Pubblichiamo di seguito un comunicato dell’Avvocato Franco Metta sulla questione dei campi sportivi in zona Torricelli. Ecco il documento completo.

CAMPI SPORTIVI A TORRICELLI….
……. ESPROPRI IN VISTA ?
Persino quando muore un Papa,se ne fa un altro:
non così per il Presidente della Consulta dello Sport.
Che non è morto – Dio guardi,è così giovane,un fanciullino… – ma si é…….
dimesso,ormai da alcuni mesi.
Per motivi misteriosi,della conoscenza dei quali faccio volentierissimo a
meno:
in fin dei conti si tratta di questioni di “famiglia”; zio e nipote non
saranno marito e moglie,ma è sempre meglio non metterci….il proverbiale dito.
Quel che mi preme comprendere è perché questo organismo “Consulta Comunale
dello Sport”,mica … bruscolini….. sia tuttora privo di un Presidente.
Le solite “giannatempate”:
annuncio roboante, comunicati stampa autoreferenziali, un paio di iniziative e
poi ….  Il nulla…….
La questione è importante,non solo perché lo sport è attività negletta in
questa città – ma, mi direte Voi,in questa città quale attività non è negletta?
– ma soprattutto perché siamo alla vigilia di una decisione piuttosto
importante,per adottare la quale occorre una Consulta presente,fattiva,attiva.
Tra poco saranno a disposizione della Amministrazione e della Collettività
cittadina i campi sportivi del Rione Torricelli.
E se è sicuro che i campi saranno disponibili per l’Amministrazione,non si sa
ancora come potrà giovarsene la Collettività.
Molti ricorderanno – e se no ve lo ricordo io –  che nella maggioranza in
proposito v’è stata fibrillazione.
Luca Reddavide dell’UdCap aveva proposto che la gestione degli impianti
sportivi venisse affidata al buon don Vincenzo D’Ercole,parroco a Torricelli.
La proposta era ed è così impropria,così inopportuna e la soluzione
prospettava così impraticabile( d’accordo per primi – credo –  la Curia e il
buon Parroco) che nessuno si è curato di quel che diceva e proponeva il mio
amico Luca.
Ma il problema esiste!
Reddavide  ha centrato il tema,non la soluzione.
Ma gli hanno messo subito la museruola:
“Ragazzini,fate pure chiasso,che tanto non ci disturbate affatto:le decisioni
le prendiamo noi; voi pronti ed allenati ad alzare il braccio”.
Il destino della gestione di quei campi sembra,infatti,già segnato.
Interessano un assessore molto dotato,urbanisticamente parlando,per cui sono
già nella Sua sfera( molto ampia) di interesse e competenza.
Pare che la gestione sarà cosa Sua.
E la cosa mica…..mi e ci…..tranquillizza.
Ecco perché occorre la CONSULTA DELLO SPORT: perché venga consultata e perché
venga garantito l’utilizzo collettivo,equilibrato,ottimale di questi impianti.
Al di fuori di ipoteche personalistiche.
L’idea del Movimento Politico La Cicogna è che i campi abbiano un utilizzo
sociale; siano a disposizione di quanti fanno sport a vantaggio dei nostri
ragazzi meno abbienti; è importante che non finiscano – è già successo in
passato e succede al presente – per essere oggetto di qualche improvvida
convenzione,che finisce per essere il grimaldello con il quale si trasforma una
struttura pubblica in un tenimento privato.
La gestione resti pubblica nel senso più pieno del termine e l’utilizzo
sociale sia garantito dalla Amministrazione Comunale.
Che potrà essere supportata,proprio dalla Consulta Comunale per lo Sport.
Come abbiamo spesso scritto e detto a proposito del Campo Cianci e dello
stesso Palasport, siamo stufi di impianti affidati privatisticamente ed
esclusivisticamente ai soliti noti,a galla con qualsiasi maggioranza politica.
Mi attendo che sul punto l’UdCap di Luca Reddavide si schieri con noi e
concorra ad individuare le modalità di utilizzo migliori.

