Pubblichiamo di seguito una nota dell’Ass. Gallo riguardante la sospensione del pagamento TARSU nelle borgate voluto dal Pd. Il comunicato chiarisce alcuni passaggi del provvedimento, sottolineando la piena disponibilità dell’amministrazione a risolvere i problemi di chiunque. Ecco il documento completo.

Giusto per essere chiari!

Pur ribadendo la mia piena e completa disponibilità  ad ascoltare e cercare di risolvere i problemi o bisogni da parte di chiunque, a prescindere dalla parte politica che li ha evidenziati, non mi sembra tuttavia giusto denunciare falsi problemi, privi di fondamento, per poi sbandierare soluzioni che in realtà non esistono. Gli abitanti delle borgate hanno rivendicato un loro diritto legittimo nel riconoscimento di sgravi e riduzioni TARSU sugli immobili rurali, che mai nessuno gli ha negato…e che nessuno gli si sta negando! E’ la legge che glielo garantisce!

Sbandierare l’esistenza di tali diritti non significa che esiste un problema, ma semplicemente che il PD non era a  conoscenza che tali diritti erano e sono regolarmente riconosciuti. Un problema lo sarebbe stato se fosse stato il contrario!  Nella riunione ci si è limitati a tranquillizzare i nostri concittadini delle borgate e a venirgli incontro per alleviarli da eventuali disagi delle attività di accertamento TARSU in corso.

MAI i loro diritti sono stati messi in dubbio o male interpretati.

Pur ringraziando l’interessamento avuto da parte del PD, a cui riconfermo tutta la mia piena disponibilità per il futuro,  posso tuttavia con tranquillità affermare che si è impegnato ad inseguire e denunciare un FALSO PROBLEMA, e che pertanto oggi si vanta di una FALSA SOLUZIONE. Grazie per l’impegno, ma si spera per il futuro in confronti su questioni più proficue o perlomeno REALI!

4 COMMENTI

  1. Assessore ma se i soldi della TARSu delle borgate sono ersio revist a bilancio? In realtà avete fatto il tentativo (molti hanno già fatto la transazione, che non andava fatta) e vi è andata male…
    Sarà per la prossima

  2. Assessore ma se i soldi della TARSu delle borgate sono persino messi nel bilancio, e lo sa…
    In realtà avete fatto il tentativo (molti hanno già fatto la transazione, che non andava fatta) e vi è andata male…
    Sarà per la prossima

  3. Gallo sta sempre più dimostrando che a volte non sa nemmneo di cosa parla. Non fa altro che sottolineare che c’è una legge che prevede quanto rivendicato dagli abitanti delle borgate e dal PD e nello stesso tempo non si rende conto che quella stessa legge è stata trasgredita, perchè effettivamente molti cittadini delle borgate sono arrivati a transazione.
    Cosa pensa di fare ora?
    Restituire i soldi indebitamente riscossi in base a quella legge che lui conosce benissimo?
    Il problema denunciato era purtroppo serio e reale, ma anche Gallo ha imparato a minimizzare tutto a spese dei cittadini.

Comments are closed.