Pubblichiamo di seguito un comunicato stampa del Movimento politico la Cicogna, sulla questione del Paes (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile). Ecco il documento completo col punto di vista dell’Avv. Metta, Presidente del gruppo civico.

Sono stati scritti fiumi di parole sulla crisi politica della nostra città.

Argomento che, a furia di sentirlo e risentirlo, è diventato più gossip, che discussione politica.

Ed ancora una volta, in Consiglio Comunale protagonista indiscussa….la crisi politica!!

Sebbene, l’argomento vero di discussione avrebbe dovuto essere il PIANO D’AZIONE PER L’ENERGIA.

Obiettivo del detto piano è ridurre sensibilmente il tasso di CO2 ( più semplicemente di anidride carbonica), attraverso l’utilizzo di impianti che consentano la sostituzione o la razionalizzazione energetica.

Perché è importante che i cittadini conoscano l’esistenza del PAES (PIANO D’AZIONE PER L’ENERGIA SOSTENIBILE)?

Il piano servirà a:

  • agire sui settori che presentino le maggiori criticità;
  • ridurre la bolletta energetica comunale;
  • coinvolgere gli operatori privati, anche dal punto di vista economico, così da massimizzare l‟effetto dell’intervento pubblico;
  • attirare finanziamenti pubblici, sia locali che nazionali e comunitari;
  • stimolare un coinvolgimento attivo della popolazione;
  • attivare nuove opportunità di reddito e di impiego – remunerate dalla razionalizzazione e dalla sostituzione energetica.

A me pare siano motivi di notevole interesse per il cittadino.

Sbaglio?

Il SEAP individua fattori di debolezza, rischi, punti di forza ed opportunità del territorio in relazione alla promozione delle Fonti Rinnovabili di Energia e dell’Efficienza Energetica, così consentendo di poter definire i successivi interventi atti a ridurre le emissioni di CO2.

Mi sorprende che  un argomento così importante, addirittura fondamentale per la nostra città, non abbia avuto una risonanza altrettanto importante nell’assise comunale.

Poca, anzi inesistente, la discussione fra i banchi della maggioranza durante l’ultimo consiglio.

Propositiva, come sempre, la Cicogna, la quale, grazie al consigliere Lepore, ha fornito utili indicazioni per il miglioramento del piano.

Un tema così importante per la città trattato e approvato con così tanta, TROPPA           , fretta….

Liquidato come il più banale degli argomenti.

Una questione inserita, evidentemente, all’ordine del giorno soltanto perché prossimo alla scadenza.

Eppure, l’approvazione del piano cambierà sensibilmente le scelte future dell’amministrazione, la quale sarà vincolata a conformarsi al PEAS, attraverso l’istallazione, ad esempio, di impianti fotovoltaici su immobili comunali o l’ausilio di mezzi pubblici  alimentati ad energia elettrica o a gas.

Il PEAS è, quindi, il futuro.

Ciononostante si è preferito incentrare sulla discussione nella consueta, ormai noiosissima, “crisi politica”.

Il piano è stato adottato.

Ci sono sei mesi per migliorare il regolamento.

La maggioranza utilizzerà questo tempo per studiare le carte cercando di migliorare il regolamento del PEAS, oppure continuerà a lasciarsi trasportare dal “gossip”?

Io, ahimè, una mezzo idea ce l’ho….

4 COMMENTI

    • Ciao Michele, noi li leggiamo e sappiamo perfettamente che lo hai scritto tu però la mail ci è arrivata dallo studio dell’Avvocato Franco Metta e diceva testualmente: “con preghiera di massima diffusione, Avv. Franco Metta”. In allegato c’era il tuo documento. Per questo motivo abbiamo pubblicato il comunicato come una cosa di Metta. Nulla di più. Evitiamo sterili ed inutili polemiche. Se mi invii un comunicato stampa dall’ufficio stampa sappi che questo non verrà mai firmato (è una regola del giornalismo)…se poi ce lo invii dalla posta personale dell’Avvocato, noi capiamo che ce l’ha inviata lo stesso Metta, come fa sempre (infatti l’indirizzo è lo stesso). Sai che non ci sono problemi con alcuna fazione politica e cerchiamo sempre di trattare tutti allo stesso modo. Se vuoi ulteriori chiarimenti puoi chiamare direttamente Vito Balzano. Ciao e buona giornata… Staff!!!

  1. Ciao.
    Non volevo fare e non mi interessa fare polemica.
    Nella vita non faccio il giornalista e Ti ringrazio per la delucidazione.
    Saluti
    Michele

    • Ciao Michele, sono Vito Balzano, e volevo personalmente ringraziarti per la nota. Certo può capitare a tutti una svista o la non conoscenza di alcuni settori, ma mi fa piacere constatare la lealtà e la sincerità che hai mostrato. Grazie ancora per il tuo intervento e buon lavoro!

Comments are closed.