E’ accaduto stamane verso le ore 11.45 quando, a causa di un principio di incendio, partivano le operazioni di evacuazione dell’Istituto Tecnico Commerciale di Cerignola. Grazie all’intervento prodigioso dei docenti, del Dirigente e di alcuni ragazzi, il deflusso degli studenti è proseguito senza intoppi. Molti gli elementi che non hanno funzionato a dovere, rischiando di far terminare il tutto in una tragedia: segnale d’emergenza che suonava dopo che gli studenti avevano già evaquato l’istituto; porte d’emergenza chiuse con catenacci e ragazzi costretti a sfondare a calci le porte o a saltare come delle rane dal cancello che separa l’ITC dal Liceo Scientifico. Il grande spirito di abnegazione da parte del Dirigente Scolastico Salvatore Mininno e dei collaboratori scolastici che, prima dell’intervento del 115, sono entrati di nuovo a scuola controllando le aule e spruzzando con quei pochi estintori funzionanti le zone interessate, hanno scongiurato un epilogo peggiore. L’incendio proveniva da un atrio di fronte al bar sito all’interno dell’Istituto ove c’erano monitor, casse, tastiere, mouse e tanto altro, inclusi documenti importanti buttati senza alcun ordine logico. Ancora da accertare le cause precise che hanno scatenato il rogo. Dopo le rilevazioni dei vigili del fuoco, il luogo è stato ripristinato per la ripresa delle attività.

27 COMMENTI

  1. Gentile Direttore, vorrei smentire quanto descritto dal redattore affermando che le operazioni di evacuazione si sono svolte secondo le norme di sicurezza previste dal D.Lgs. 81/2008. Quanto asserito risulta dai verbali dei Carabinieri e Vigili del Fuoco, che hanno solo formalizzato : ” l’ incendio non è di origine dolosa né colposa”. Ancora, l’incendio si è sviluppato nel vano deposito computer dismessi, per rinnovo laboratori di informatica. Infine, il deflusso dei ragazzi è avvenuto in modo globalmente controllato, grazie alla collaborazione di tutto il personale scolastico. Le attività sono riprese alle ore 12.40. Il Dirigente scolastico Salvatore Mininno

    • Infatti, dott. Mininno, lungi da noi l’idea di colorare la notizia con falsi elementi. Un vostro alunno, rappresentante d’Istituto ha denunciato l’accaduto dandoci i particolari. Inoltre, noi nell’articolo abbiamo spiegato che l’ottima azione svolta da lei e dal personale docente ha scongiurato ogni problema. Se abbiamo reso un senso differente ce ne scusiamo. Grazie per aver spiegato ancor meglio l’accaduto!
      Vito Balzano

    • Io stamattina ero al Pronto Soccorso.E’ arrivata una studentessa terrorizzata col naso sanguinante ,respirava male perchè aveva inalato del fumo ed ha raccontato che le porte d’emergenza non si sono aperte.

  2. Un incendio che si sviluppa nel vano che conteneva computer dismessi e quant’altro di inifugo? Componentistica scollegata? Allora probabile che ci possano essere state delle sterpaglie che hanno preso fuoco???????
    La Coop di controllo dei mezzi antincendio è stata pagata? Come è possibile che ci siano estintori non revisionati? La legge sul materiale antincendio da chi è gestito e/o competenza per la verifica?????? Vigili del Fuoco???????
    Con l’apertura dell’anno scolastico in molti hanno rivolto delle domande sulla larghezza minima delle porte delle scuole, in particolare, delle aule scolastiche. Cosa dicono le norme in questo caso?

    Leggiamo il decreto di prevenzione incendi vigente sulle scuole (26 agosto 1992 – G. U. n. 218 del 16 settembre 1992 – Norme di prevenzione incendi per l’edilizia scolastica) e la precisazione che il Ministero ha pubblicato poco dopo l’emanazione del d.lgs 626 del 1994, che aveva delle parti in contrasto con il decreto del 1992 proprio sulla larghezza delle porte:

    DM 26 agosto 1992 (G. U. n. 218 del 16 settembre 1992) Norme di prevenzione incendi per l’edilizia scolastica
    Punto 5.6. Numero delle uscite.
    … Le aule didattiche devono essere servite da una porta ogni 50 persone presenti; le porte devono avere larghezza almeno di 1,20 ed aprirsi nel senso dell’esodo quando il numero massimo di persone presenti nell’aula sia superiore a 25 e per le aule per esercitazione dove si depositano e/o manipolano sostanze infiammabili o esplosive quando il numero di persone presenti sia superiore a 5.

