino, falcidiato negli ultimi tempi da episodi di microcriminalità quotidiana, la Carovana farà il suo approdo mercoledì 27 aprile. Per l’occasione il Presidio cittadino di Libera ha organizzato una serie d’iniziative che hanno visto coinvolti tutti gli Istituti medi superiori della città. Gli studenti, partendo dai rispettivi istituti, convoglieranno attorno alle ore 10:30 presso la Villa Comunale, davanti alla quale sosterà proprio la Carovana. All’interno della Villa i ragazzi si cimenteranno in esibizioni artistiche di vario contenuto, dai reading letterari  alle rappresentazioni teatrali, tutte legate, ovviamente, dal filo della legalità, della riappropriazione dei propri diritti e della liberazione da tutte le mafie. All’interno gli stand informativi aggiorneranno la città sulle iniziative intraprese dal locale Presidio che, dopo aver promosso con successo l’ ‘E!State Liberi 2010’ e la campagna ‘Un grappolo di diritti’ si appresta a ripetere l’esperienza dei campi – lavoro sui terreni confiscati alla criminalità organizzata. Quella della Carovana rappresenta, in definitiva, una vera e propria occasione di riscatto per quella Cerignola migliore che, spesso, non ha modi e spazi per emergere. Ricordiamo, infatti, che ‘tracce di Cerignola’ resteranno nei ‘diari di bordo’ che la Carovana raccoglie a conclusione del suo viaggio di 96 giorni e che un pezzo di stoffa con il nome della città protagonista della tappa sarà aggiunto alla bandiera della legalità democratica, simbolo della Carovana.