Ci giunge in redazione un comunicato stampa del Mp La Cicogna, a firma Franco Metta, nel quale si annuncia il deposito all’ufficio urbanistica comunale delle osservazioni circa la lottizzazione “Eurocenter”, relativa a via Mestre-viale Russia. Argomento che in sede di Consiglio non mancò di suscitare polemiche e decisioni contrastanti: di seguito il documento completo.

Come promesso  il Movimento Politico La Cicogna ha ieri depositato all’ufficio urbanistica e prg del nostro “famigerato” terzo piano,le osservazioni al piano di lottizzazione denominato “Eurocenter” e relativo a via Mestre e viale Russia. Questa lottizzazione fu al centro già di aspre polemiche. Palese il tentativo di contrabbandare per “centro commerciale” una serie di villette a schiera con strada privata e garage. Allo scopo di lucrare il trattamento favorevole previsto per le zone definite F\3,facendo delle stesse insediamenti residenziali. Operazioni già abbondantemente fatte e riuscite in passato. La strenua opposizione della Cicogna determinò un primo ritiro della lottizzazione;poi il suo mutamento radicale. Una miriade di incertezze e dubbi,che assalì anche autorevoli esponenti della maggioranza in Consiglio Comunale. Consiglieri di maggioranza votarono contro questa riedizione della lottizzazione: anch’essa pesantemente gravata da irregolarità palesi e del tutto evidenti. Chi sperava che ci “dimenticassimo”,ha sbagliato. Da ieri sul tavolo dell’ineffabile ingegner Mastroserio ci sono le nostre osservazioni.

In estrema sintesi, contestiamo:

a) Il progetto prevede “negozi di vicinato”( i normalissimi e comunissimi negozi); mentre la zona è destinata a “centri commerciali”. Alla fine saranno tutti “appartamenti”.

b) Il secondo piano è stato illegittimamente escluso dal calcolo volumetrico,con una operazione del tutto arbitrario e in violazione dell’art.6.10 delle norme di attuazione del PRG.

c) La circostanza più evidente: attenzione,ingegner Mastroserio. La superficie destinata a parcheggi è sottostimata. Secondo le prescrizioni delle Norme di Attuazione dovrebbe essere pari al 200% della superficie lorda calpestabile. Questa è la proporzione prevista per i “centri commerciali”. Ma ciò che era centro commerciale per la zonizzazione in F\3,non è più Centro Commerciale quando si calcola la superficie destinata a parcheggi.

d) E ancora, e ……peggio. Nelle aree destinate a parcheggio sono state considerate anche le strade e gli spazi di manovra,nei garage e negli spazi esterni. Ciò in totale,palese,stridente ed interessata contraddizione con l’art. 3 DM 1444\68,che dice esattamente il contrario. Questa norma viene prima violata,poi richiamata dai medesimi lottizzanti nello Schema di Convenzione da loro stessi proposto.

Avviso ai naviganti. Negli atti non ne troverete nemmeno una firma,ma – è noto a tutti – la lottizzazione in questione è targata Donato Calice.

Cerignola,31 maggio 2011.

FRANCO METTA

PER IL M.P. LA CICOGNA.