Il campionato di Basket Serie D, alla sua seconda giornata, conferma l’ottimo inizio della Solenergy Udas ed il momento negativo della Mediterranea Di Donato. Partiamo dagli udassini di Rosario Saracino, impegnati sabato scorso a Bari contro la Don Bosco, già giustiziera della Mediterranea; l’inizio non è proprio di quelli che incoraggiano, anche perché i padroni di casa almeno per la prima parte della gara mantengono una buona supremazia, arrivando all’intervallo lungo con un +18. E’ qui che il coach biancazzurro dà la spinta giusta ai suoi ed all’inizio del secondo tempo è tutt’altra musica, con una buona difesa e con molti palloni recuperati in extremis, si arriva al sorpasso verso la parte finale della gara, con i baresi che hanno cercato disperatamente una rimonta che non è arrivata. ’’E’ stata una gara difficilissima, avevo visto i miei giocatori non concentrati a dovere: ho dovuto arrabbiarmi per dargli una reazione di fiducia. Lo hanno capito ed abbiamo portato a casa il secondo successo stagionale, ed anche la testa della classifica’’ ha detto al nostro giornale mister Saracino. Anche se in condominio con altre squadre, l’Udas si gode la vetta e pensa a preparare la prossima sfida in programma domenica 9 ottobre alle 19.15, al Palasport Giovanni Paolo II contro l’Angiulli Bari, vincente ieri per 72-64 contro la Fulgor Molfetta. Per la Mediterranea Cerignola invece, è un inizio delicato e difficile della stagione; dopo aver perso per un punto con Bari per 64-65, partita viziata anche da alcune decisioni arbitrali discutibili, il derby di Foggia contro il Cus era l’occasione giusta per il riscatto. I cugini foggiani si sono imposti per 80-72: ma la formazione di Maurizio Stagnì non demerita anche se avrebbe potuto fare di più e comunque non dimentichiamoci che anche la scorsa stagione si era partiti più o meno in questa situazione, riuscendo poi a fare una rincorsa incredibile che ha portato la squadra prima a salvarsi, poi a sfiorare i play-off. Per ora c’è solo da rimettere in sesto il fattore psicologico, anche perché bisogna cercare sin da domenica prossima la vittoria in casa, alle 17.15 contro l’Apricena all’ultimo posto in classifica e sconfitta ad Altamura per 84-74.

4 COMMENTI

  1. filippo, hai fatto parte, piacevolmente per noi, dei soliti idioti…!alla prossima

Comments are closed.