Appena tre euro per una “Bomba”, cocktail micidiale a base di un mix di superalcolici che metterebbe fuori gioco chiunque; un prezzo popolare alla portata di tutti, tale da tentare anche giovani e giovanissimi che, per legge, non dovrebbero avere accesso a bevende superalcoliche. Nel caso specifico, “vittima” della bomba (è il caso di dirlo) alcolica è un ragazzino di appena 12 anni che ha rischiato il coma etilico.

Il fatto è accaduto a Cerignola, domenica scorsa. Un gruppo amici, 5-6 ragazzini tutti coetanei, si incontrano in un locale al centro di Cerignola, in corso Aldo Moro, vicino a piazza della Repubblica, frequentatissima dai giovanissimi. Ordinano la “Bomba”, il cocktail più in voga in questo periodo. Ma il ragazzino non regge la gradazione (circa 40°) e – complice anche il caldo – stramazza al suolo. Sul posto arriva un’ambulanza che prova a rianimare il ragazzino ma si rende necessario il trasporto in ospedale. Nel nosocomio, il ragazzo riprende lentamente conoscenza. Scampato il pericolo del coma etilico: la diagnosi è un grave “stato di ebbrezza alcolica”. Le successive indagini degli agenti del Commissariato di Cerignola hanno accertato le responsabilità penali a carico del gestore del locale, denunciato all’autorità giudiziaria per aver somministrato bevande alcoliche a minorenni. Nei confronti dello stesso, inoltre, è stato emesso un provvedimento di sospensione della licenza per 15 giorni. “Si tratta di un episodio gravissimo – ha stigmatizzato in conferenza stampa il dirigente del Commissariato di Cerignola, Giampaolo Patruno – indice di un più vasto e preoccupante allarme sociale che coinvolge giovani e giovanissimi sul quale le famiglie e l’intera città dovrebbe riflettere ed interrogarsi”.

22 COMMENTI

  1. Quel bar è allucinante..il sabato e la domenica è vietato passare…quella zona di Cerignola è completamente in loro potere!!!!

  2. Come sempre si deve raggiungere l’apice dell’indecenza prima che si intervenga, finalmente qualcosa si muove però era necessario attendere la sventura di questo ragazzino? Se si dovesse applicare alla lettera il divito di somministrazione ai minorenni credo che non rimarrebbe un esercizio aperto!

  3. 15 gg di sospensione? Solo!!!!!!!!!!!!!!!! Ridicolissimi

    Una multa no è? Bha…..nn ho parole

  4. Arrestate i propietari BASTAAAAAAAA VIETATO SOMMINISTRARE ALCOLICI A MINORI DI ANNI 16 RICORDATEGLIELO…. ASSATANATI DI SOLDI

  5. Una bomba ci vorrebbe in quel locale… E con BOMBA non mi riferisco al cocktail.. VERGOGNA!!

  6. PIU’ VOLTE HO SEGNALATO CON TELEFONATE AGLI ORGANI DI POLIZIA E L’HO ANCHE SCRITTO SU QUESTO SITO, MA COME AL SOLITO LA RISPOSTA SEMPRE LA STESSA: LE PATTUGLIE SONO IMPEGNATE. PURTROPPO BISOGNA ASPETTARE CHE ARRIVINO SEMPRE LE TRAGEDIE PERCHE’ GLI ORGANI COMPETENTI SI MUOVANO E’RIDICOLO VEDERE ALCUNE SERE MACCHINE DI POLIZIA SFRECCIARE E FARE I CONTROLLI ALLE PIZZERIE E ESERCIZI COMMERCIALI E DIMENTICARE LA REALTA’ DI QUESTO BAR DOVE TUTTI SANNO QUELLO CHE ACCADE E NESSUNO SI MUOVE : SUGGERIMENTO AI DIRIGENTI DI POLIZIA : NEL FINE SETTIMANA FATE DEI SERVIZI I CONTROLLO IN QUELLA ZONA E VEDETE COSA SUCCEDE FORSE NON SAPETE O NON VOLETE SAPERE CHE IN QUELLA ZONA GIRANO ALTRE SOSTANZE MA NOI DOBBIAMO ASPETTARE CHE SUCCEDA QUALCOSA ALTRIMENTI PERCHE’ INTERVENIRE?

