Anche il sottosegretario all’Interno Mantovano presente all’incontro organizzato dalla Consulta Provinciale degli Studenti di Foggia in collaborazione con l’Amministrazione Comunale. A lui affidate le conclusioni: in programma  interventi del Procuratore distrettuale antimafia Laudati, del vicecapo della Polizia di Stato, Cirillo, e del comandante Legione Carabinieri Puglia, il generale Visone.

“La scelta di Cerignola come sede del vertice nazionale sulla legalità è un onore per la città e di questo devo ringraziarela Consultae il Prefetto. Lunedì prossimo si potrà affrontare un tema tanto importante e sentito in Italia alla presenza di alte cariche istituzionali ma potremo anche porre l’accento sulla delicata situazione dell’ ordine pubblico in una zona ad alta densità criminale come purtroppo èla Capitanata”. Così il Sindaco Antonio Giannatempo sull’iniziativa organizzata dalla Consulta Provinciale degli Studenti di Foggia, che si terrà lunedì 26 settembre, alle10, acui il Comune di Cerignola ha collaborato mettendo a disposizione il Teatro Mercadante. L’incontro, che rientra nell’ambito della programmazione interistituzionale “Primavera della Legalità” ed è patrocinato dal Ministero dell’Interno, ha ottenuto il pieno sostegno del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.La Consultaha infatti ricevuto nei giorni scorsi una medaglia che il Capo dello Stato ha voluto destinare agli organizzatori come suo premio di rappresentanza. E’ il secondo riconoscimento di questo tipo all’organismo studentesco nel giro di pochi mesi: nel maggio scorso, infatti,la Consultaottenne la medaglia della Presidenza della Repubblica in occasione della Giornata Provinciale dell’Arte e della Creatività.

“E’ un motivo di speranza sapere che questo incontro è stato promosso da un gruppo di ragazzi – aggiunge Giannatempo – è la dimostrazione della sensibilità nei confronti di questo argomento da parte di un gran numero di giovani, spesso dipinti come indifferenti e vuoti”.

Si comincerà con l’inno nazionale eseguito dal coro dei bambini delle scuole elementari di Cerignola e la lettura dei messaggi di saluto pervenuti da parte di alcune autorità istituzionali. Dopo la prolusione di Felice Piemontese, presidente della Consulta Provinciale degli Studenti di Foggia, ci sarà il saluto ella dottoressa Romana Di Febo, della Direzione Generale per lo Studente del Ministero dell’Istruzione.

Sarà poi la volta di due interventi introduttivi, quello del Sindaco Giannatempo e del Vicario Generale della Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano, monsignor Carmine Ladogana.

A partire dalle 11.30 sono previsti gli interventi di Giuseppe De Sabato, dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale d8i Foggia; del presidente della Provincia di Foggia, l’onorevole Antonio Pepe; del Procuratore distrettuale antimafia di Bari, Antonio Laudati; del Comandante della Legione Carabinieri Puglia, il generale di brigata Antonio Visone; e del vicecapo della Polizia di Stato, Francesco Cirillo.

Verrà poi dato spazio ai rappresentanti delle Consulte Provinciali degli Studenti Italiane e ad alcuni studenti degli istituti di istruzione secondaria superiore di Cerignola. Le conclusioni saranno affidate al Sottosegretario all’Interno, l’onorevole Alfredo Mantovano.

2 COMMENTI

  1. ATTIVITÀ CULTURALI- VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO AMBIENTALE E CULTURALE DEL COMUNE- SCUOLA E UNIVERSITÀ- UTILIZZO TECNOLOGIA PER DIGITALIZZAZIONE P.A.- LEGALITA’ E LOTTA ALLA MAFIA-
    INTEGRAZIONE E INTERCULTURALITÀ- SPORT- LOTTA AL DISAGIO GIOVANILE- INFORMAZIONE E PUBBLICIZZAZIONE CONSULTA- ORDINAMENTO INTERNO DELLA CONSULTA- AUTONOMIA FINANZIARIA DELLA CONSULTA- DIRITTO ALLA PARTECIPAZIONE

    • La Consulta è luogo di confronto su tutte le tematiche giovanili, ed in quanto tale deve essere aperta a tutte quelle realtà politiche ed associative che vogliano dare il proprio contributo nell’interesse dei giovani e del paese.

    Questi 12 Comandamenti sono it timone di un organismo che poggia la sua esistenza su concetti e principi di democrazia sociale e libertà individuale, ebbene nello scegliere la Città di Cerignola come sede per il prossimo incontro sulla legalità, abbiate a cuore l’affrontare con cognizione di causa la situazione di questa città di frontiera, la quale giornalmente mostra il lato peggiore dei mali che attanagliano la nostra Società. I motivi possono essere tanti, ma qui ritengo si annidano i “presunti privilegi” per pochi, dove tutto è possibile perchè ho il LUI di turno al quale nessuno può opporsi.
    Vista la presenza di autorevoli ed accreditate autorità, perchè non approfittarne per fare loro una domanda: Nella villa Comunale , il veto da parte di un “LUI o LORO” , Risulta preclusa l’apertura di un bar-caffetteria, con una struttura esistente, ma da circa 20 anni “chiusa” per volere di “LORO”, nonostante le inutili e ripetute ristrutturazioni dell’immobile.
    LA LEGALITA’ HA la COSCIENZA E LA CONSAPEVOLEZZA DI VINCERE IL SOPRUSO IN TUTTE LE SUE FORME: DIMOSTRIAMOLO.!

  2. ARRIVA MANTOVANO E METTE APPOSTO TUTTO RAGAZZI, VEDRETE; DA DOMANI: COME X MAGIA SPARIRà LA CRIMINALITà; I SOPPRUSI; E TUTTO IL RESTO!

Comments are closed.