  3. Caro Dirigente, lei ha affermato che, dai verbali rusulta: “l’ incendio non è di origine dolosa né colposa”. Chiedo: allora, di che origine è? Pretereintenzionale??? Mah, mi stupisce che i CC ed i VV. UU. abbiano scritto questo…E poi che vuol dire “il deflusso dei ragazzi è avvenuto in modo globalmente controllato”…Se le porte di sicurezza, come dice l’articolo, erano chiuse con delle catene, evidentemente, ci sono delle responsabilità…Si indaghi!!! Grazie!

  4. Si indaghi grazie. Ma pensa a fare il tuo lavoro…il dirigente, i cc e vv ff sapranno bene cosa fare, non penso serva il tuo “consiglio” da saccente.

  5. Ho frequentato quella scuola per 5 anni fino al 2002 e le porte d’emergenza erano sempre chiuse con catene e lucchetti . . .

  6. io mi so diplomato nel ’91 e le porte sono state sempre lucchettate……e quando faceva il terremoto si scappava come dei forsennati.
    mitico commerciale……alle volte le scosse le inventavamo per scappare fuori………

  7. ero assente ieri, ma so già quello k sarà successo…lo posso solo immaginare, caro preside….sai meglio di me k la sicurezza non è il nostro forte….le porte di emergenza sn sempre lukkettate…non è condizione…circa 800 studenti a pericolo di vita…dovreste solo vergognarvi….nemmeno gli istintori funzionano…lo sanno tutti è inutile nascondersi ditero un dito…se succedeva qualkosa ai miei amici…k ieri eran present…vi facevo passare i guai….è inutile k cercate di difendervi dietro questo articolo….la nostra suola è una merda!!!!!!!!!

  8. Sono il ragazzo che ha segnalato l’accaduto ai giornali e vorrei dire che non mi ritengo responsabile sulla veridicità delle accuse, poichè sono cose che io ho solamente riferito al giornale da parte degli alunni dell’ITC, posso tuttavia confermare l’intervento del dirigente scolastico e dei collaboratori tutti che davvero hanno fatto tanto.

  9. Siete voi che rendete la scuola una merda…. sono d’accordo sul fatto che le porte sono chiuse con dei lucchetti, e secondo me non andrebbe fatto, ma di certo non sono chiuse per farvi morire arrostiti o qualcosa del genere, se non le chiudessero ci sarebbero continue fughe di alunni o magari entrerebbero altri tizi dall’esterno e lo sappiamo tutti, quindi se non vi piace andare a scuola non ci andate, tanto non serve a niente andarci per perdere tempo… e si vede benissimo dal tuo italiano…

    • Sono pienamente d’accordo con te se le porte sono chiuse ci sarà un motivo, posso tuttiva dire almeno per quanto mi riguarda per il secondo piano che le porte di emergenza erano aperte, mentre alcuni ragazzi del primo piano mi riferivano che le porte di emergenza del loro piano erano chiuse, ora non so se questo sia vero o meno come tutto quello che mi hanno detto non so se sia vero, sta di fatto che io ho solamente rappresentato il pensiero degli studenti, e comunque ti ringrazio dell’inutile osservazione sul mio italiano.

  10. Io ieri ero presente è di certo non è come dice lei signor preside. Allora prima di tutto le porte sono sempre chiuse con catene e lucchetti, stanno i cartelli degli estintori ma gli estintori io ne ho visti solo 2 su 5 cartelli. In oltre non dovete dire che siamo evacuati in ordine o in calma perché c’era chi correva a destra e chi correva a sinistra,inoltre arrivati giù dovremmo aver fatto l’appello per vedere se c’era qualche disperso invece c’è stato solo menefreghismo. Ora preside ditemi perché l’hanno scorso la prova d’evacuazione l’abbiamo fatta a maggio, secondo me la prova d’evacuazione va fatta a settembre perché per me alla fine dell’anno non serve a niente.Ritornando alla tragedia scampata ieri per miracolo la campanella che dovrebbe suonare tre volte dové finita che se non era per calabrese noi eravamo ancora in classe a morire soffocati.

