La lettera giunta in redazione da un cittadino e pubblicata di seguito ci parla di buche, un problema storico di Cerignola, che negli anni non si è mai risolto definitivamente. Non si vuole trovare il colpevole ma solo segnalare alla città e agli amministratori la problematica.

A nessuno piace entrare con la propria auto, bici o a piedi in una delle tante buche che da tempo fanno parte del nostro quotidiano. Infatti io, in una di queste, sono capitato il 17-07-2011 su Via Bologna (proseguimento di Viale Fratelli Rosselli). L’impatto con il fondo della stessa è stato terribile e devo riconoscere in me una certa propensione ad andare piano in strada con l’auto, ma qualora fosse capitato a qualcuno dei nostri giovani in moto, motorino o addirittura in bicicletta le conseguenze sarebbero state ben diverse.
A questo punto mi viene da domndare ai tecnici preposti o a coloro che dovrebbero “vigilare sulla circolazione stradale”: ma voi sugli occhi avete una mascherina per proteggervi dai raggi solari?