  7. Io interverrei anche sui genitori di questi ragazzi! La mela nn cade lontano dal proprio albero! Ha ragione il dirigente del commissariato

  8. stasera fuori dal locale ci stava scritto “CHIUSO PER FERIE” che facce di bronzo……………..

    • Chiuso per ferie …. l’ho visto anch’io. La polizia avrebbe dovuto mettere un comunicato sulla saracinesca del bar per esporre lo stesso alla gogna dei cittadini … la gente che non è a conoscenza del fatto penserà che sono in ferie invece con un bel comunicato affisso sulla saracinesca si sarebbe eliminata la furbata …

  9. bhe pero’ lo possiamo affigere noi cittadini…..basterebbe ritagliare l articolo della gazzetta e appicicarlo li vicino……….

    • ma chi 6 x giudicare?!?!? 6 proprio una PULCE….se hai le palle di il tuo vero nome.. è poi possiamo parlare!!!rinchiuditi tu

  10. Mi rivolgo a tutti voi che puntate il dito contro il MIO BAR come vi permettete di parlare in questo modo visto e considerato che avete solo dato ascolto a tutto ciò che si è detto in giro avete pensato alle persone che ci lavorano e soprattutto alle famiglie che vivono grazie a quel bar???…. Rendetevi conto che viviamo a cerignola dove purtroppo tutto nn funziona come dovrebbe.Purtroppo nessuno e’ venuto a domandarci comè andata realmente nel nostro bar xkè nessuno di noi ha venduto questo cocktail a questo bambino, xkè x l appunto e’ di un bambino che stiamo parlando. Da non dimenticare che sempre noi gestori se non serviamo da bere a persone che entrano gia ubriache possiamo avere riscontri negativi come già successo da noi e in altri luoghi e bar del paese perche’ NOI PURTROPPO NON SIAMO MAI STATI MONITORATI E PROTETTI DA NESSUNO… mi dispiace ragazzi ma voi non sapete veramente tutte le cose per poter arrivare a parlare in questo modo cosi cruento… dietro il k2 ci sono persone di famiglie umili con piu’ di vent’ anni di esperienza nel settore ma soprattutto un lavoro di sacrifici dove ci porta a lavorare nei giorni piu’ importanti come il natale etc. solo per poter vivere degnamente… cara la pulce vacci piano… stai parlando a sproposito… il nostro lavoro non e fatto solo di bombe…. ma ti ricordo che il mio locale e’ vicino al comune uffici , asl etc. fammi il piacere di riflettere perche’ stai ferendo veramente delle famiglie perbene che hanno solo bisogno di lavorare…informati e ci risentiamo!!!! sono qui per rispondere a tutte le vostre domande..

    • condivido con pati.. tutto il resto..siete dei coglioni..ignoranti che parlano a sproposito…non sapete neanche che significa lavorare..fare i sacrifici..e svegliarsi alle 4 del mattino fino alla notte alle 2 per lavorare..siete ridicoli…siete buoni solo a giudicare IN QUESTO PAESE DI MERDA..!!

  11. Carissimi proprietari del bar in questione,più volte ho consumato da voi cibarie di ogni genere,e in tutta franchezza posso dire di non essermi mai lamentato,solo,che questo accadeva nelle ore diurne! 8.00/16.00,perchè al calar del sole il vostro bar diventa invivibile!
    Drogati e ubriaconi che schiamazzano e che con le loro macchina bloccano il traffico.per dirne una..
    Non vi lamentate se poi succedono queste cose,vendete a tutti i cocktail,senza mai chiedere documenti!non lo fa nessuno,ma anche voi!
    non vi arrampicate sugli specchi,avete torto.
    PUNTO!

