Ritorno al “Monterisi” anche in campionato domani per l’Audace Cerignola, che affronterà il Vieste nel quarto turno di Eccellenza. Un derby affascinante e dalle grandi attese per due formazioni che si propongono di ben figurare nella stagione. I garganici hanno il difficile compito di riconfermarsi quale sorpresa del torneo, dopo aver sfiorato i playoff l’anno scorso: tutto questo nonostante il corposo rinnovamento che ha riguardato la compagine viestana. E’ partito Franco Cinque (mister delle promozioni) verso Manfredonia, portando con sé alcuni degli alfieri che hanno regalato soddisfazioni alla tifoseria, soprattutto i fratelli Rocco e Paolo Augelli, inseguiti anche dall’Audace nel mercato estivo. Il nuovo tecnico è Loporchio, il quale predilige schierare una formazione d’attacco con un 4-4-2 molto ficcante ed operativo sulle fasce laterali che può trasformarsi anche in uno spregiudicato 4-2-4. Accanto alla bandiera Colella e ad altri protagonisti delle ultime fortunate annate, sono giunti nelle fila biancocelesti calciatori di spessore e sostanza, mettendo a tacere le voci di ridimensionamento che già si diffondevano sull’operato della dirigenza. Una decina i nuovi volti, tra cui si ricordano il mediano Celio, i difensori Granatiero e Rotunno e soprattutto gli attaccanti Compierchio (ex Foggia e con trascorsi in C) e Prest (argentino che ha militato nelle serie cadette di Scozia e Spagna). In tre partite l’Atletico ha raccolto 4 punti (6 reti realizzate, 4 subite), presentando come biglietto da visita la scintillante vittoria di sette giorni fa con il Terlizzi, con proprio Compierchio gran protagonista.

Un incontro non facile per il Cerignola, anche perché dopo la scoppola subita giovedì in Coppa dal Bisceglie si sono un po’ smorzati il buonumore e la convinzione per una squadra che, occorre dirlo risultati alla mano, ha comunque 7 punti in cascina in tre gare di campionato. C’è da sottolineare come il Bisceglie fosse un test molto probante con la formazione forse più accreditata per vincere, ma sicuramente gli uomini di Di Corato sapranno girare pagina e regalare una gioia ai supporters nel ristrutturato stadio cittadino. Capitolo formazione: il mini turn over operato dall’allenatore di Ortanova ha fatto rifiatare Di Pinto, D’arienzo e Millan i quali riprenderanno con certezza il loro posto; il dubbio principale è sostituire lo squalificato Riontino in mezzo al campo e probabilmente si opterà per lo spostamento a fianco di Malerba dell’argentino Millan, finora abbastanza appannato nelle sue esibizioni. Sulla rampa di lancio l’under ’95 Binetti, la piacevole sorpresa di questo avvio di stagione, che potrebbe essere rischiato fin dal primo minuto: a cercare di perforare le maglie difensive ospiti ci penserà Rossi Finarelli, già ben inserito ed integrato negli schemi offensivi. Calcio d’inizio alle ore 15.30, la direzione di gara affidata al sig.Calvaruso di Casarano. Nel precedente dello scorso gennaio i gialloblu travolsero 4-0 i garganici: questa volta però ci si attende un match più equilibrato e combattuto.