15 COMMENTI

  1. A pensare male qualche volta ci si azzecca. La Consulta è senza Presidente, dimessosi quando? Forse dopo che la testata che ci ospita pubblicò una dichiarazione dello stesso Reddavide che si auspicava l’affidamento dei campi alla Parrocchia. Ci fu allora, se non ricordo male una levata di scudi contro questo “presunto consiglio”, tanto che si gridò allo scandalo in quanto si insinuò che: per il capogruppo dell’UDCap erano già iniziate le manovre per le prossime Provinciali? Da qualche tempo si sente sussurrare che alcuni “indefessi occulti consiglieri” della maggioranza, che consente all’amministrazione di stare in piedi, hanno avuto una idea geniale, costituire l’ennesima associazione e/o cooperativa di servizi (se ne sentiva la mancanza). Vuoi vedere che tanto va la……………………………………………
    Homo homini lupus!

  2. invece di pensare a chi dovrebbe essere destinata questa struttura rammento che il settore giovanile dell’AUDACE CERIGNOLA, tutt’oggi non ha un campo di allenamento:-( e tra meno di 1 mese dovrà partecipare ai campionati regionali allievi giovanissimi e juniores (unica cerignolana a prendere parte a tutte le competizioni a livello regionale) quindi vogliamo dare una struttura a questi ragazzi?

  3. “è già successo in
    passato e succede al presente – per essere oggetto di qualche improvvida
    convenzione,che finisce per essere il grimaldello con il quale si trasforma una
    struttura pubblica in un tenimento privato.”
    l’avvocato metta cm al solito parla a vanvera…mi scusi ma..SPORTMANIA?? lo gestisce un certo Sandro Moccia??…mmmm….già è vero…ql campo è il suo….ma m faccia il piacere…e poi si informi…è stato riaperto dopo anni il palazzetto dello sport…ed è aperto a TUTTI…basta kiedere…e vengono fatte manifestazioni per OGNI tipo d sport…si sta cercando di valutare anche sport minori che a cerignola vanno alla grande…qndi avvocato…stia zitta che fa solo figure di …….

  4. Vincenzo giannatempo, il cognome è altisonante così come il nome, ma vogliamo parlare del palazzetto dello sport, dove quando qualcuno ha la disavventura di andarci, salire gli spalti e poi ridiscenderli, il più delle volte c’è da lasciarci qualche “giorno di convalescenza ospedaliera”. Sono arci sicuro che qualcuno mi dirà: se non hai l’età per arrampicarti resta a casa. A dirla breve queste sono solo strutture per “alpinisti in alta quota”. Nel periodo dei saggi scolastici, più di una mamma, nonna e zia ci ha rimesso qualche giorno dal traumatologo.
    A proposito dei campi di calcio, qualche sciagurata idea venne quando si “affidò” la struttura in memoria di Cianci a qualcuno, sottoscrivendo una convenzione che non giova al futuro di tanti giovani aspiranti “pedatori”; i quali sia loro che le famiglie si ritrovano ostaggio di “presidenti” e/o Società che piuttosto che perdere il contributo di riconoscimento alle stesse “Scuola Calcio”, impediscono la crescita e magari l’aspirato successo. La legalità è sorella della lealtà! I valori degli individui devono essere riconosciuti e proporzionalmente “ripagati”.

  5. altisonante….wow che ti fa wikipedia…cmq caro Ercules…qste strutture per “alpinisti in alta quota” ti ricordo che sn state chiuse per ANNI…ripeto..ANNI..il sindaco…uno a caso…GIANNATEMPO…ha ft cmq riaprire il palazzetto…e IL signor Allamprese lo ha rivalutato nel migliore dei modi cercando di dare spazio a TUTTI i tipi di sport…
    ti ricordo anche che strutture come il Cianci, o anche il campo a Torricelli…il Carapellese…sono stati voluti e fatti fare sai da chi??? prova a dire un nome a caso?? e già…sempre da Giannatempo..ti ricordo che il sindaco è stato anche assessore allo sport…ricordi le Cerignoliadi?? se vuoi t do la videocassetta…dai su..l’avvocato non sa neanche cosa sia lo sport..e si permette di parlare..cm al solito a vanvera e SOLO ed ESCLUSIVAMENTE per cercare di farsi propaganda…SVEGLIA…qsto tipo di opposizione non aiuta cerignola…
    ps non sto a dirti tt le verità sulla questione Sportmania…ti dico sl ke mio padre, purtroppo è trp buono..e il sign Moccia lo sa..:)

