“Esprimo le mie più sincere ed amicali congratulazioni a Salvatore Tatarella per la sua nomina a presidente dell’assemblea nazionale di Fli, una notizia che ho appreso con vero piacere”. Così il Sindaco, Antonio Giannatempo, sull’importante incarico affidato all’ex primo cittadino di Cerignola, che prende il posto di Andrea Ronchi, il quale qualche giorno fa ha rassegnato le dimissioni dopo essere entrato in rotta di collisione con il presidente della Camera, Gianfranco Fini.

Sono auguri tutt’altro che formali quelli che Giannatempo rivolge a Tatarella: “Le sue indubbie capacità politiche gli eviteranno di trasformarsi nel commissario liquidatore di un partito che deve ritrovare la sua naturale vocazione, quella di perno del centrodestra. Con Tatarella alla guida dell’ Assemblea nazionale, sono buone le possibilità che Fli entri a far parte della grande famiglia dei moderati italiani, di cui il Popolo delle Libertà è l’insostituibile motore”.

Secondo Giannatempo, però, “la strada che il Fli dovrà percorrere diventerà molto più difficile se Tatarella non riuscirà a porre un argine ai toni integralisti usati da diversi dirigenti del suo partito, a cui non corrispondono peraltro decisioni coraggiose sul fronte della lotta politica. Se il nostro illustre concittadino non riuscisse in questo compito, il suo ruolo si ridurrebbe a quello di mero esecutore testamentario di un partito in realtà mai nato”.

1 COMMENTO

  1. Gianna ha paura di perdere Tatarella, se Salvatore si allea con Metta Gianna va a casa…come a Orta Nova con Pdl a 8%!!!!….

Comments are closed.