«Se sei racchia te ne devi stare a casa, la bellezza è un valore, deve essere pagata. Chi non lo capisce e parla di ruolo della donna non deve rompere i …». Queste le parole della escort barese Terry De Nicolò a “L’Ultima parola” di Gianluigi Paragone (intervista di Vittorio Romano). Una video intervista con affermazioni “forti” in cui, sempre secondo la De Nicolò, ogni donna sarebbe disposta ad andare da Silvio, anche «a piedi, correndo anche». Il sistema della “donna-tangente” esiste da sempre per la escort barese che con naturalezza afferma anche che da imprenditore onesto «non fai un grande business», proponendo una immagine corrotta e per nulla solidale del sistema italia. «Più in alto vuoi andare – continua la escort – e più devi passare sui cadaveri. E’ così, ed è giusto che sia così». Appare poi turbata dall’idea «moralista della sinistra» per cui «tutti devono guadagnare 2000 euro al mese, tutti devono avere diritto. No. Qui è la legge di chi è più forte, di chi è leone». E il sistema donne-feste-appalti a sinistra? «A sinistra è peggio, perchè sono loffi e non pagano. A destra almeno…». Detto ciò, sbaglierebbero le donne ad indignarsi? E i cittadini italiani?

LINK del Video Integrale

14 COMMENTI

  1. Sono d’accordo solo su un punto…quella dell’imprenditore ricco = imprenditore ladro. Perchè negare che l’Italia è questa!? Basta vedere i nostro micromondo cerignolano per capire il costruttore che ruba e quello no, l’imprenditore onesto e quello no!
    Per il resto…se questo è il pensiero e l’etica della donna di oggi…spero di avere, ed auguro a tutti i lettori di questo sito “…figli maschi!”

    Grazie per lo spazio.

  2. Una prostituta viziata, dalla lingua lunga. Ci vorrebbe una pulizia etnica per l’80% degli italiani: questa donna, per esempio, andrebbe frustata ripetutamente, col pene del vitello!

  3. non abbiamo ancora capito che l’Italia è un paese libero, dove vige la democrazia, pertanto sia la bella che la brutta possono darla senza dar conto a moralisti e pseudomoralisti, bigotti e pseudobigotti…donne fate pure le pro… non dovete dar conto a nessuno….W L’ITALIA

  4. Il problema non è darla. Il problema è darla in cambio di soldi o appalti o favoritismi o ministeri. Questo è il problema. Se sei bella e la dai, beato chi ci capita, ma se lo fai per “fottere” il prossimo allora no.

  5. certo, il fatto che si sia passati dal rinascimento, i santi, i poeti e i navigatori, etc non interessa più a nessuno, ormai.
    meglio l’italia dei corrotti, delle troie e dei vecchi impasticcati di pillole blu (praticamente, montecitorio). se non hai un corpo da “vendere”, o se non hai soldi per “comprare”, non sei nessuno.
    @ andrea, quando andrai sulla luna, chiamami.

  6. Il mestiere più antico che la storia ricorda, oggi ha avuto la sua santa beatificazione. Dopo anni traascorsi a trovare nomi e nomignoli che davano la giusta idea di quello che rappresentavano, allo stato attuale si è vista certificata una qualità oggettiva, se sei bella sei “una escort di qualità” quindi hai la categoria “A”, come la patente di guida con valutazioni al contrario, fino alla “E” pubblica, cioè la qualifica che puoi darla a tutti indistintamente, senza avanzare pretese. Come in altri commenti era stato rilevato che un qualsiasi pelo di donna abbia a muovere un gregge di uomini, questa la dice lunga sulle nostre scelte di ieri e di oggi. Mi devo complimentare con il progresso, le dimensioni che il fenomeno in se ha provocato, senza allusioni, ma ci troviamo circondati da coloro che oltre a non avere nessuna considerazione nei confronti delle donne in generale, ma ritengono che si debba essere di destra e sinistra per ottenere una specializzazione tra “escort progressista e conservatrice”. Non certo per il modo in cui si preservano i ricordi? Ma forse per la qualità dei principi e preliminari di approccio. Complimenti vivissimi, forse si rimpiangeranno i tempi in cui si era costretti a “sacrificarsi” per portare benefici a casa, ma allora è sempre d’attualità il luogo comune, tratto da una espressione cinese che recita: quando arrivi a casa batti tua moglie, tu non conosci il motivo, ma lei lo sa benissimo”. Evviva gli sposi!?

  7. Magari cio’ che ha detto la dolce signora si scontra fortemente con i nostri principi piu’ o meno sani, ma su un punto sono d’accordo purtroppo che qui e ribadisco purtroppo vige la legge della giungla, quello di terry e’ il mestiere piu’ antico del mondo e lei lo sfrutta per arrivare da qualche parte, ma voi lo sapete quanta gente scavalca gli altri fregandosene se non ha i requisiti se non e’ capace o se e’ un/una buono/a a nulla? Oggi si arriva molto in alto facendo quello che fa terry e non dandosene a vedere, lei almeno lo fa alla luce del sole o quasi ma in giro c’e’ un sacco di gente che fa anche di peggio e nessuno o quasi lo sa, io quando vado in giro nei pubblici uffici vedo che lavora gente che non era in graduatoria che aveva sbagliato il concorso o che il concorso non lo aveva nemmeno fatto eppure e’ li’ che lavora, scavalcando persone piu’ brave di lui o di lei e fregandosene della graduatorie e dei meriti, queste cose le sanno tutti e tutti lo dicono a bassa voce, purtroppo terry lo fa apertamente e viene colpevolizzata.

Comments are closed.