Si e’ svolta Sabato 14 maggio, presso la sala consiliare del comune di Cerignola la fase di presentazione di “Progetto Merda”, programma istituito dall’Assessorato alla sanita’ del comune di Cerignola per combattere i fenomeni di devianza giovanile, con una specifica attenzione per le tossicodipendenze. Il convegno è iniziato alle ore 18,30. I pregevoli relatori, invitati a portare la propria testimonianzia erano tutti presenti, con la sola giustificata eccezione del dott. Vincenzo Russo, Procuratore della Repubblica, bloccato per impegni Istituzionali dei quali la stampa ha ampiamente argomentato in questi giorni. Dopo i saluti iniziali del Sindaco di Cerignola, dr. Antonio Giannatempo e dell’ Assessore provinciale alle politiche sanitarie dr. Matteo Cannarozzi de Maria – che ha assicurato il supporto della Provincia all’iniziativa in tutto il suo percorso – vi è stata la presentazione del progetto da parte dell’assessore Michele Romano, il quale si e’ rivolto per tutta la durata dell’incontro ad un’aula consiliare veramente intereressata, gremita e composta per oltre il 70% di giovani provenienti dagli istituti superiori della città accompagnati da molti insegnanti. L’assessore Romano ha subito chiarito come il nome di questa iniziativa nasca essenzialmente dall’incontro con un ex tossicodipendente, il quale continuava nel suo racconto a definire la droga utilizzando questo termine dispreggiativo poichè, secondo lui, non c’era “espressione più azzeccata”. Di qui l’idea:” PROGETTO MERDA”. La chiesa e’ sicuramente uno dei più’ importanti crocevia presenti sulla crescita di un giovane; l’intervento di don Nunzio Galantino è stato molto toccante; ha parlato della sua esperienza ventennale a contatto con persone con problemi di tossicodipendenza ed  ha sottolineato come per uscire dal tunnel della droga siano necessarie queste iniziative ma soprattutto sia fondamentale che nasca una rivoluzione nella nostra società, in particolare dentro noi stessi. Don Nunzio ha inoltre sottolineato l’importanza del sostegno alle famiglie. Subito dopo, in un crescendo di emozioni, e’ stato proiettato il cortometraggio prodotto dall’istituto “Righi”il cui messaggio, supportato da immagini di vita quotidiana e musiche forti, ha colpito molto i giovani e meno giovani presenti in sala. Gli “attori”presenti in aula sono stati applauditi a lungo, mostrando nella propria freschezza e gioventù anche cenni di commozione. Di grande valore e significato scientifico l’analisi del problema elaborata dal dr. Ciro Mundi, direttore del dipartimento di Neuroscienze dell’Ospedale Riuniti di Foggia; l’utilizzo di slides che “fotografano” il cervello umano sottoposto all’influsso di stupefacenti ha reso la sua relazione molto semplice ed efficace, scatenando la curiosita’ in sala; infatti, durante la fase finale e relativa all’apertura del dibattito in aula, molti ragazzi hanno rivolto al Prof. Mundi domande sull’argomento. A chiusura dei lavori l’intervento del mondo sportivo attraverso la voce del dr. Nico Palatella, Vicepresidente Vicario del CO.N.I Provinciale di Foggia, il quale si e’ soffermato su come lo sport sia ancora oggi uno dei migliori strumenti educativi atti ad evitare i fenomeni di devianza giovanile. Il Vicepresidente Palatella ha inoltre ribadito di come sia assolutamente fondamentale recuperare i valori insiti nel ruolo della famiglia, scuola, chiesa e sport, riportando il “tema individuo” ad essere centrale rispetto alle politiche sociali e come lo sport rappresenti un’ancora di salvezza, oltre che arma di prevenzione per i giovani meno fortunati o sicuramente meno seguiti. E’ di questi giorni la notizia shock di Felipe Massa, pilota di Formula 1 molto caro agli italiani ma in particolare proprio a Cerignola, viste le sue origini, che ha dichiarato di essersi allontanato dalla tentazione della droga proprio grazie allo sport.  Una serata di grande spessore che si e’ conclusa con l’impegno di tutte le Istituzioni presenti di proseguire in questo importante lavoro, portando con determinazione l’argomento sui tavoli delle Pubbliche Amministrazioni, cominciando proprio dalla città di Cerignola.