Per tre giorni venti scuole di Cerignola e di alcuni centri della provincia di Foggia e della Bat si sono esibite sul palco dell’Auditorium dell’Istituto Agrario. L’epilogo della rassegna teatrale scolastica provinciale, organizzata da un gruppo di docenti della Scuola Media Pavoncelli, si vivrà il 30 maggio in Piazza Matteotti.

Ha colto nel segno l’idea di un gruppo di docenti della Scuola Media Pavoncelli di organizzare una rassegna teatrale scolastica a livello provinciale. “Cer…in..teatro”, la manifestazione dedicata alle scuole primarie e secondarie di primo grado e sostenuta dall’Amministrazione Comunale, ha riscosso un grande successo, come ha dimostrato l’entusiasmo con il quale, da lunedì scorso a ieri, gli alunni dei vari istituti sono saliti sul palco dell’Auditorium dell’Istituto Agrario “Pavoncelli”. Venti le scuole che vi hanno preso parte: la Scuola Media Inferiore “Paolillo”, i Circoli Didattici “Cesare Battisti”, “Marconi”, “Terminillo”, “Di Vittorio”, il primo Circolo Didattico “Carducci” presso l’Istituto “Righi”, la Scuola Media Inferiore “Pavoncelli”, l’Istituto “Buonsanti”,l’ Istituto Comprensivo “Don Bosco”, l’ Istituto Comprensivo “Don Bosco”, l’Istituto “Vasciaveo”, tutti di Cerignola; ma anche scuole di Orta Nova, Carapelle, Monte Sant’Angelo, Stornarella, Viste, San Nicandro Garganico e San Ferdinando di Puglia. L’epilogo della manifestazione sarà rappresentato dal Gran Galà del 30 maggio, in Piazza Matteotti. Una festa a cui sono state invitate tutte le scuole ma nella quale solo sei di queste, scelte da una giuria composta da docenti sia della scuola secondaria di primo grado che di quella primaria, si esibiranno in forma breve. Una scommessa, quella dell’organizzazione di una rassegna di questo tipo, che pareva impossibile, ma che alla fine è stata vinta, grazie alla caparbietà e generosità di chi ci ha creduto, vale a dire gli insegnanti Anna Di Terlizzi, Nicola Bancone, Rosalba Andreula e Caterina Falcone.

“E’ andata benissimo, siamo molto soddisfatti del gradimento dell’iniziativa da parte delle altre scuole – afferma la professoressa Anna Di Terlizzi – abbiamo riservato ai ragazzi e ai docenti arrivati dai centri limitrofi la migliore accoglienza possibile, e tutti gli spettacoli sono stati molto partecipati. Ci fa particolarmente piacere in quanto uno degli scopi principali della rassegna era proprio quello di incentivare le occasioni di incontro e amicizia tra alunni ed insegnanti di scuole e comuni diversi”. Sulla stessa lunghezza d’onda il professor Amerigo Pericolo, presidente della giuria: “Sono rimasto molto colpito dalla partecipazione dei ragazzi. Questa manifestazione è stata un’occasione di confronto positivo e scambio di esperienze tra giovanissimi, che hanno dato il meglio di sé mostrando grande creatività, estro e fantasia”.

1 COMMENTO

Comments are closed.