Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del Mp La Cicogna su un incontro tenutosi stamani nella sede del Consiglio regionale, al quale hanno partecipato una delegazione cicognina, l’assessore regionale all’ambiente Nicastro con la presenza anche dell’assessore Elena Gentile che ha fattivamente preso parte all’incontro. Di seguito il documento completo.

Franco Metta,Presidente del Movimento Politico La Cicogna e alcuni dirigenti del settore “ambiente” del Movimento,Teresa Lapiccirella,Antonio Lionetti,Gianluca Pignataro, sono stati ricevuti questa mattina a Bari,nella sede del Consiglio Regionale,dall’assessore all’Ambiente Nicastro,che era accompagnato dal dirigente del settore ecologia Ingegner Antoniciello. Motivo dell’incontro,che è stato organizzato grazie alla fattiva collaborazione del deputato dell’IdV Pierfelice Zazzera, é stato l’ esame della complessa problematica relativa all’inceneritore di Borgo Tressanti. La delegazione della Cicogna ha consegnato al dirigente e all’assessore competente un incarto,con una relazione illustrativa di tutte le criticità che gli studi e gli approfondimenti condotti dal Movimento hanno evidenziato in relazione alle autorizzazioni concesse all’inceneritore dell’ETA.

Questioni gia note ed altre del tutto nuove. Quali le perplessità sulla legittimità del permesso di costruire rilasciato dal Comune di Manfredonia in ragione di una variante di destinazione urbanistica,che era stato esaminata dalla Regione e approvata quando l’inceneritore avrebbe dovuto avere come combustibile le biomasse;la Cicogna assume che l’aver modificato il tipo di combustibile avrebbe imposto al Comune di Manfredonia la approvazione di una nuova variante. Non essendo ciò avvenuto il permesso di costruzione dlelo stabilimento va ritenuto non legittimo. Altro tema rilevante è stato l’impatto ambientale su agri e colture caratterizzate dal marchio DOP. Ed ancora. La Cicogna ha sostenuto con forza la necessità di riaprire la conferenza di servizi,che si é conclusa con il parere favorevole all’inceneritore,a seguito della richiesta in tal senso dei Comuni della Unione dei Cinque Reali Siti, inoltrata al servizio ecologia della Regione nello scorso mese di gennaio. Affrontato e discusso anche il tema della mancata pubblicizzazione del progetto e dello Studio di Impatto Ambientale in conformità alla norma regionale in materia.

Ad fare gli onori di casa,assistendo all’intero incontro,partecipandoVi attivamente e fornendo il Suo importante contributo, l’assessore regionale di Cerignola dottoressa Elena Gentile. La dott. Gentile,anche a conclusione dell’incontro,si è intrattenuta affabilmente con gli esponenti del Movimento Politico. La Cicogna esprime alla dott. Gentile,all’assessore Nicastro e all’ing.Antoniciello il proprio ringraziamento per l’attenzione e la disponibilità dimostrate e si augura che l’incontro possa aprire uno spiraglio a ché la iattura della apertura e messa in opera del nuovo inceneritore venga sventata.

2 COMMENTI

  1. Gli amici dell’Idv come mai non sono venuti? Il 18 erano battaglieri e ora? Vabbè che Nicastro sicuramente non sa nemmeno che esiste l’Idv a Cerignola

Comments are closed.