Pubblichiamo di seguito un comunicato stampa di Circoli Nuova Italia riguardante la crisi della Giunta Giannatempo che, a detta del portavoce del gruppo, “sembra” essere rientrata dopo le dimissioni di Pece. ecco il documento completo.

Dopo circa quattro mesi trascorsi a discutere sul “caso Pece”, la crisi interna alla maggioranza di governo aperta dai quattro Consiglieri ex dissidenti sembra essere risolta.

Dopo mesi di lassismo e immobilismo si dovrebbe finalmente tornare a risolvere le tante problematiche che attanagliano la nostra città, seguendo quanto di buono fatto nei primi 7/8 mesi da questa Amministrazione.

Prima tra tutte la questione Sicurezza: ci sono segnali preoccupanti di incremento di atti delinquenziali con conseguente aumento del disagio da parte dei cittadini.

Bisogna affrontare la piaga della disoccupazione giovanile che pare essere un male incurabile di questa città e che costringe i nostri giovani a cercar fuori ciò che qui non trovano. La situazione dei nostri giovani è ancor più grave se alla scarsa offerta di lavoro si aggiungono le enormi difficoltà che vivono le giovani coppie nel momento in cui decidono di sposarsi e di acquistare una casa. Bisogna saper coniugare gli interessi dei costruttori con gli interessi della collettività riunita sotto forma di Cooperative, trovando il giusto equilibrio senza pendere dalla parte dei privati. Quindi la nostra proposta è di far Ri – sorgere le Cooperative edilizie, magari create appositamente per le giovani coppie, seguendo la linea adottata dal Comune di Roma e dalla Regione Lazio riguardo al mutuo sociale.

Tornando alla crisi politico – amministrativa, siamo certi che la strada giusta da seguire sia in sintonia con la “cacciata” di Pece dalla Giunta?

Cedendo al “ricatto” politico una volta, non si corre il rischio che possano ripresentarsi nuovamente simili scenari?

Siamo davvero certi che la crisi sia definitivamente rientrata o tra pochi mesi potrebbe riemergere sotto altre e variegate forme?

Analizzando la situazione attuale, lo scenario è il seguente:

in casa PdL i quattro Consiglieri Laguardia – Defeuidis – Morano – Netti, dopo aver costretto alle dimissioni un Assessore di nomina esclusiva ed insindacabile del Sindaco, sulla base di accordi pre e post elettorali da tutti condivisi, ora si ritrovano senza una rappresentanza politica e numerica in Giunta.

Con la costituzione di questo nuovo gruppo, sono stati scardinati i due precedenti blocchi di Consiglieri nati all’indomani della vittoria elettorale.

Conclusione, oltre a questo gruppo ci sono almeno altri due gruppi formati da una parte da Vitullo – Distefano – Casarella e Bombino e dall’altra da dai Consiglieri Carbone – De Benedictis – Marro e Allamprese, al quale esprimiamo vicinanza e solidarietà da parte di tutto il Circolo in seguito alle dimissioni da Presidente della Consulta per lo Sport.

Di questi ultimi due gruppi, il primo è ben rappresentato in Giunta dagli Assessori Ruocco – Palladino – Gallo, mentre il secondo, al quale i Circoli Nuova Italia sono legati da speculari valori e ideali politici – amministrativi, paga forse la vicinanza al Sindaco Giannatempo, in termini di mancanza di visibilità e rappresentanza politica in Giunta. Infatti, il  loro Assessore di riferimento risponde solo a se stesso, non avendo fin ora MAI preso in considerazione il gruppo che l’ha indicato.

Dando un rapido sguardo in casa altrui, nei due gruppi nati dalla scissione in seno all’UdC la situazione pare ancora più complessa: l’UdC recrimina visibilità e assessorati, minacciando di passare all’opposizione se l’equilibrio non venga rispettato. Sarà altamente improbabile quindi che l’UdC resti con le mani in mano se questa semplice condizione non venga adottata.

Alla luce di quanto emerso non sarebbe il caso di procedere ad un azzeramento della Giunta Comunale con conseguente rapido rimpasto per ristabilire l’equilibrio definitivo e per chiudere definitivamente la crisi, avviando così un rilancio dell’azione di governo nell’interesse della Città?

8 COMMENTI

  1. Giannatempo sempre, ancora e perennemente in crisi.
    Ostaggio dei consiglieri.
    Durerà fin quando riuscirà ad accontentare ora questo ora quello e finchè non scontenterà qualcuno veramente di peso fra consiglieri ed assessori.
    La politica di Giannatempo purtroppo è questa.
    Scommettiamo che se Mennuni insieme a qualche altro minaccia di non votare il bilancio e di passare davvero all’opposizione sarà subito accontentato?

  2. la disoccupazione giovanile. non è che qualcuno di 30 anni vuole il posto nella pubblisys?…. e giannatempo non lo ha accontentato? mmmmmmmmm
    abbiamo gli occhi addosso su di te!

