La scorsa notte, personale della Squadra di polizia giudiziaria del Commissariato di Ps di Trani e della Squadra mobile (IV sezione – Contrasto criminalità diffusa) della Questura di Bari traeva in arresto:

1. De Benedictis Giuseppe, di 25 anni di Bari, ivi residente, sorvegliato speciale della Ps, pluripregiudicato;

2. Marena Nicola, di 23 anni di Bari, ivi residente, pluripregiudicato;

3. Montani Davide, di 21 anni Bari, ivi residente, pluripregiudicato.

Tutti e tre (le foto sono sistemante in ordine alfabetico) sono stati attinti da ordinanza applicativa di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Trani,  Roberto Olivieri del Castillo,  su richiesta formulata dal Pm Antonio Savasta. Gli arrestati sono accusati di rapina aggravata dall’uso di una pistola e detenzione e porto di pistola in pregiudizio della farmacia Lonigro, in corso De Gasperi a Trani.

I fatti: Alle ore 17.30 del 10 novembre 2009, tre uomini, con il volto travisato da calza di nylon, uno dei quali armato di pistola, entravano nella farmacia e, dopo aver minacciato la farmacista, s’impossessavano della  somma di 800,00 euro prelevandola dal registratore di  cassa. Alle successive 18.15, tre uomini, con il volto travisato da calza di nylon, uno dei quali armato di pistola, entravano nella farmacia Pelago, di Cerignola e, dopo aver minacciato la farmacista, s’impossessavano della somma di 2.000,00 euro prelevandola dal registratore di  cassa. Per questa seconda rapina, alcuni testimoni riferivano agli operatori della polizia di stato, intervenuti sul posto, che i malviventi erano fuggiti a bordo di una Volkswagen di colore grigio che, da successivi accertamenti, risultava essere in uso al pluripregiudicato De Benedictis Giuseppe, e di proprietà di sua madre. Alle successive ore 21.05, personale della squadra mobile di Bari intercettava, al quartiere San Paolo, l’autovettura in questione con a bordo de Benedictis Giuseppe, Marena Nicola e Montani Davide. L’immediata perquisizione sul posto permetteva il rinvenimento di una parte del bottino, che veniva sequestrato. Il filmato registrato dal circuito di videosorveglianza della farmacia di Cerignola forniva la prova incontestabile che i tre giovani in questione avevano commesso la rapina presso la predetta farmacia. Stante la flagranza di reato, i tre venivano arrestati per rapina aggravata in concorso in relazione alla rapina consumata presso la farmacia pelago di Cerignola. Le successive elaborate e minuziose indagini esperite, sempre in stretta collaborazione tra personale della squadra di polizia giudiziaria del Commissariato di Trani e della Squadra mobile di Bari, permettevano di stabilire con assoluta certezza che i tre erano stati anche gli autori della rapina alla farmacia Lonigro. Sulla base delle tesi investigative, il Gip emetteva l’ordinanza di custodia cautelare eseguita la scorsa notte.  La perquisizione dell’abitazione del Marena permetteva il rinvenimento e sequestro di 11 grammi di hashish, divisa in 5 stecche che il predetto deteneva ai fini di spaccio. Al temine delle operazioni di polizia giudiziaria gli arrestati venivano associati presso la casa circondariale di Bari a disposizione dell’Autorità giudiziaria emittente.