    • Alunno del terzo ti rispondo io per conto del preside in qualità di rappresentante dicendo se le porte erano chiuse, sappiamo tutti il motivo qual’è, ovvero che gli alunni vanno a fumare, escono e peggio come successe più volte l’anno scorso fanno entrare ragazzi dall’esterno, ti posso dire che i professori per quanto mi è stato possibile vedere hanno rispettato le norme di evacuazione, mentre gli alunni hanno corso dappertutto gridando e imprecando, tuttavia questa situazione non poteva essere evitata perchè chiunque avrebbe avuto paura stando al nostro posto e non avrebbe rispettato le regole altrimenti davvero per quanti ne siamo saremmo morti soffocati all’intenro.

  11. Immedesimandomi nell’episodio potrei solo immaginare quei “poveri” ragazzi sperduti ed impauriti dalla fitta nube mortale che si espandeva inesorabile. Parliamoci chiaro, come potrebbe un comune umano controllare 800 ragazzi in pieno panico? La ragazza isterica che urla, il bullo di turno che spinge i compagni, quello che corre senza un motivo, etc etc. Mi stupisco POSITIVAMENTE della simulazione antincendio fatta(dato che in 5 anni di superiori non ho mai assistito ne tantomeno sentito una pratica simile); questo vuol dire che qualunque preparazione viene vanificata dall’assoluta mancanza di disciplina delle classi. Iniziamo a puntare il dito su noi stessi!

  12. A questo punto si dovrebbe pensare ad un servizio di vigilanza interno, considerando i costi di manutenzione e di ripristino dei luoghi, penso che sia la migliore soluzione. Certamente le strutture sono, in alcun casi, appariscenti e non consone ai regolamenti previsti dalle norme di sicurezza nei luoghi pubblici come: scuole, convitti, cinema etc.etc. Ma sono sempre più convinto,che considerati le spese “passive” si possono “ingaggiare” dei sorveglianti da tenere all’interno dell’istituto.

  13. si indaghi! e lo si faccia bene perchè come sappiamo in italia vige la regola del fuoco ovvero quando ci si scotta ci si accorge che è caldo quindi quando ci sarà una tragedia ragazzi in coma o altro,non lo voglio nemmeno pensare ma purtroppo sono realista, allora la nostra cara amministrazione scolastica prendere bene le misure di sicurezza ovvero togliere quei maledetti catenacci dalle porte e fare manutenzione agli estintori questo è da DENUNCIA!!!!!! ragazzi intossicati in ospedale che hanno dovuto fare il giro dall’entrata principale è impossibile che le porte di sicurezza sono chiuse ma dove siamo?? come fa a dire caro preside che sono state applicate tutte le misure di sicurezza previste dalla legge, deve ringraziare che nessuno le ha sporto denuncia. Preside vuole ke scappi una tragedia?? vuole vedere un ragazzo in ospedale per convincersi che quelle maledette porte devono essere aperte?? mi meraviglio della scuola, visto tutte le campagne di sicurezza organizzate ma evidentemente non servono a nulla!! scomodiamo solo gente che lavora al 100% delle loro funzioni!!! ci pensi caro preside!!

  14. Caro preside lo sappiamo tutti come è andata, le campanelle non hanno suonato , le porte sono sempre sigillate nonostante tutte le nostre richieste durante i consigli di classe , ora è inutile che si nasconde dietro false verità perché se si intervistasse ogni alunno tu mio caro preside tu non metterai mai più un piede in qualsiasi istituto. Ti devi VERGOGNARE !!! Alcune mie alunne si sono sentite veramente male , e lei che dice che l’ evacuazione si è svolta normalmente Io ero li è non accetto che si sorvoli su cose del genere , in oltre bisogna ringraziare calabrese che ci è venuto ad avvertire , seno facevamo la fine della prof cavallo che non faceva uscire gli alunni dalla classe perché la campanella non suonava ,per concludere voglio dire a Anonimo che prende le difese del preside ( anche se credo che siano la medesima persona ) non ti fa onore perché vuol dire ce sei soltanto un meschino senza scrupoli che non s’importa di niente e di nessuno ma solo della tua sporca persona perché ti ricordo che mi sono trovata in una situazione in sostenibile per non parlare delle mie alunne che non si sono sentite bene e non ti azzardare a dire che tutto ciò non è vero

