Il coordinatore cittadino di Generazione Futuro, Carlo Dercole, analizza in un comunicato stampa (che segue integralmente) l’operato della giunta Giannatempo, a poco più di un anno dal suo insediamento. Nelle sue personali “pagelle”, Dercole sintetizza nel complesso un risultato inferiore alla sufficienza, soffermandosi su tutti gli assessori che formano la squadra di governo.

E’ al di sotto della sufficienza il risultato amministrativo con cui il nostro governo locale se ne sta andando in ferie. Ad eccezione dell’Assessore di fatto alla Cultura Franco Conte, il quale si sobbarcherà fino a metà settembre i lavori di coordinamento dei cartelloni estivi canori culturali e di quartieri, i restanti Assessori già se la stanno svignando. Speriamo unicamente che nessuno tra loro approfitti della sonnolenza generale causata dal solleone per fare pastetta con gli impiegati e farci scoprire un domani brutti scherzi…. Ecco però i
nostri giudizi sui componenti attuali della Giunta Giannatempo :

I° )  L’ Assessore all’Ambiente aveva promesso a fine ottobre 2010 che nel giro di sei mesi si sarebbe dimesso qualora il Sindaco, nella qualità di Presidente comandante del nostro Comune azionista di maggioranza del Consorzio d’Igiene Ambientale SIA) non avesse fatto avviare in città la Raccolta Differenziata dei Rifiuti. Gli ottomesi pieni di (in)operatività sono già trascorsi a vuoto. L’ unica differenziata che è partita – anche questa sulla carta perché deriva dal disposto di un’ Ordinanza 15 marzo 2011 – incombe sui venditori d’ortofrutta e di prodotti agricoli marcescibili nonché sugli addetti alla ristorazione, bar, pescherie, pizzerie etc.. : a tutti costoro non è però giunta alcuna chiara e efficace comunicazione. Sono stati distribuiti solo ottanta cassonetti di colore marrone per la raccolta frazione umida utile allo scopo di crearne < compost >. Ci vorrebbe però un forte passaparola fra i soggetti obbligati che invece ammontano a oltre seicento secondo fonti sindacali delle categorie. L’Assessore al ramo competente può già ripiegare in valigia gialla le varie carte e togliere il disturbo…

II° ) L’Assessore alla Sicurezza, che ha incassato – ma sulla carta – l’onore individuale d’ aver contribuito nel suo piccolo a vedersi aumentato il numero dei Vigili Urbani s’ è lasciato scappare dai microfoni di radio TRC nel corso della rubrica domenicale gestita dal partito PDL che alle guardie comunali spetta il solo compito di disciplinare la circolazione stradale. Come possiamo far capire a quest’Amministratore che nel termine e nel concetto “ vigilanza “ deve rientrare un’idea più ampia di “ Sicurezza “ ? Come poi dimenticare le sue frasi, ormai storiche, come la sua persona : “E’ inutile riparare i semafori, tanto poi li rompono”. “I semafori, sono i principali responsabili dell’inquinamento in città”. Ed ancora, come non commentare la sua soluzione al problema sicurezza in Piazza Matteotti? Incalzato molte volte da noi di Generazione Futuro, ha escogitato un piano degno dei migliori strateghi: stazionamento fisso,
irremovibile di vigili urbani davanti l’ingresso della Piazza dalle ore 19 alle ore 23.30! Non  mi assumo io la responsabilità di far capire al caro Assessore che, la movida cerignolana in quella frazione di tempo, dorme ancora beata e che i suoi vigili, al massimo, faranno da vigilanza ai nostri nonni che percorrono quelle strade.

III° ) L’ Assessore allo Sviluppo dr. M. Romano che gestisce anche la delega fantasma alla Sanità non ha compreso l’importanza che rivestono per uno Sviluppo omogeneo il settore turistico ( le due Associazioni da contattare sono la Pro Loco e Gli Amici del Buon Gusto! ) e il settore enogastronomico (l’Agenzia Speciale all’Agricoltura, presieduta da Barrasso non è mai entrata in sintonia con gli intermediari e professionisti della ricca filiera dei comparti ). Poi, come non ricordare quando nel loro unico comizio, si scagliò contro i tagli lineari…neanche questa volta mi assumo la responsabilità di far notare al nostro dottore, che i tagli lineari sono stati introdotti dal Pdl…e lui gridava allo scandalo con le bandiere Pdl che sventolavano alle sue spalle.

