Era uscito dal carcere di Foggia da pochi giorni, dove era stato recluso per furto aggravato di auto, ma appena rientrato a casa ha ripreso a maltrattare la madre, già in passato minacciata dal figlio 22enne, procurandole lesioni. E così La donna, esasperata, in alcune circostanza ha chiesto l’intervento della polizia, ma ha comunque sempre cercato di salvaguardare il figlio sordomuto. Si sono riaperte le porte del carcere per Francesco Dimichino, 22enne di Cerignola, che ieri notte ha tentato di strangolare la madre, picchiandola nuovamente con varie lesioni riscontrate dai sanitari del pronto soccorso dell’ospedale di Cerignola. La madre non poteva soddisfare le continue richieste di soldi da parte del figlio.