I finanzieri della tenenza di Cerignola hanno scoperto che un avvocato di quel capoluogo ha nascosto al fisco cospicui compensi percepiti in nero per una somma complessiva di oltre 200 mila euro. Durante i controlli è stato anche appurato che il professionista, in alcune annualità, ha dichiarato all’erario compensi non superiori ai tre mila euro. Nel particolare, i finanzieri hanno accertato che per gli anni d’imposta dal 2007 al 2010 l’evasore ha:
•sottratto a tassazione, ai fini delle imposte sui redditi, compensi complessivi per 163 mila euro;
•evaso I.V.A. per oltre 38 mila euro;
•omesso di dichiarare ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive per oltre 153 mila euro.
Il professionista è stato segnalato all’Agenzia delle entrate per il recupero delle imposte dovute.

8 COMMENTI

  1. Meno tasse più controlli.
    Basta assumere i laureati in economia disoccupati per stanare gli evasori.

      • Stiamo calmi con le parole. Il nome non lo sappiamo. Appena avremo novità ve le faremo sapere. Se nel frattempo ne avete voi potete aggiornarci, ve ne saremo grati. Per il momento moderiamo la parole, per favore, altrimenti saremo costretti a cancellare i commenti o peggio ancora a chiudere la possibilità di commentare. Grazie per la collaborazione… Staff!!!

  2. Avvocati…………razza pericolosa.
    Sono convinti di essere molto furbi, e di cavarsela sempre…..questo e’ solo il primo caso. INDAGATE CHE TROVERETE GRANDI SCOOP. In galera devono andare sti quattro pagliacci, che sfruttano i giovani laureati e che evadono il fisco, facendo uscire criminale per strada. IN GALERA!!!!!!!!!!!!!

Comments are closed.