IV° – V° ) I due Assessori all’ Edilizia Privata e alla Pubblica + Urbanistica se ne sono andati in ferie come se nulla sia avvenuto, senza cioè rispondere pubblicamente e per le rime all’ accusa mossa ad alcuni imprecisati consiglieri della maggioranza dal costruttore ing. Donato Calice. Infatti quest’ ultimo, sullo scottante Piano Eurocenter F / 3 ( tra V.le Russia e V. Mestre) aveva osato scrivere il 15 luglio u.s. sul giornale L’ Attacco che qualche “ ladro di polli “ di maggioranza ha contribuito a non far approvare in Aula il su citato Progetto targato ing. Calice (qualche maligno ha pensato, chiama “ladri di pollo” in senso dispregiativo, perchè lui si ritiene un professionista in questo campo??) . I due Assessori hanno in tal modo rinviato a settembre (alla scordata e quasi da pusillanimi) ogni chiarimento sul potere che le società Calice presumono di vantare e di esercitare sulla sbandante compagine del pdl.

VI° – VII° – VIII° ) L’ Assessore al Bilancio dr. Nicola Gallo riesce a cavarsela con un 4 meno meno perché con i moschettieri del gruppo
di fuoco in Consiglio de “ La Cicogna “ ha subito addirittura un esposto alla Corte dei Conti a causa di circa due milioni di euro che mal si conciliano tra il bilancio ultimo dell’ Ente Comune e quelli  della derivata “ ASIA spa in liquidazione “. Non esperite ricerche né infine pervenute notizie sull’ operato degli avv. Ruocco (settore Trasparenza e Enti Derivati) e Merlicco (Personale, Contenzioso).

L’ auspicio finale. Noi di Futuro e Libertà, ma in prima linea noi più giovani di Generazione Futuro ci auguriamo che quale che sia il luogo ove andranno a far ritemprare le proprie menti questi amministratori (compresi i 18 consiglieri della maggioranza) essi ritornino a settembre con la coda tra le gambe con un grado di superbia in meno rispetto a quella che sta causando una distanza siderale tra l’uomo della strada e la nomenclatura oggi al governo.

7 COMMENTI

  1. Concordo quasi su tutto tranne che su Suppost lasciamolo stare perchè parlare ne va della nostra dignità. Bravi Generazione Futuro anche se sembra più presente il settore giovanile. L’auspicio tuo Dercole è tempo perso questi sono dei matti che se la credono pure

  2. Ma sig. Dercole, piuttosto di dare voti agli Assessori comunali, pensi al suo italiano… A cui mi sento di darle un gran bel 4! E sono anche una persona generosa!

  3. I più deludenti?
    Per diversi motivi: Gallo e Palladino. La gente aveva molta fiducia i loro. Ci hanno messo poco a capire le regole del gioco e a farle proprie e si sono uniformati al modo di fare di Giannatempo e compagni.
    Dagli altri non ci si aspettava di più. Persone già purtroppo negativamente conosciute.
    Reddavide, Romano, Ruocco, Decosmo, Merlicco.
    Santoro, sufficiente.

  4. Pece, voto 1: resta in carica senza titolo finchè non viene cacciato. Di una tristezza unica.
    Perchè questo ragazzo non dà i voti al suo capo, che ha tentato a tutti i costi di restare in giunta?
    Ricordiamo il lodo-Pece? Fuori i 4 dissidenti, dentro 4 cicogne, di cui 2 in giunta: insomma, stravolgere la democrazia delle urne, gli eletti fuori per difendere i mai eletti. Ma la gente credete che sia scema? Fate i seri, iamm

Comments are closed.