  6. Caro Vincenzo, giusto per completare la notizia…Le Cerignoliadi furono realizzate dietro mia proposta al rientro dal mio primo anno di dirigenza in quel di Pieve Emanuele(MI). Infatti, la scuola che dirigevo, nel lontano 1993, partecipò alle LAMBRIADI, mini olimpiadi riservate ai bambini delle scuole dei comuni vicini al Lambro (Locate Triulzi, Lachiarella, etc….). L’idea mi entusiasmò e , appena rientrata a Cerignola, la proposi all’Assessorato alla P.I ( ah …quanto ci manca!….) .che la accolse molto favorevolmente al punto da concretizzarla con il fattivo contributo mio e dei miei colleghi dirigenti .
    La brochure, infatti, fu realizzata graficamente sul modello di quella elaborata dalle Amministrazioni dei Comuni del Lambro.
    Con questo voglio dire che di gente appassionata di sport e di promozione dello sport ce n’è tanta …
    Cordialmente.

  7. Palazzetto dello Sport………dimissioni di Allamprese da Presidente della Consulta per lo Sport.
    Non è che Allamprese si è dimesso perchè non ha condiviso a chi e in quale modo è stata affidata la custodia del Palazzetto dello Sport.
    Mi rivolgo a tutti i vari sostenitori di Giannatempo e compagni.
    Sapete chi è il custode del palazzetto?
    Sapete come ha ottenuto quel posto?

  8. x lucia lenoci..io m ricordo che le cerignoliadi le ha volute l’attuale sindaco…che allora era assessore allo sport…non prenderti meriti che nn t spettano…oppure..informa bene la gente..:) a presto…

  9. X Vincenzo Giannatempo.
    Intanto non si tratta di attribuire o attribuirsi meriti (come dirigente , ti assicuro, ne ho già tanti…) Chiedi a tuo padre perchè lo ricoderà senza alcun dubbio. Al rientro da Pieve Emanuele, dove si svolgevano le LAMBRIADI, io proposi di realizzare le …CERIGNOLIADI.
    L’idea fu accolta da lui e dall’Assessore alla P.I e tutti si diedero da fare per realizzarle.
    La mia memoria, anche dii tipo documentale, è bel salda anche perchè …gli amministratori passano…ma i dirigenti restano.
    Aspetto che tu possa informarti per confermare quello che ti ho detto.

  10. Al giovane Giannatempo, non avevo e spero di non dover ricorrere a wikipedia, forse ti sono sfuggiti alcuni commenti precedenti, come al solito si comprende benissimo che sei prevenuto contro tutto e tutti, non ambisco alla corte di nessun Avvocto e/o Cavaliere, ma mi permetto di commentare quanto di “buono e di brutto” ritengo possa consentirmi di intervenire. Visto l’animosità che adoperi nel dover a tutti i costi difendere l’operato del Giannatempo Sindaco (encomiabile lo spirito di corpo e la tenacia di famiglia), perchè non spieghi a me mortale del perchè nessuno in tutti questi anni (forse il Sindaco oggi o l’Assessore ieri) non hanno preso il coraggio a due mani e fatto cessare “l’ostruzionismo criminale” che verte sulla apertura del Bar-Circolo di Ristoro della Villa Comunale? I meriti da te giustamente vantati sono in qualche modo “rivendicati” da altri coprotagonisti. Per questa iniziativa e per l’altra all’interno dell’ospedale Tatarella, non avrebbe comprimari, ma potrebbe contare sull’assistenza della legge, la quale ha il dovere di intervenire a tutela. VOLERE E’ POTERE. Dimostriamo a questi parassiti che la longa mano della legalità arriva; alla lunga vince!

Comments are closed.