L’Onorevole Salvatore Tatarella è il nuovo presidente dell’Assemblea Nazionale di Futuro e Libertà per l’Italia. È stato eletto all’unanimità su indicazione del vicepresidente del partito Italo Bocchino, per sostituire il dimissionario Andrea Ronchi. “È una grande responsabilità che mi onora” ha dichiarato l’europarlamentare pugliese “Malgrado il fuoco concentrico della propaganda berlusconiana, noi continuiamo a lavorare per un nuovo centrodestra, capace di rappresentare meglio i moderati italiani e di mettersi al servizio della Patria e dei suoi cittadini, non di una singola persona.” “La recente tornata amministrativa” dice ancora Tatarella “non ha segnato solo una sconfitta personale, netta e senza appello, di Silvio Berlusconi e della sua corte dei miracoli; ha anche dimostrato che la pericolosa deriva estremista del Pdl genera una parallela e altrettanto negativa radicalizzazione del centrosinistra.” “Contro questa degenerazione brutale del bipolarismo” conclude il nuovo presidente dell’assemblea nazionale di Futuro e Libertà “dobbiamo proseguire il nostro percorso di coraggio e di testimonianza, migliorando la nostra organizzazione e il nostro radicamento sul territorio, senza farci intimorire o confondere. A questo percorso cercherò di contribuire con tutto il mio impegno.”

2 COMMENTI

  1. fli non conta nulla nel panorama politico
    da noi, poi, è a conduzione familiare. ma i voti li hanno? non ne hanno mai presi

  2. 78 persone hanno detto mi piace a questo articolo…FLI a Cerignola cresce…attenzione Pdl è in crisi

Comments are closed.