    • ABBIAMO TORTO no mi spiace xkè a questo punto hanno torto tutti i bar,xkè quello che tu hai scritto accade anche in tutti gli altri locali e noi stiamo pagando x tutti. Il fatto che entrino dopo una certa ora determinati elementi fà parte dei pro e dei contro del nostro lavoro. Sicuramente nn credo di meritare uno sputtanamento simile e siccome il mio bar e un luogo pubblico nn posso vietare l ingresso a determinate persone ,tu sicuramente nn potrai capirmi, ammeno chè tu nn abbia un attività simile alla mia e dopo questo chiudo

  12. nessuno mette in dubbio il lavoro dei proprietari del k2 né i sacrifici da loro fatti…la cosa assurda è dare ad un bambino un alcolico del genere,e vi assicuro che nessuno avrebbe avuto dubbi nel capire che si trattava di un bambino! È che qui pur di prender soldi ce ne freghiamo delle conseguenze…e inoltre è vergognoso scrivere chiuso per ferie! Nascondiamo ciò che è successo?dato che voi proprietari dite di non aver fatto nulla di sbagliato,perché allora scrivete una cavolata simile?e poi non proteggetevi dicendo che non siete gli unici..ognuno pensi xsè…

  13. mo vu a’vde’ ca l’ama c’rcall pour scous?

    ma se e’ risaputo che i ragazzini vengono li a bere questi cocktail,cosa vi volete difendere a fare?
    glieli dovete dare per forza? che vi minacciano? allora fate una cosa scrivetelo voi un manifesto e appicicatelo alla serranda dove chiedete scusa per l’accaduto e denunciate che in tutta la citta’ si vendono alcolici ai minori e anche le sigarette ai minori. il fatto di aver scritto chiuso per ferie e’ stato un clamoroso autogoal……

  14. Questo è il risultato di un voler emulare ed inseguire a tutti i costi i modelli di altre città, dove forse avviene di peggio, ma a monte esiste un denominatore comune che si chiama “educazione e rispetto”. Per le cose altrui, per il diritto di condividere la città, la notte, la modernità ha un limite, che non deve essere solo quello imposto dalle leggi, ma anche dalla salvaguardia di noi stessi verso gli altri.
    Il vedere distrutti certi valori annichiliscono anche i più duri, qui in città gli esempi vengono dalla società civile che non lesina linguaggi ed invettive che nulla hanno a che fare con la materia della politica, della quotidiana amministrazione, nel dover essere cittadino di questo mondo.
    I bar esercitano anche qualche volta in barba ai regolamenti, ma forse qualcuno ha voluto divertirsi alle spalle del ragazzino, della famiglia, giocando on la vita di un altro essere umano, così come educa la tv demenziale, che ogni sera propina immagini di cattivo gusto, che con il sottofondo della ilarità mettono a serio pericolo la incolumità altrui. E noi “beoni” a ridere. Fatevi anche ora una bella risata! Non ci state? Allora siete sulla buona strada, cominciate ad avere rispetto di voi stessi.

  15. Vorre fare una precisione questi fatti non accadono solo a Cerignola…Quindi basta infierire sempre sulla nostra realtà che seppur assurda avvolte da accettare è la NOSTRA realtà. A voi gestori del bar dico è vero che nessuno dovrebbe permettersi giudicare in modo spropositato il vostro lavoro, è vero che dietro una facciata c’è un grande lavoro fatto di sacrifici ma da buona educatrice e da persona che i problemi dei govanissimi li conosce molto bene mi sento di dire denunciate alle forze dell’ordine i minori che chiedono super alcolici…….Se vogliamo migliorare il futuro dei nostri giovani non dobbiamo farci guerra ma semplicemente cercare di aiutarci a vicenda cercando per quanto difficile di comprendere le esigenze di tutti.

Comments are closed.