  3. sarebbe ora di smetterla, non vi pare? a quando una semplice disamina dei problemi e della loro possibile soluzione mediante una banale e semplice concertazione con tutti coloro i quali si sentono appartenenti a questa comunità? Sembra banale ma le associazioni, indipendentemente dal colore politico, devono proporre idee magari anche soluzioni. Copiare una buona idea non è un reato è segno di intelligenza. Io però, permettetemelo, ho bisogno di dire una banalità, a quando un risveglio dell’orgoglio cerignolano? 30 ragazzi che tengono in ostaggio una inerme cittadinanza e noi? tutti a guardare perchè la colpa è delle forze dell’ordine, dei vigili che non fanno il proprio dovere, etc…… e noi quando inizieremo a fare il nostro dovere? anche nei piccoli gesti, per esempio capire che quello che ci circonda ci appartiene.
    tanti di quei ragazzi che recriminano in piazza Mercadante o sul circuito delle fornaci, sono gli stessi che si lasciano dietro una discarica di rifiuti a cielo aperto. Sono polemico? provate a recarvi la mattina presto in prossimità del parcheggio dell’industriale, zona San Marco per chi corre, è una cosa da voltastomaco. Chi frequenta quel parcheggio la sera non sono adulti che cercano intimità ma giovani copie di cerignolani che hanno dimenticato cosa significa senso civico, senso di appartenenza ad una comunità e disprezzo per la cosa comune. Il senso del dovere, forse, lo abbiamo dimenticato. Che senso ha gridare “forza Cerignola” allo stadio e poi dimenticare la propria appartenenza ad una comunità che ci ha consentito di crescere, incontrare degli amici dai quali non prescindi, di fare la tua scelta di vita? Si io sono orgoglioso di essere Cerignolano, a volte sono amareggiato da comportamenti che nulla hanno a che vedere con la politica o con il vivere civile. Troppo comodo saper solo criticare e/o recriminare, ognuno di noi potrebbe, nel suo piccolo, dare un serio contributo a questa comunità. Chiudo per non essere palloso con una provocazione, perchè non presidiamo fisicamente tutti quei luoghi dove è necessaria la presenza di gente a modo?

  4. BRAVO SAVINO,CONDIVIDO OGNI SINGOLA CONSIDERAZIONE TUTTI DOVREMMO PENSARE QUELLO CHE PENSI TU E AGIRE,PERO’ PURTROPPO CHI LA PENSA E SI ESPRIME COME NOI VIENE ATTACCATO XCHE’ NON PRESO SUL SERIO FORSE XCHE’ NON APPARTENIAMO AL MOVIMENTO LA CICOGNA,E POI LA COSA CHE MI RATTRISTA DI PIU’ E VEDERE CONSIGLIERI GIOVANI(DICIAMO COSI’) DELLA MAGGIORANZA COME CASARELLA CHE SFICCA SFICCA TUTTO QUELLO CHE PUO’ DA GIANNATEMPO QUANDO PRIMA LO SPUTTANAVA IN POMPA MAGNA,DORMIRE BEATAMENTE ED ABBAIARE SOLO QUANDO TATARELLA LO ATTACCA(X LA CULTURA HA FATTO PIU’ IL COMMISSARIO PREFETTIZIO CHE LUI) PROMETTEVA CON I CONTICINI PRIMA DELLE ELEZIONI DI SFASCIARE IL MONDO INVECE GUARDALO ORA SEMPRE CON UN BICCHIERE IN MANO IN PIAZZA, E BOMBINO UN ALTRO PERSONAGGIONE CHE HA OTTENUTO UN POSTO DI LAVORO DORATO E OTTIMAMENTE RETRIBUITO,INFATTI SA SOLO ATTEGGIARSI CON LA Q5 CON I SOLDI NOSTRI, SEMPRE DA GIANNATEMPO ALTRO CHE “PUBBLISYS”CHE NON SAPPIAMO MANCO COSE’,O MORANO CHE NON SA NEMMENO LUI XCHE’ STA LA’ FORSE X TUTELARE GLI INTERESSI DEI CONTADINI INVECE DI TRADIRE LA GENTE CHE LO HA VOTATO,SE QUESTI SONO I GIOVANI CHE CI RAPPRESENTANO TUTTE LE NOSTRE SPERANZE SONO VANE,CARO SAVINO DOVREMMO IMPEGNARCI SUL SERIO NOI E MANDARLI A SUDARSI LO STIPENDIO.

  5. quant’è bello il nickname, eh? si pontifica su tutti e chi se ne frega…

  6. A bombino l’hanno sistemato, oltre a qualche altro di cui non serve far il nome tanto lo sanno pure le pietre, e oltre a tutti quelli che avete già menzionato voi, c’è l’assessore all’ INSICUREZZA Mr. Franco Reddavide Alias SUPPOSTA che ha promesso tanti posti ai suoi amici, come dice lui “che stanno nel suo cuore” ma fin’ora li ha presix culo visto che non ha dato manco 1 posto xkè non ne è capace; fà solo il cagnolino appresso a Giannatempo, senza chiedere niente (apparentemente), tanto, a detta sua lui non ha bisogno di nulla……certo tanto a sistemare lui e i suoi fratelli tutti impiegati all’ASL ci ha pensato il padre (che riposa in pace) ma badate bene……l’assessore all’INSICUREZZA ha 4 figli da sistemare ora…..capisc a me 😉

    • Per favore, evitiamo di entrare nel merito di contesti familiari esterni all’ambito politico. Limitiamoci, per quanto possibile, a commentare il politico e la sua funzione, nel bene e nel male, ma senza giudicare il contesto strettamente privato. Grazie per la collaborazione… Staff!!!

  7. caro esplodo,eivoglia quanti c’e ne sono ancora da nominare quasi tutti,pero’ su CASARELLA E BOMBINO E’ DAVVERO SCANDALOSO indaghero’ ancora e vi svelero’ altre maialate….

Comments are closed.