A tradirlo è stata la sua passione per le slot-machine. Antonio Di Reda, 39 anni, latitante da circa un anno perchè doveva scontare una pena a quattro anni e dieci mesi di reclusione per traffico e detenzione di sostanza stupefacenti è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Polizia di Cerignola (Fg). L’uomo, colpito da un provvedimento definitivo emesso dalla Procura Generale di Bari, era stato coinvolto il 12 settembre del 2007 nel blitz antidroga messo a segno a San Severo dalla polizia e denominato Joker. Di Reda era stato individuato da alcuni poliziotti che da tempo erano sulle sue tracce: si muoveva a bordo di scooter sempre diversi ma indossando lo stesso casco. Ieri pomeriggio il 39enne è stato fermato mentre giocava ad una slot-machine in un bar della periferia di Cerignola. Alla vista dei poliziotti l’uomo ha detto di poter giocare l’ultimo gettone. Ma anche questa volta ha perso. “Oggi non è proprio la mia giornata”: ha commentato mentre i poliziotti di Cerignola lo stavano accompagnando in carcere. (foto tratta da il grecale.it)