Una nota di oggi del Coordinamento “No Rifiuti” ribadisce la necessità di fermare la costruzione dell’inceneritore e aggiunge che il No all’inceneritore non è nè di destra, nè di sinistra o di centro.

Lo scopo della manifestazione è quello di ribadire il netto No che la città di Cerignola, e tutta la Capitanata, oppone da ormai più di dieci anni alle nocività insite nella realizzazione di un inceneritore in contrada Feudo della Paglia a Manfredonia, al confine con Borgo Tressanti (Cerignola). Dieci anni di dura ed estenuante lotta!

Abbiamo richiesto al sindaco Angelo Riccardi di Manfredonia di riesaminare l’autorizzazione sanitaria dell’impianto, rilasciata a nostro parere, dall’ex sindaco Paolo Campo, ed eventualmente di ritirarla.

Bisogna mettere in atto ogni forma di contrasto, sciopero e di mobilitazione non violenta per ostacolare la messa in funzione dell’ecomostro in mezzo al “Granaio d’Italia”, terrà di Peppino Di Vittorio, Andrea Pazienza, Matteo Salvatore e Nicola Lovecchio. Gli amministratori locali devono mettere i cittadini in grado di fare la raccolta differenziata porta a porta secondo i metodi, i tempi e le modalità indicate dagli esperti nazionali ed internazionali di gestione dei rifiuti che i comitati hanno invitato nella provincia di Foggia.

Dobbiamo sostenere fino in fondo le ragioni del ricorso straordinario al Presidente della Repubblica (Consiglio di Stato) presentato dal Comune di Cerignola – ad adiuvandum i Cinque Reali Siti) nel febbraio scorso e dall’esposto alla magistratura ordinaria presentanto dal nostro comitato spontaneo.

3 COMMENTI

  1. si si ne di destra ne di sinistra ne di centro, MA SOLO DELLA CICOGNA E IDV, VERGOGNA STRUMENTALIZZARE COSI UNA BATTAGLIA CITTADINA VERGOGNA DIMETTETEVI TUTTI TANTO COMUNQUE SIAMO UNA CITTà ALLO SBARAGLIO, CAMBIEREMO IL NOME A CERIGNOLA DA DOMANI MATTINA SI CHIAMERà “LA CORRIDA”. E COMUNQUE NON è ADESSO CHE DOBBIAMO PROTESTARE MA SE NON LO SAPETE L’ INCENERITORE DOVEVA ESSERE APERTO GIà DAL 2009. GRAZIE AL NOSTRO ASSESSORE REGIONALE (CHE TUTTI CRITICANO) CHE è STATA ABILE AD AVERE DEI RINVII…. ORA è TARDI A SETTEMBRE DEL 2011 L’ INCENERITORE ANDRà IN FUNZIONE CHE CI PIACCIA O NO! I PRIMI COLLAUDI SONO ANDATI A BUON FINE QUINDI CARI CITTADINI TENIAMOCELO.

  2. gianfranco sai che i politici lassù vanno cercando solo persone come te!allora si che possono fare ciò che vogliono!!non è tardi e se TUTTI facciamo casino,se vedono che qualcosa si muove, che nn siamo dei PECORONI rassegnati, cominciano a preoccuparsi seriamente,ma dobbiamo essere uniti,sai quante xsone hanno approvato i progetto?5!sai qnte xsone c’erano alla manifestazione?tra i3 e i 4 mila!ora trai le tue conclusioni!!e la manifestazione del 18 è solo l’inizio,dobbiamo continuare..
    i diritti che tu oggi hai sn stati conquistati cn l’unione dei cittadini,cn le manifestazioni..nn cn l’ “ORA è TARDI”..e io domani nn voglio morire di tumore!!
    ripeto insieme possiamo fare tutto e i politici possono solo stare a guardare!!!!!!!!

  3. Bravo Ginfranco, se tutti ragionasero o meglio sragionassero come te si che Cerignola sarebbe finita.
    Vergognati, c’è gente che si sta battendo contro l’inceneritore e leggere la tua semplice rassegnazione fa solo pena.

Comments are closed.