Pubblichiamo di seguito un comunicato stampa del Partito Democratico col programma completo della festa di partito. Si comincia Mercoledì 31 agosto fino a Domenica 4 settembre. Ecco il documento completo.

Ecco il ricco Programma della Festa Democratica Provinciale che avrà luogo a Cerignola (FG), presso la Villa Comunale a partire da Mercoledì 31 Agosto fino a Domenica 4 Settembre. Tanti gli appuntamenti, dall’area stand del Partito Democratico di Cerignola gestita dai Giovani Democratici, all’ampio parterre dello Spazio Dibattiti che vede tra gli ospiti il Segretario nazionale dei Giovani Democratici Fausto Raciti (31 Agosto) oltre agli Assessori regionali Fabiano Amati e Guglielmo Minervini (1 Settembre) e Angela Barbanente ed Elena Gentile (4 Settembre). Ovviamente presenti tutti i componenti del PD di Capitanata, dal segretario Paolo Campo (3 Settembre) ai Sindaci di Foggia Gianni Mongelli e di Ortanova, Iaia Calvio. Notevole la presenza della società civile negl’interventi previsti; in particolar modo va ricordato l’incontro con Don Michele De Paolis (comunità Emmaus ) che Domenica 4 Settembre alle 11.30 regalerà la sua preziosa testimonianza d’impegno verso gli ultimi della nostra terra. Egualmente ricco è il Programma degli spettacoli; si comincia il 31 Agosto ore 21.30 con U’Papun, la band rivelazione dell’estate pugliese forte del singolo con Caparezza “L’appaparenza” che sta spopolando nelle radio, per passare tra D.Small Band (1 Settembre),  i balli della Tarantula Garganica e concludere, Domenica 4 Settembre, con un’artista internazionale di assoluto valore, CHERYL PORTER, che interpreterà con la sua incredibile voce soul i classici di Mina. Novità assoluta di quest’anno la presenza, Sabato 3 Settembre, degli Artisti di strada dell’Associazione “La Farandula” e ogni sera degli stand dei “Lavori di Capitanata” e “Sapori di Puglia”.

6 COMMENTI

  1. La ricetta giusta di questa città, di questa politica, di questa zona, sono i cartelloni pieni di gente (la solita gente) , quella che fa proseliti, che sciorina programmi, che espone e dispone di progetti:
    – La formazione;
    – La disoccupazione;
    – il lavoro;
    – L’accoglienza;
    – Il sommerso e l’emersione;
    Sono tutti temi con l’apostrofo: Perché l’uso dell’apostrofo suscita tante incertezze? È semplice: perché scritto e parlato non vanno d’accordo.
    Come si può pensare di dire e dichiarare quanto si pensa poter fare l’esatto contrario. Per fortuna la gente (non trinariciuta) l’ha capito, la corsa alla successione del Presidente è iniziata, per fortuna ci sarà posto per altri, (diversi dagli attuali?). Quien sabe?

  2. Madò che evento ci sarà a Cerignola, e con tante novità…………..ma quali????? haaa la solita pupara, circondata da tanti leccaculo, affaristi e pupazzi manovrati alla grande, grandi statisti, grandi gruppi di
    intrattenimento…………
    prrrrrrrrrrrrr………….ma andate a quel paese!!!!!!!!
    Siete poco credibili, la gente pian pianino sta capendo che la politica fatta in questo modo è il cancro della società. Andate a lavorare che la vostra fine è incominciata, il declino della sinistra a Cerignola è inesorabile. Ne vedremo delle belle……..hahahahahaha. Ma chi vi vota!!!!!!!!!!!!!mha????

  3. il partito del PD non si neppure accorto cosa sta avvenendo nel mondo e in italia. si chiede ai cittadini altre tasse altri sacrifici e loro fanno feste spendono soldi. cose da pazzi

  4. Le feste sono un elemento fondamentale dell’autosovvenzionamento di un partito. Così era per le feste de “l’Unità”, così è per le feste democratiche. Appuntamenti che sono poi entrati nel folclore cittadino come la ruota con i prodotti alimentati, la lotteria con in palio la macchina, ecc. servono al partito per poter mettere da parte i soldi necessari per pagare le spese che l’attività politica comporta: affitto sezione, manifesti, comizi… Si chiama democrazia….
    A differenza delle feste di destra, perlopiù di carattere elettoralistico, con investitori disposti a cacciate soldi pur di acquisire “quote” del partito, le feste di sinistra sono quel che rimane di un modo di fare politico ancora legato all’idea che il Partito sia il iuogo della discussione del confronti delle idee da portare in società. Non banchetti da basso impero a base di comici e porchetta, ma anche un modo per poter rendere visibile e confivider con la città un’idea diversa di comunità. Dire che con i tempi che corrono si spendono soldi in feste non ha quindi senso, al contrario questi meeting servono per mantenere la politica autonoma rispetto a tutti quei suoi costi che, ultimamente, tutti vogliono tagliare.

  5. Al signor di: “quando non si sanno le cose”; mi viene spontaneo chiederti ma da dove arrivi? Saresti ancora uno degli ultimi sopravvissuti che crede ancora che i compagni condividano quello che altri non hanno? Allora compagno dovresti chiedere ai tanti Consorti, Prodi, ai tanti Pres. di Coop, ai segret. di Bersani, così da eliminare dalla tua vita questo concetto, con il quale giustifichi le scelte del tuo partito. Sai per caso perchè le assicurazioni hanno questi alti costi? Chiedili al tuo n.6 Segret. Nazionale Bersani; il quale nominato ministro ebbe la felice idea di “preoccuparsi” di liberalizzazioni che ci hanno messo in seria difficoltà con prezzi e non più liberi di sottoscrivere contratti altrove. Vogliamo parlare di Penati? le tangenti sono un comune denominatore nella fazione del compagno, forse meglio stendere un velo pietoso. Parliamo dell’abolizione delle Provincie? Lo slogan abbattiamo i costi della politica? Chi si è battuto pre non far passare questa legge? Chiedilo ai compagni. Buone feste a tutti!!!!!!!!!!!!!

Comments are closed.