Pubblichiamo di seguito una nota del coordinatore di Fli, ex Assessore, Enzo Pece, sulla situazione politica cittadina alla luce del Consiglio comunale di giovedì pomeriggio, con la crisi di palazzo evidentemente non del tutto rientrata, nonostante le dimissioni dello stesso. Ecco il documento completo.

L’ex assessore Enzo Pece – coordinatore cittadino di Fli – dichiara: “Non mi ero sbagliato. Altro che “I magnifici 4”. I consiglieri comunali del Pdl Laguardia, Defeudis, Morano, Netti., si sono confermati come i “4 ricattatori” che continuano, probabilmente per soli interessi personali, a tenere sotto schiaffo la debole maggioranza del Pdl nonché l’inerme Sindaco Giannatempo. Lo avevo denunciato immediatamente. Ne abbiamo avuto conferma oggi. Il motivo della richiesta della mia estromissione era palese. Non era un problema politico per cui se non risolto non avrebbero votato il bilancio di previsione. Continuano a non appoggiare la maggioranza o a farlo a “singhiozzo”. Come dimostrato nel non essersi presentati all’ultimo consiglio comunale. Una intera Città ferma per colpa di “quattro folli” consiglieri.” – Il rappresentante di Futuro e Libertà non è dolce di sale e aggiunge – “sono degli irresponsabili; per loro l’attività politica e amministrativa si è fermata da sei mesi. Mentre a Cerignola si continua a navigare a vista non affrontando né programmando la risoluzione dei suoi problemi così come, nel mio piccolo, stavo contribuendo a fare da assessore, come da loro stessi confermato. I cerignolani ed i loro elettori devono comprenderlo”.

5 COMMENTI

  1. La città ha atteso la fine delle telenovela di: “Pece si, Pece no.” Il teatrino prosegue, ma vista la pochezza di coraggio che continua a farla da padrona, sarebbe più giusto dire quello che i “4 di oggi” vogliono. La nostra bistrattata economia poggia su capisaldi di cittadino e forse una crisetta ogni tanto non guasta se si analizzano i settori trainanti come:
    L’economia, è forse quella che tiene “alto” il nome della nostra città?
    Se è quella, devo riconoscere che è in buona salute, basta guardare le statistiche:
    – Tarocchi e sfasci illegali sono in gran ripresa;
    – Lo spaccio nelle vie cittadine è stabile;
    – Le truffe ai danni degli Enti, in buona ascesa, grazie anche ad autorevoli intrusioni;
    – L’assalto ai blindati ha subito una intensificazione, per i bassi costi delle armi? Ma !
    – Gli scippi e le rapine, ora di veloce esecuzione;
    – I furti d’auto con “ritorno”, hanno tenuta forte;
    -Le estorsioni, hanno ricevuto una buona spinta, a causa della caduta del P.I.L.?

    L’elenco rattrista e dovrebbe mettere in gran allarme tutti noi, che siamo stati dagli stessi cittadini, “mandati per il cambiamento” che ci doveva essere, non penso che siano questi i risultati sperati.
    I padri di famiglia, i figli, sono in attesa che qualcosa si muova, le solite promesse da marinaio, quelle dei politici in cerca di voto.
    Non ci sono più trinariciuti, è arrivato il momento di reagire. Noi tutti indignati, spazientiti, logorati, in perenne attesa, diamo dimostrazione di avere gli attributi per mandare a ranare questa classe politica, giuggerellona, narcisista, affarista, intrallazzata. Avete rotto gli elementi utili per la rinascita.

  2. Ottima disamina……..condivisa al 100%, bravo preambolo.
    Ormai la politica ha perso di credibilità, destra e sinistra sono la stessa cosa.
    A cerignola la situazione è deplorevole……vedi il consiglio comunale del 05 luglio, dove ci sono stati tafferugli tra consiglieri……che spattacolo!!!!!!!!!
    Questi politici devono sparire dalla circolazione “la mia vuole essere solo una condanna politica”, sono poco credibili, pensano in modo sfacciato a fare gli interessi di pochi “palazzinari”. L’unica speranza sono i movimenti politici autonomi, svincolati dalla casta. Pdl, Pd, Udc, Ud capitanata,….scet a fatgh ca fors qualche cous d buon facet……..psciatur e mascalzon!!!! ma chi vi vota…….maledizione.

  3. “non è dolce di sale” non si può leggere. Ma che italiano è?

Comments are closed.