Ancora nessuna notizia di Rosaria Pugliese, la giovane cerignolana scomparsa il 2 settembre senza lasciare alcuna traccia. Disperato l’appello della mamma Pina, che martedì 13, nel corso della trasmissione Mattino Cinque, aveva lanciato l’appello: “Per prima cosa mi rivolgo a chi ha preso mia figlia. Voglio sapere dove si trova e se sta bene. Dateci delle notizie. Poi mi rivolgo a Rosaria. Figlia mia, tu lo sai che ti vogliamo bene. Ti aspettiamo a braccia aperte tutti. Non importa quello che hai fatto, ti perdoniamo. Stiamo tutti male anche i nonni. Se non vuoi parlare con noi, mandaci un messaggio o parla con tuo fratello o con tua cugina Gerarda che sta male. Rosaria io spero di avere tue notizie, lo sai che ti aspettiamo. Io sto male. Non ce la faccio più”. I carabinieri indagano su più piste, dall’allontanamento volontario al rapimento, nessuna possibilità è esclusa per il momento. Nei primi giorni successivi alla scomparsa, la mamma aveva anche implorato una ricerca nelle campagne circostanti Cerignola, forse perchè pensava al peggio. Sono ore di attesa angosciante per la famiglia, testimoniate anche dalla diretta televisiva di ieri sera con “Chi l’ha visto” quando, sempre la madre della giovane ha ricordato alcuni passaggi dei primi momenti successivi alla scomparsa: “Il primo pensiero è che l’abbiano rapita. Rosaria è una ragazza allegra e solare. Era tranquilla” – così esordisce Pina Sorrenti, mamma di Rosaria- “frequentava un ragazzo da 4 mesi. Ho parlato con lui ma dice di non sapere nulla. E’ uscita di casa solo con il cellulare e 5 euro in tasca”. Nella trasmissione di ieri sera su Rai 3, sono giunte numerose segnalazioni che avvistavano la giovane Rosaria a Catania, in Sicilia, nei pressi di Corso Italia. Le ricerche proseguono e prende sempre più piede la possibilità di un allontanamento volontario. Vi terremo costantemente aggiornati.

1 COMMENTO

Comments are closed.