  15. Siiiiiiiiiii Cantacele, Caro preside mininno ritirati non sei adatto per questo lavoro vogliamo la Preside Giuliana Colucci

  16. O si finalmente , la verità deve venire a galla, perché questa scuola non funziona ci sono alcuni Proff Soprattutto donne che sono altamente mondate e trattano gli alunni come se fossero delle cose non persone pretendono cose assurde e non si rendono condo che sono odiate e non “rispettate” Prendete esempio dalla Lomurno, Cibbelli, Defazio G.-A, e da tante altre , Basta restare attacatti alle vecchie usanze poichè ormai il mondo del domani appartiene a noi e noi soltando Perciò se non avete pazienza o siete legate alle vostre ottuse idee andate in penzioneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee.

  17. Posso fare un osservazione? oltre a non essere a norma la scuola e quindi più di 800 ragazzi hanno rischiato …si puù notare la non coerenza del preside…dato che non solo la campanella non ha suonato nel momento opportuno ..il deflusso dei ragazzi non è stato globalmente controllato …E I RAGAZZI NON SONO RIENTRATI A SCUOLA PER LE CONDIZIONI IN CUI ERA RIDOTTA … perchè mentire su una cosa del genere? perchè caro preside si nasconde dietro queste falsità? perchè ha paura che qualcuno la può denunciare?
    Basta pensare che fino allo scorso anno nel corridoio del turismo la campanella non suonava perchè era rotta e nonostante le numerose segnalazioni il problema non è stato risolto… Per fortuna che quest’anno vi siete ricordati di sistemare la campanella … non voglio immaginare cosa sarebbe successo se sarebbe avvenuta un emergenza, come quella del 29 , lo scorso anno …I ragazzi hanno anche le loro colpe ad esempio sulle porte di emergenza (anche se per legge dovrebbero essere aperte) ma secondo voi può mai essere colpa dei ragazzi su problemi come la campanella? Io non credo…anzi credo che sia un problema della scuola..

  18. Si caro preside ci spieghi perché mentire se non si nasconde nulla ,di cosa ha paura che qualcuno venga a sapere del regime dittatoriale che lei ha assunto all’interno del nostro istituto ,Non ci dimentichiamo che l’anno scorso lei ci obbligava a firmare solo per tenerci sotto controllo e invece di perdere tempo con circolari del tipo tutti gli alunni sono obbligati a portare la tuta durante le ore di educazione fisica (questo solo perché lui è un ex insegnante di ginnastica) o è vietato introdurre cibo all’interno dell’istituto (insomma cosa devono mangiare questi alunni, è perché lei intanto il martedì e venerdì che si esce alle 14.10 alle 13.00 va a mangiare ) ora mi rivolgo a il direttore di questo sito perchè non indagate sullo squallore del preside che pensa solo a fare figure quando va in gita a londra perchè e del tutto incapace di rappresentarci

  19. Volevo dire che anche gli insegnanti devono essere riprese io mi sono trovata in classe con la proff di inglese
    che nonostante l’evidente fumo e l’incombente pericolo ci ha vietato di uscire dalla classe perchè non ere suonata la campanella cara proff se io ho qualcuno dei miei amici si sentiva male io la querelavo , per incompetenza abbassa la cresta che ormai il tuo tempo è finito

    • Volevo dire ad INCACCHIATA di imparare prima l italiano eppoi di esporsi… il futuro appartiene a noi, ma sono quelle persone che hai citato ed altre ke ti danno la possibilità di apprendere e di fare qualksa di concreto in futuro…. km ex alunna del commerciale affermo che questi problemi sono sempre esistiti sia kn qst preside sia cn la colucci e cosii via…. certo bisognerebbe risolvere i problemi non far finta ke nn esistano….

Comments are closed.