Ancora una denuncia, questa volta plurima, poiché frutto di diverse segnalazioni, di cittadini che “scrivono per…”. Luogo in questione sono le Poste della nostra amata Cerignola e precisamente la sede centrale, quella nei pressi del Duomo. Oltre infatti a Carmen e tanti altri per cui «posta e raccomandate arrivano con 10 giorni di ritardo», c’è Giuseppe che ci segnala un fatto ben più grave: «nell’ufficio postale c’è chi prende i numeri a prima mattina e li rivende a 50 centesimi o un euro».

Matteo invece ci racconta la cronaca del giorno 1 agosto (ieri). «Dopo una settimana di chiusura per lavori le poste di piazza duomo riaprono il primo di agosto. Le macchine dei numeri sono rotte (dopo i lavori) e la gente è in fila a litigare. Da considerare che sono giorni in cui si pagano pensioni e disoccupazioni. Per concludere, alle 17,00 è stato chiuso l’ingresso, altrimenti non sarebbero riusciti a servire tutte le persone in fila, interrompendo un servizio». E proprio quest’ultimo avvenimento ci veniva segnalato anche nelle scorse settimane da altri lettori. La domanda che di sicuro i cittadini si pongono: “tutto ciò è normale?”.

5 COMMENTI

  1. Non è assolutamente normale che chiudano per “lavori di ristrutturazione” nonostante quella posta sia stata ristrutturata pochi anni fa. E poi c’è da dire che non è normale che in periodo di “disoccupazione” le poste sono gremite, la finanza dorme? Ho visto gente fare la fila per prendere questo denaro e poi tornarsene a casa con auto molto costose e altre che entrando nella posta e incontrando amici esordivano con:”ho appena staccato da lavoro per venire a prendere la disoccupazione”.

  2. Non è normale chiedersi se certi comportamenti rientrino nella normale gestione di alcuni uffici pubblici.In un luogo rinomato per la propria inciviltà e violenza diventa giustificabile qualsiasi comportamento o decisione infelice che venga adottata,per il solo fatto che ci si sente sempre in trincea.

  3. Avevo denunciato già tutto pubblicamente su facebook, chissà ….. Ma vedo che le cose hanno un fondamento…. Ora aggiungo testualmente quanto ho già denunciato su fb.

    “Pubblica DENUNCIA – POSTE ITALIANE, Sedi di Cerignola

    Non bastava l’INPS, ora anche la POSTA.

    Da mesi presso gli uffici postali di Cerignola, in modo particolare – ma solo perchè testimone – presso la sede di Piazza Duomo, si verifica quanto segue.
    L’accesso agli uffici postali, si sa, è regolamentato da numeri di prenotazione che possono essere estratti dalla macchinetta con lettere diverse in base all’operazione da eseguire. Tuttavia, a Cerignola succede che il regolare numero di prenotazione è subordinato ad un altro numero di prenotazione, questo sì IRREGOLARE, in quanto all’esterno degli uffici, in Piazza Duomo, approfittando della bolgia perché sono migliaia le persone che giornalmente si riversano per pensioni e pagamenti vari, ci sono una o due persone che sistematicamente distribuiscono numeri ILLECITAMENTE, e probabilmente anche sotto pagamento di una piccola somma per i primi numeri tenuti riservati! Per cui vuoi sbrigarti? Allora paga! E così va avanti da mesi. Stamattina ho litigato nell’ufficio postale con un dipendente, il quale mi apostrofa: “Pensa ai fatti tuoi. Cosa te ne importa? Va alla messa, va in chiesa e va a confessarti!”, sapendo che frequento la cattedrale. Ho chiamato i carabinieri alle ore 8.10, dal piantone mi viene risposto che sono impegnati in cose molto più urgenti, prendo per buona la cosa …. e passano altri giorni. QUESTA E’ PURE … CERIGNOLA!!!!”

  4. ANDATE AI TABACCHINI A PAGARE LE BOLLETTE. STESSO COSTO NIENTE FILA.
    ANDATE ALLA POSTA SOLO PER LE COSE NECESSARIE.
    PER I PACCHI CI SONO ALTRE AGENZIE PRIVATE CON COSTI SIMILI.
    P.S. NON SONO UN PROPRIETARIO DI TABACCHINI.

  5. Per cercar di cambiare le cose basterebbe non partecipare a certi sotterfugi ed invece aspettare il proprio turno come è normale che debba essere,ma il vero cerignolano non fa altro che sentirsi piu’ furbo degli altri,percio’ in qualsiasi posto dove c’è una fila da rispettare a Cerignola c’è sempre chi non lo fa e si sente l’eroe di turno.Ai cerignolani basta poco per renderli felici,partecipa anche tu alla sua felicità,LUI é PIU’ FURBO DI TE,C’é POCO DA FARE!

Comments are closed.