Coinvolto un uomo di Cerignola nella maxi truffa online degli affitti. Locavano case nel Salento, attraverso truffe on-line. Erano case-vacanza inesistenti ai turisti. Per questa ragione due uomini, un 49enne di Foggia ed un 25enne di Cerignola, con precedenti penali, sono stati segnalati alla Procura della Repubblica di Lecce dai militari della Guardia di Finanza. Le indagini dei militari, in particolare, hanno riguardato due episodi avvenuti nel mese di agosto e denunciati da due turisti ai finanzieri della Compagnia di Gallipoli.

Uno dei truffati, residente nel bresciano, ha affermato di aver risposto a giugno a un annuncio pubblicato su un noto sito di inserzioni pubblicitarie, riguardante una casa-vacanza al mare presso la zona della Baia Verde, resa in affitto per mille e 300 euro per il periodo dal 10 al 20 agosto. Dopo aver sottoscritto un falso contratto di locazione predisposto e speditogli via e-mail dal fantomatico locatore, ha quindi provveduto a versare un anticipo sull’affitto pari a 500 euro. Giunto con la sua famiglia nella città ionica, il turista si è però subito reso conto di essere stato raggirato dal locatore. L’appartamento che avrebbe dovuto occupare era inesistente.

Per quanto riguarda il turista casertano, stessa storia, riguardante la locazione di un appartamento nel centro storico di Gallipoli, per il periodo dal 13 al 20 agosto, ad un canone di 650 euro. La vittima aveva versato come anticipo una ricarica di 325 euro sulla carta Postepay di proprietà del truffatore. Giunto nella città jonica per trascorrere le vacanze estive con alcuni amici, ha però amaramente constatato che quella spacciata come casa in affitto non era altro che un prefabbricato non abitabile ed ancora in fase di costruzione.