E’ la prima sagra mai organizzata a Cerignola, e verrà dedicata alla più conosciuta eccellenza gastronomica della città, la Bella, l’oliva da tavola famosa in tutta Italia e anche all’estero.

Organizzata dall’Assessorato alle Attività Produttive del Comune di Cerignola in collaborazione con alcuni consiglieri comunali, prenderà il via oggi, mercoledì 12, per concludersi domenica 16 ottobre. “Per cinque giorni, in Piazza della Repubblica, dalle 20 alle 24, saranno presenti diversi stand presso i quali sarà possibile degustare questo vanto del nostro territorio – spiega l’assessore Michele Romano – con le olive sarà possibile mangiare anche altri prodotti tipici. Abbiamo organizzato questo momento di valorizzazione dell’oliva La Bella perché pensiamo che non possa più mancare nella nostra città una manifestazione che promuova il prodotto più famoso tra quelli che possiamo annoverare nella nostra tradizione culinaria. Non è stato possibile, purtroppo, coinvolgere tutte le aziende del settore per la coincidenza della manifestazione con l’inizio della raccolta delle olive”.

“Quel che è più importante, però – sottolinea il Sindaco Antonio Giannatempo – è creare le condizioni per far sì che un evento di questo tipo diventi con il passare degli anni un appuntamento tradizionale per la città. Anche in questo modo si difendono le prerogative degli agricoltori, alle prese da anni con la durissima crisi del settore. Stiamo cercando in ogni modo, per quelle che sono le nostre possibilità, di tutelare gli interessi dei nostri imprenditori, e anche la Sagra può servire a tale scopo”.

E all’interno della manifestazione si inserisce la Notte Verde, in programma sabato 15: “Il verde è il colore dell’oliva, dell’olio, dell’agricoltura e dell’ambiente. I negozi rimarranno aperti nelle ore serali Abbiamo chiesto ai commercianti di addobbare le loro vetrine a tema, e la migliore decorazione sarà premiata, così come abbiamo deciso per l’occasione di istituire un premio che verrà dato a chi, tra gli imprenditori di Cerignola, non necessariamente operante nel settore agroalimentare, si sarà distinto per le sue idee innovative”.

2 COMMENTI

  1. amici miei provate a chiedere ad un vostro parente anziano vissuto negli anni 50 60 o 70 se immaginava Cerignola oggi cosi’ com’e’…credo proprio che la risposta sarebbe stata unanime e cioe’ un progredire assoluto nei giorni nostri,invece aime’ stiamo sprofondando sempre piu’ in basso, ora vorrei capire innanzitutto quanto ha stanziato il comune per sta pagliacciata fatta di cover band e udite udite come cigliegina finale GIANNI CELESTEEEE,,,,ora sono sicuro che la piazza sara’ pena “paese che vai gente che trovi”come saranno piene le tasche ancora una volta di chi cn la scusa di far qualcosa di buono x cerignola ne aprofitta per abbuffarsi AD”personam”mangiament…..speriamo passino in fretta sti anni di maggioranza tanto cari politici e parassiti nostrani tutto passa pure il vostro mandato…p.s. 3 stand e zero persone per gli stessi e noi paghiamo…..

  2. Pensavo di aver esaurito i commenti sulla festa nobile, ma non è farina del vostro sacco, ho raccolto tante di quelle informazioni in merito che dovreste vergognarvi dall’averla organizzata: oltretutto male! Gli artisti non si discutono, posso piacere e non piacere, ma un po’ di considerazione per la popolazione di Cerignola che non è tutta quella che pensate. Quando si leggono notizie di cronaca, di quanto avviene in città, del continuo delinquere di giovani e meno giovani, delle attività parallele che si cerca continuamente di debellare o circoscrivere, conducono ad una realtà esistente, dalla quale ipocritamente e pubblicamente vogliamo prendere le distanze, ma cari miei amministratori, ci si va a braccetto! Quindi: L’ipocrisia è quella fontana dalla quale sgorga un’assonante agevolazione nei confronti di un dissennato egoismo, senza biasimare il prurito dell’anima. Pertanto l’aver fatto organizzare ancora una volta alla stessa,CHE NON HA ALTERNATIVE PER L’INTRATTENIMENTO, ma serve al curato del pallone, tiene alto l’animo, per fortuna che era cambiata l’Amministrazione da rossa in azzurro. I colori dell’arcobaleno sono tanti!!!!!!!!!
    Fate come molti di noi mettetevi le mollette al naso, qui c’è puzza di inciucio!

Comments are closed.