Lo scrittore cerignolano Luigi Lorusso, volontario dell’associazione genovese Zaatar, racconterà, con l’ausilio di video e fotografie, l’esperienza vissuta nel mese di luglio di un viaggio di lavoro e solidarietà a Nablus e in altre città della Cisgiordania occupata.
L’evento, in collaborazione con ResUrb, laboratorio di resistenza urbana, cade in un momento particolarmente delicato per la situazione mediorientale in generale e per il conflitto israelo-palestinese in particolare, subito dopo l’attacco a soldati israeliani nel sud di Israele e i raid israeliani su Gaza, e a pochi giorni dalla richiesta di riconoscimento dello stato di Palestina all’assemblea generale delle Nazioni Unite.
Un viaggio per conoscere e capire le ragioni di chi vive sotto occupazione militare da 44 anni, ma non ha perso la capacità di immaginare un futuro diverso da quello di violenza, miseria e disperazione.
Durante la serata verrà presentato il progetto di solidarietà Let’s learn English, rivolto alle madri di Gaza e ai loro figli.