Lo hanno garantito stamattina i tecnici dell’Enel di Foggia in una riunione in Prefettura. Presenti alcuni agricoltori locali insieme al Sindaco Giannatempo, al direttore dell’Agenzia per l’Agricoltura Barrasso e al presidente della Consulta per lo Sviluppo Morano.
L’Enel ripristinerà entro il 10, al massimo il 15 giugno, l’erogazione della corrente nelle zone dell’agro di Cerignola colpite dai numerosi furti di cavi di rame provenienti da linee elettriche, avvenuti negli ultimi mesi. Ha dunque avuto un esito decisamente positivo la riunione tenutasi stamane a Foggia, in Prefettura, tra il Prefetto, Antonio Nunziante; il Sindaco, Antonio Giannatempo; il direttore dell’Agenzia Comunale per le Politiche Agricole, Pasquale Barrasso; il presidente della Consulta comunale per lo Sviluppo, Salvatore Morano e due rappresentanti della struttura tecnica di Enel Distribuzione Spa di Foggia. Una riunione alla quale erano presenti anche alcuni agricoltori cerignolani, pienamente soddisfatti degli impegni assunti dall’azienda elettrica e del clima di collaborazione venutosi a creare tra istituzioni e mondo del lavoro. “Ci ha fatto moltissimo piacere l’aver potuto prendere parte all’incontro di stamane in Prefettura – dice Leonardo Lionetti, presidente della Confederazione Italiana Agricoltori di Cerignola – abbiamo avuto modo di constatare la grande sensibilità mostrata nei nostri confronti dal prefetto, che ha compreso la gravità della situazione. Siamo grati al Sindaco Giannatempo, così come a Morano e Barrasso, per aver sollecitato l’Enel a risolvere in breve tempo il problema, aver interessato Nunziante e chiesto espressamente che oggi a Foggia ci fossimo anche noi”. I furti dei cavi di rame hanno avuto come conseguenza la mancata irrigazione di molti campi, che in diversi casi può avvenire solo elettricamente. Molte produzioni hanno rischiato seriamente di andare in malora, anche per via dell’ approssimarsi dell’estate, con il naturale innalzamento delle temperature in una zona, come il Tavoliere, tra le più calde d’Italia. “Facciamo sul serio quando diciamo che stiamo facendo di tutto per aiutare i nostri agricoltori – dice Giannatempo – siamo contenti per come sono andate le cose stamattina. L’Enel, e di questo ringrazio molto i responsabili della struttura tecnica, ha capito che i furti di cavi di rame possono mettere in ginocchio questo settore così importante della nostra economiaa. E ancora una volta il dottor Nunziante si è mostrato sensibile a tutte le problematiche della Capitanata. Mi sembra dunque giusto, viste le garanzie offerte dall’azienda, invitare gli agricoltori che avevano presentato presso l’Agenzia per l’Agricoltura una richiesta di risarcimento dei danni all’Enel, a fare un passo indietro e aspettare ancora pochi giorni per veder tornare la situazione alla normalità”. Nunziante ha comunicato ai presenti di aver chiesto alle forze dell’ordine di intensificare i controlli nelle campagne per prevenire questo tipo di reati. In questo senso, ha sottolineato Giannatempo, va chiesto un maggiore impegno anche agli addetti alla guardiania nei terreni agricoli. Concetto condiviso da Lionetti, per il quale “è necessario che gli agricoltori uniscano le forze quando si trovano a fronteggiare situazioni simili, lasciando da parte le divisioni e considerando che questa è una piaga che crea danni per diversi milioni di euro”. Secondo un altro agricoltore presente, Orazio Verzicco, “adesso è importante che alle parole l’Enel faccia seguire i fatti. E’ innegabile, però, che stavolta siamo stati ascoltati, peraltro in un clima di grande cordialità”. “E’ esattamente così – afferma Salvatore Morano, presidente della Consulta per lo Sviluppo – gli agricoltori non devono sentirsi soli: oggi si sono sentiti rappresentati, perché hanno capito che c’è un‘Amministrazione Comunale che rispetta e valorizza il loro lavoro”. “Chi lavora la terra – dice infine Barrasso – sa bene che la musica è cambiata e che il sostegno che stiamo offrendo agli agricoltori è reale e si concretizza in numerose iniziative, che hanno lo scopo di non farli sentire soli in un momento tanto difficile come quello attuale per questo comparto economico”.

4 COMMENTI

  1. Se è per questo l’Enel m’ha promesso…da tre anni…d’effettuare l’allaccio della corrente elettrica presso la mia azienda…MA ANCORA OGGI CONTINUANO A RIMANDARE, A CREARE FINTI PROBLEMI, A DIRE CHE MANCANO ALCUNI PERMESSI (TUTTE FALSITà) …IN SOSTANZA A FREGARSENE DI TUTTO E TUTTI…DATO CHE A CERIGNOLA FRA L’ALTRO MANCA ANCHE UNA SEDE ENEL!!!

    VOLETE SAPERE COSA DICONO I TECNICI E COSA DICONO A FOGGIA, NELLA LORO SEDE, I FUNZIONARI??? …DOVETE AVERE QUALCHE CONOSCENZA IMPORTANTE…

    SONO SCANDALOSI!!!

    Fate informazione anche su queste disfunzioni…dovute all’accentramento degli uffici…perchè nella nostra città ce ne sono tamtissime…

  2. ll’ Enel ha mantenuto la promessa di ripristinare la corrente a Cerignola? se qualcuno puo’ darmi una risposta visto che anche noi a lucera FG siamo senza corrente da quasi 2 mesi Grazie

  3. anche io mi trovo senza corrente in zienda già dal lontano 2 aprile 2011 e a tutt’oggi sono senza corrente siamo come evedente al 13 luglio , ma come è possibile una cosa così nel 2011 , la mia azienda si trova in agro di san severo

Comments are closed.