Questa Amministrazione Comunale, sin dal suo insediamento, si è ripromessa di riscoprire e far conoscere a tutti, gli eventi più importanti della nostra storia. Nel segno della continuità, stiamo riproponendo – dichiara il Presidente della Consulta comunale della Cultura Franco Conte – iniziative miranti a solennizzare il risveglio di interessi. Sapevo di una scultura raffigurante i protagonisti della battaglia di Cerignola  che ebbe il suo centro di svolgimento nella nostra terra nel 1503, realizzata nel laboratorio del Liceo Artistico di Cerignola nel 2003, dai docenti Paolo Desario e Antonella Falotico e ho voluto fortemente il suo recupero. Era abbandonato nei magazzini comunali, è stato restaurato dallo stesso Paolo Desario e Nicola Russo e giovedì 28 aprile, procederemo al suo scoprimento, con una cerimonia nell’aula consiliare. Recuperiamo una testimonianza del passato dando ampia diffusione alla battaglia di Cerignola combattuta il 28 aprile 1503 fra francesi e spagnoli che si disputavano il controllo sull’Italia meridionale. Giovedì 28 aprile, alle ore 10,00, confluiranno nell’aula consiliare del palazzo di città, studenti, docenti, amministratori e cittadini. Il Sindaco dott. Antonio Giannatempo e il dirigente scolastico del Liceo artistico Antonio Cera scopriranno la scultura collocata su una parete dell’aula consiliare, tra le note dell’inno di Cerignola composto dal maestro Savino Romagnolo, inno ufficiale della città, anch’esso riscoperto e riproposto dal coro della scuola elementare “Marconi”. Interverranno la prof. ssa Iride Traversi che parlerà dei fatti e dei protagonisti della battaglia di Cerignola e il prof. Michele Orlando che tratterà la figura del Gran Capitano tra mito e letteratura. Sarà proiettato anche un documentario sulla battaglia di Cerignola. Nell’occasione, sarà presentato l’evento dell’anno: la rievocazione della leggenda del ritrovamento dell’icona della Madonna di Ripalta. Il miracoloso rinvenimento della Sacra icona con tutti gli episodi storici e o leggendari ad esso riconducibili è alla base del progetto che vede l’Amministrazione comunale e altre associazioni culturali, in primo luogo la Pro Loco e “Cerignola nostra”, svolgere la sua naturale funzione di coagulo delle iniziative e delle energie disponibili per un’operazione che non è solo socio culturale ma soprattutto di rilancio dell’immagine della nostra città, tanto offuscata nel tempo. Cerignola tornerà ad avere il suo corteo storico e il suo momento di aggregazione cittadina. Sarà presentato il logo della manifestazione, il programma e gli abiti che indosseranno i figuranti che sfileranno per le vie della città domenica 15 maggio.