I militari della Guardia di Finanza di Cerignola hanno denunciato un imprenditore vinicolo per evasione. Nel corso delle indagini gli investigatori hanno accertato che, l’indagato, amministratore di un’azienda vinicola di Cerignola ha sottratto a tassazione, ai fini delle imposte sui redditi, base imponibile per circa 500 mila euro, ha omesso di versare imposte dirette ed indirette per circa 950 mila euro e contributi assistenziali e previdenziali per 23 mila euro. L’imprenditore, inoltre, è accusato di aver evaso l’I.v.a. per circa 100 mila euro: stesso indagato che si è autoassegnato utili, omettendo poi di dichiararli al fisco, per 1.411.000 di euro.

29 COMMENTI

  1. Perchè non pubblicate Nome e Cognome di questo imprenditore???????Come avete fatto per alcuni eventi tragici che sono successi nella nostra città??????????????????

  2. Abbiamo già risposto in altri articoli su tale questione e lo ribadiamo: non dipende da noi. Trattandosi di comunicati delle forze dell’ordine, ci giungono in redazione così come li vedete pubblicati, quindi non si tratta di omissioni. Sperando di avere nuovamente chiarito, vi auguriamo buona navigazione sulla nostra testata, grazie.

      • Guarda che se gli addetti ai lavori (ovvero le forze dell’ordine) non ti dicono il nome dicendo che non sono tenuti a rendere pubblico il nominativo, diventa difficile informarsi come dici tu. Evidentemente avranno i loro buoni motivi per non rendere pubblici i nominativi. NON DIPENDE DA NOI… CHIARO!!!!
        Staff!!!

  3. giustamente volete nome e cognome x poi stare li a commentare e criticare e fare i moralisti giusto???fate pena!

    • Francesco… i moralisti bisogna cominciare a farli! Soprattutto quando si è con la coscienza apposto per ciò che riguarda il pagamento delle tasse!!!!
      Evidentemente la tua reazione ti tradisce!
      Ci Dovremmo indignare sempre se qualcuno evade, perché chi ci va di mezzo siamo noi onesti cittadini chiamati ogni volta al nostro dovere !!!

  4. COME VEDETE AUMENTARE LA TASSE SIGNIFICA FARLE PAGARE ANCOR DI PIU’ A CHI GIA’ LE PAGA. GRAZIE SILVIO

  5. L’unica cosa che realmente fa sensazione in tutta la sua grandezza è quella che “NON SARA’ MAI L’AMMINISTRATORE DELLA MIA AZIENDA”. Tutte le “distrazioni” amministrative che sono elencate, dimostrano il tracotante spregio alle elementari regole amministrative, quindi va condannato solo per averle pensate, dopo salassato perchè solo un presuntuoso può incorrere in tante distrazioni fiscali “fottendosene” di tutti i controlli e controllori.
    Il nome e cognome servono per tante cose, ma anche per metterci in guardia, qualora, come spesso avviene, rimesso in circolazione con un nuovo numero di “targa” per mantenere il suo standard di vita reiterasse il reato, quindi potrebbe coinvolgere , nostro malgrado, anche noi poveri tapini.
    Quando si vogliono fare i conti senza l’oste.

  6. certo a voi fanno “senso” le evasioni elevate come in articolo, ed è giusto. stiamo comunque parlando di delinquenti veri e propri. ma pensateci bene: gli unici che pagano realmente le tasse sono impiegati e commercianti. poi c’è una marea di gente, che al minimo risultano indigenti, al limite pagano una misera parte di quello che guadagnano. non conoscete nessuno fra i vs. tubisti, elettricisti, fabbri, falegnami, estetiste, avvocati, medici, etc etc, che rilasciano mai una fattura o una ricevuta fiscale? guardate il loro tenore di vita o le case che si comprano. invidia? forse, però a me rode che cio’ che lascio allo stato, serva per pagare i servizi di base anche per questa gente, che gira con macchinoni di lusso, e si veste nelle migliori boutique. io vado all’oviesse, e continuerò a muovermi con una macchina di 14 anni, purtroppo!

    • Io rivedrei anche la posizione dei commercianti… “liberi” di scontrinare o meno… piegati agli studi di settore… gli unici sono i lavoratori dipendenti… volenti o nolenti !!!

