Un’azienda di mosti e vini, con sede a Cerignola, ha frodato il fisco per una cifra di circa 10 milioni di euro e l’Iva per 900mila euro. Lo hanno accertato i finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Foggia. La frode è stata realizzata attraverso la mancata presentazione delle previste dichiarazioni dei redditi ed iva. Infatti la ditta non ha dichiarato negli anni di imposta 2007 e 2008 ricavi provenienti dalla vendita di mosto per oltre 4,5 milioni di euro e ha sottratto alle tasse altrettanti ricavi ai fini dell’Irap. Inoltre ha evaso 900 mila euro sull’Iva. Il titolare dell’azienda è stato segnalato all’autorità giudiziaria.

1 COMMENTO

Comments are closed.