L’avvocato Franco Metta, consigliere comunale del Movimento politico La Cicogna, sottoscrive ed indirizza al presidente del Consiglio comunale, Curiello, una mozione riguardante la Tarsu (tassa sui rifiuti solidi urbani) e l’aumento della tariffa della stessa. Di seguito l’intero testo della mozione.

AL SIGNOR PRESIDENTE DEL

CONSIGLIO COMUNALE DI

CERIGNOLA.

MOZIONE

Con delibera di Giunta Comunale n.97 dell’8 marzo 2011 sono state approvate le nuove tariffe della TARSU. Le tariffe comunali sono aumentate; par di capire per garantire un maggior gettito di entrata,onde aumentare la “copertura economica” del costo del servizio pagato dalla Amministrazione Comunale alla SIA. Questo costo ammonta – se non erro – ad oltre 6 milioni di euro annui,di cui la massima parte per la raccolta dei rifiuti e la pulizia delle strade ( 4.200.000) e 2.000.000 per il conferimento in discarica. A fronte di tale aumento del costo per l’Amministrazione e delle tasse per i cittadini,la SIA,come è sotto gli occhi di tutti, continua a fornire un servizio del tutto insoddisfacente e precario. La città è stabilmente coperta di rifiuti. Mentre nel rapporto Amministrazione \ SIA si continua a procedere a colpi di “proroghe”. Poiché sull’argomento “giace” in attesa di trattazione una mozione presentata dal mio gruppo consiliare,Le chiedo di voler aggiungere alla trattazione di quella,l’esame di questa mozione. In particolare,la discussione su: l’avvenuto aumento della tassa; sul non aumentato costo del servizio in favore della SIA; sulla giustificazione o meno di questo ulteriore sacrificio richiesto ai nostri concittadini. Inoltre,sempre in tema di TARSU, ricordo che nel bilancio corrente,fra le variazioni in aumento,fu iscritto l’importo di 70.424,23 euro,derivanti dal recupero della TARSU non pagata negli anni precedenti. Operazione tecnicamente ineccepibile,ma evidentemente soggetta a gravi rischi contabili, a fronte di avvisi contestati,annullati, oppure semplicemente non pagati. Nell’ambito della discussione della presente mozione si chiede che il Consiglio venga informato debitamente della sorte che ha avuto questa variazioni di bilancio. Ossia, se l’importo di 70.424,23 euro sia stata in toto o in parte riscosso; con precisazione delle ragioni della mancata totale riscossione.

Cerignola,23 maggio 2011.

Franco Metta

Consigliere Comunale

1 COMMENTO

  1. Dove sono i 2 milioni per il depuratore delle acqua di seconda pioggia per cui la discarica è stata sequestrata l’estate scorsa?
    Dove sono gli altri 2 milioni di euro necessari per la realizzazione del quinto lotto della discarica? Non sono stati riscossi i crediti, ma si è fatto un nuovo mutuo in banca.

Comments are closed.