  7. Bravo Piero, adesso chi evade IVA guadagnerà ancora di più……….si sta già sfregando le mani………… Francesco non ti conosco, ma non ti viene rabbia sapere che tanti imprenditori disonesti vivono alla grande e tanta gente onesta che paga TUTTO non riesce ad arrivare a fine mese? Be’ a me rode tanto ma tanto perché non si dovrebbe dire chi e’ questo ” illustre “imprenditore? Non mi sento certo moralista. Grazie

  8. Ma è proprio necessario che la redazione pubblichi i nomi degli evasori? Ci sono i più bravi e + fortunati e i meno bravi e meno fortunati!! Quindi nn avete bisogno di nomi . Certo la pubblica gogna sarebbe auspicabile (se servisse a qualcosa considerando i valori dell attuale società) . Piuttosto, parlando di gente stimata, nn ci sono mai nella cronaca notizie che riportano di distrazioni amministrative di esimii dottori o notai!! Immaginate che guadagno sarebbe per l’Erario!

  9. Il problema è che le notizie le prendono da altri siti internet, quindi come le pubblicano così copiano e incollano, tra l’alytro hanno il buon gusto di non citare neppure la fonte…. questo è giornalismo!! 😉

    • Con una falsità abnorme ti sei guadagnato il tuo piccolo momento di gloria e hai regalato a noi una grassa risata. Bravo!

  10. Intanto, ad oggi l’unico giornale vero e serio rimane, per me , la notiziaweb.
    Che vi piaccia o no, per essere seri bisogna seguire le “regole” del giornalismo, e non fare giornalismo selvaggio, per cadere nei più banali errori che poi se ne pagano le conseguenze nei tribunali.

  11. sai c’e’ chi viene beccato a fumare una canna e sbattuto in prima pagina con foto e quant0’altro e chi evade il fisco per milioni di euro e non si sa nemmeno chi sia,LA LEGGE DOVEVA ESSERE UGUALE PER TUTTI,anche da queste cose.

  12. Per la redazione.
    Come al soltio niete nomi, se invece coltivi due piante di mariuana articoli per tre giorni nome cognome ed cronologia della sua vita con foto e quant’altro, vi sembra una cosa corretta?
    Ma avete cosi’ tanta paura a fare i nomi di queste persone?
    la prossima volta allora non publicate i nome di quelli arrestati per reati piccoli.
    Come al solito a pagare sono sempre i piccoli.

    • Caro indignato, a questa sua gratuita accusa, già illustrata ampiamente da altri utenti anonimi, evidentemente interessati in prima persona, abbiamo ampiamente risposto. Veda i commenti precedenti al suo e lo scoprirà. Noi non sappiamo i nomi di questi elementi. Quando ci mandano comunicati con nomi e cognomi, li mettiamo; diversamente non possiamo inventarceli. Inoltre, non ci è dato di saperli neanche se andiamo a chiederli direttamente alle forze dell’ordine. Perciò ci atteniamo agli elementi in nostro possesso.
      Piuttosto ci chiediamo: è tanto difficile capire che questi sono dei comunicati emessi dalle forze dell’ordine?
      Se dipendesse da noi li metteremmo sempre i nomi, ma molto spesso non li conosciamo neanche noi.
      SPERIAMO DI AVERVI CHIARITO IL CONCETTO!!!!
      Staff!!!

        • La parcondicio è ben altra cosa…
          Noi pubblichiamo le notizie cercando di dare ai nostri lettori maggiori informazioni possibili. I nomi sono elementi importanti e, quando ne siamo in possesso, crediamo indispensabile inserirli. Cerchiamo, per quanto possibile, di fare una informazione pulita e completa… non spetta a noi giudicare il “piccolo” o il “grande” ladro. Ci atteniamo ai fatti!
          Staff!!!

  13. massì, e non mettiamo neppure le iniziali…indichiamoli con N.H. (nobiluomini, per chi non avesse capito), perchè tanto a Cerignola è titolo di onore e merito fregare il prossimo!!! Ahahahahah

  14. I nomi di questi grandi malfattori non vengono resi noti perchè altrimenti tutti saprebbero che non hanno avuto alcuna sanzione.!!

Comments are closed.