Pubblichiamo di seguito un comunicato stampa della Segreteria cittadina del Partito Democratico, nel quale si critica aspramente la gestione Giannatempo, e si ritorna sulla polemica accesa pochi giorni fa tra Silvana Ladogana e il Sindaco. Ecco il documento completo.

La conoscenza dalla nostra lingua rappresenta il minimo imprescindibile per chi opera a qualunque livello nella società e dovrebbe esserlo ancora di più per chi vuole svolgere attività pubblica e politica. Probabilmente una lettura dolosa da parte di chi vorrebbe vedere scritte cose che non ci sono si cela dietro pretestuose censure al mio comunicato. A Roma come a Cerignola è mancata l’azione amministrativa, di governo della nazione, come qui da noi, della città. Berlusconi in tre anni ha pensato solo alle sue leggi ad personam senza assolutamente tenere in considerazione il minimo che gli richiedeva il suo elettorato; parimenti a Cerignola Giannatempo e la sua giunta continuano a interessarsi solo di urbanistica, rimandando l’analisi di ogni altra questione come per esempio l’Interporto e la raccolta differenziata. Pertanto, nelle mie parole non vi era alcuna volontà di stringere alleanze che al momento non sono nella nostra agenda. L’invito era rivolto, come sempre, ai cittadini e a chi, rappresentandoli, ritenga di non trovare più elementi di connessione con questa compagine amministrativa. Ai compagni di sinistra affettuosamente, poi, dico che non c’è bisogno di sedersi attorno a un tavolo per guardarsi negli occhi ed agire. Com’è stato fatto finora per il legittimo impedimento, il 25 Aprile, con i referendum, è sulle cose concrete, sulle battaglie che interessano i cittadini che possiamo trovare le necessarie convergenze, e in questi mesi l’abbiamo fatto e lo vogliamo fare ancora di più. Se vogliamo entrare in una fase nuova della politica, piuttosto che rinchiuderci nelle buie stanze delle sezioni, dovremmo avere il coraggio di scendere per strada, tra la gente, tra il nostro popolo per riprendercelo. I nostri attivi consiglieri sono a disposizione anche delle forze di sinistra non rappresentate in consiglio comunale per rappresentare le loro istanze e proposte, prestando la massima collaborazione per disegnare il migliore futuro della nostra città targato centrosinistra.

5 COMMENTI

  1. Corpo di mille balene anche il PD adesso ci è arrivato al fatto che il PDL pensa solo ai fatti suoi!!

  2. Caro P.D. in poche parle, se ne fanno già tante.

    Solo una cosa: dovete pensare a lavorare; lavorare significa produzione di qualche cosa. Esempi di politici locali che hanno prodotto e continuano a produrre c’è ne sono quasi niente e conoscendo i nuovi non ve ne saranno per i prossimi anni.

    Quindi, cosa di te, parlate parlate parlate.

    se andrete voi al gov. locale non cambia niente.
    Allora prendete esempi giusti e produce e mettetevi a lavorare in modo umile e serio. Altro che, come dite nel comunicato, scendere per le strade e prenderci il popolo. Che dovete riprendere che anche voi, come gli altri, siete completamente nella nebbia, nell’inesistenza totale, nell’incapacità, nell’incompetenza, nell’arroganza, nella pochezza, nella stupidità più totale.
    Vedete che a livello comunale, ormai, con leggi di stabilità e tagli vari non c’è più niente da guadagnarci.
    Andate a lavoro. Grazie

  3. perche’ quando amministrava la sinistra a cosa pensavano? ma veramente pensano che i cerignolanio sono stupidi? se si votasse oggi il PD prenderebbe una delle piu’ grosse batoste della storia.

  4. Come si usa dire quando qualcuno rifà la scoperta di Colombo, quella dell’acqua calda. Al PD non è sfuggito quel piccolissimo, anzi impercettibile sospetto che al PDL interessavano i mattoni? In tutte le salse, che vengano da Trani, Marazzi, Sassuolo purchè si tratti di mattoni, se poi li accostiamo al monopolio del cemento di Casini (Caltagirone), ecco che le case sono fatte!
    Non semplici alloggi, ma case dal costo equivalente a quanto si spende al centro di Roma o Milano, una casa costruita in perfetta sintonia con il mercato attuale (mq.100 per 350-400 mila euro), un investimento sicuro. Premessa che gli accessori provengono dai paesi più lontani e l’architetto è il famoso Renzo Piano. Ma quale sceicco, rumeno, polacco si andrà a mai a comprare “questa parigina o newyorkese residenza cerignolana). Il miracolo della strada per………….. Comunque prima che il PD si accorga, ci saranno molte 167 da approvare ed iniziare, loro con le coop sono molto da vicino, se solo vediamo Fornaci, Torricelli, San Samuele (il prezzo di quelle case?):
    lo scoprirete acquistandole. Una mattonata non si rifiuta a nessuno.

  5. Siamo alle solite……….il PD scopre l’acqua calda, non ne capisce le implicazioni e scarica le colpe del suo immobilismo sui suoi alleati!! ALLEATI? E chi sarebbero? I famosi 0,…%? Io li chiamerei sudditi di sua maestà…..ELLA!!
    Se voi del PD faceste un bagno di umiltà sareste ancora in tempo per riavvicinare tutta quella parte della cittadina che non ne può più…..di voi, dei PDLini….degli archeo comunisti e dei protofascisti…..basta chiacchiere e vediamo di lavorare.
    P.S. GIANNATEMPO….se leggi, pensa bene al tritacarne mediatico in cui ti stanno inserendo i tuoi “AMICI”… E’ molto difficile che rinuncino a perseguire i loro scopi (non quelli della città), ma è facile, anzi, certo, che la colpa di tutto ricadrà sulla tua immobilità e sulla tua mancata capacità di dire NO, NON CI STO!!!!
    Ma il tempo vola……speriamo almeno di non affondare: a Cerignola non abbiamo nessun Monti a risollevare la fiducia…poi vedremo anche cosa farà…
    Grazie Redazione per l’opportunità….spero di non essere stato troppo caustico: le vere parole che avrei voluto usare non sarebbero pubblicabili.

Comments are closed.