Pubblichiamo di seguito una nota stampa del Movimento Politico la Cicogna sull’iniziativa di Domenica 2 Ottobre quando, il gruppo civico, ha provveduto a ripulire la Piazza del Cinquecentenario, nei pressi della Scuola Don Bosco. Ecco il documento completo.

Tapparelle, sacchi per il cemento, flessibili di lavabo, profilattici, oltre bottiglie, cartacce e contenitori di plastica. Questa è solo una parte del raccolto derivante dalla pulizia che, il Movimento Politico “La Cicogna” e la sezione locale della A.E.Z.A. (Associazione Europea Zoofila Ambientale), hanno effettuato, questa mattina, in Piazza del Cinquecentenario, nelle immediate vicinanze della Scuola Media “Don Bosco”, Domenica 2 ottobre, u.s. .

Dieci sacchi di spazzatura, questo è stato il frutto del “raccolto” che, il binomio A.E.Z.A. – Cicogna, ha messo a segno durante la pulizia della Piazza, sita nel Rione San Matteo, così da contribuire, decisamente, a riportare un po’ più di decoro a una delle zone più storiche di Cerignola.

Gli abitanti del quartiere hanno apprezzato l’iniziativa e, successivamente, soffermatisi con gli esponenti del Movimento, hanno esternato tutte le perplessità sulle condizioni del quartiere, legate proprio alla pulizia delle strade e al mancato controllo da parte degli uffici preposti. Sono apparsi visibilmente sconsolati del servizio di igiene ambientale prestato dalla SIA, e tra le tante questioni, hanno sottolineato il lassismo di questa Amministrazione Comunale che e gli stessi abitanti gfanno sapere che attendono ancora risposte sui problemi della sicurezza, disoccupazione ed emarginazione sociale. “Abbiamo dimostrato, ancora una volta, all’Assessore all’Ambiente, al Sindaco e anche al Dirigente della SIA, Dottor Vasciaveo, che non è un’impresa da “titani” dedicare un’oretta per la pulizia di questa piazza che, evidentemente, da tempo, non vede un operatore ecologico” -ha affermato il Presidente del Movimento “La Cicogna”, Avv. Franco Metta, che ha aggiunto: “Purtroppo, quando manca la volontà di amministrare, quando manca la volontà di cercare di dare una soluzione ai problemi di Cerignola, ma si pensa solamente agli interessi dei soliti pochi, ovvio che, noi deLa Cicognacon la preziosa collaborazione dei volontari della sezione locale dell’A.E.Z.A., saremo costretti a sostituirci a coloro che non fanno il proprio dovere”.

8 COMMENTI

  1. Iniziativa ammirevole, ma sarebbe stato meglio lasciare tutto com era perchè adesso gli incivili potranno sporcare nuovamente….tanto c è qualcuno che pulisce!!!!

  2. Iniziamo ad educare noi stessi..poi parliamo degli altri incivili…sfido chiunque a dire : io non ho mai buttato niente a terra…
    se iniziamo ad educarci a cestini di immondizia e alla tanto attesa raccolta differenziata vedrai come tutto andrà meglio…
    purtroppo non tutti lo capiscono..ma a piccoli passi dobbiamo capire e far capire…Buona Giornata!!

  3. Non è colpa delle istituzioni se in strada si buttano tapparelle, sacchi per il cemento, flessibili di lavabo, profilattici, oltre bottiglie, cartacce e contenitori di plastica. Ma ci rendiamo conto?? la colpa è solo la nostra..

  4. la settimana prossima saremo in un altra zona di cerignola……perche’ non venite a darci una mano……simbolicamente.

  5. e comunque il video di tutta l’iniziativa dove potrete vedere:
    cavi eletrici che stanno per cadere sulle persone;
    asfalto buono ma abbandonato al centro della piazza;
    tapparelle;
    e tanto altro ancora…..
    su http://www.lacicogna.tv

  6. Una delle finalità dell’A.E.Z.A. è proprio quella di fare formazione…o meglio di educare al rispetto dell’ambiente. Concordo pienamente con il fatto che la colpa è di tutti, se domenica abbiamo trovato tapparelle e residui di ventilatori. Questa iniziativa simbolica ha voluto dimostrare, sia ai cittadini e sia alle istituzioni, che basta poco per imparare ad essere civili e che, se finalmente si inizasse a collaborare, si potrebbero evitare tanti problemi. Il fatto è che, molta gente è rimasta a guardarci dai balconi, o dietro le finestre, e le istituzioni dietro le tende del Comune! Non solo domenica dovevano essere partecipi…sempre ed ovunque si lavora e si cresce insieme.

  7. io ci abito lì,ma il problema non lo si risolve così(premesso che è stata un ‘iniziativa lodevole),il problema è la gente.quanto tempo passerà per vedere tutta la porcheria che è stata tolta? per non parlare proprio della piazza,dove sgommate,freni a mano e chi più ne ha più ne metta sono all ‘ ordine del giorno.sono veramente preoccupato per questa città,e il bello(diciamo così) è che una soluzione non c’è.ci vorrebbe un miracolo

Comments are closed.