Lanciata a Roma giovedi, 10 novembre,  in una gremita manifestazione nella Sala delle Conferenze di Piazza Monte Citorio, l’Associazione fondata e presieduta da Gianni Pittella, Primo Vicepresidente del Parlamento Europeo (nella foto) e da un gruppo di giovani, intellettuali, studenti, manager, imprenditori, tanta gente comune (le adesioni stanno arrivando numerose). All’iniziativa sono intervenute molte realtà del Terzo Settore nonché lo stesso  Presidente Nazionale del Forum del Terzo Settore, Andrea Olivero. Tra i più convinti sostenitori di Prima Persona, il grande scrittore Andrea Camilleri. Con un incontro che si è tenuto a Brindisi, domenica 13 novembre, Prima Persona  ha messo le sue radici in Puglia. E’ stato costituito il Coordinamento regionale presieduto da Mino Carriero, operatore economico e formato, tra gli altri, per la Provincia di Foggia, da Mara Monopoli,cerignolana, operatrice culturale, consigliere di amministrazione del Teatro Pubblico Pugliese e Cesare Gaudiano, editore di Terzosettore TV,  membro della Direzione Nazionale delle Università popolari italiane.  Ancora ne fanno parte Anna Maria Scalera, Angelo Guarini, Rocco Tancredi, Gianpiero Menza, Maria Favia, Silvana Albani, Marita Pastore, Carlo Rocco, Giuseppe Di Miccoli, Egidio Zacheo, Anna Blasi. Si tratta di un primo Coordinamento che sarà ampliato a coloro che vorranno impegnarsi nella guida della associazione. Prima Persona è un’Associazione di cultura politica, apartitica, fondata dal Primo Vicepresidente del Parlamento Europeo, Gianni Pittella,  un nuovo strumento aggregatore di idee e esperienze, di cui il Paese è ricco in questo momento di risveglio della voglia di cambiare e di mobilitarsi. La finalità è di favorire la massima partecipazione di ogni singolo cittadino ai meccanismi di formazione delle decisioni. Di fronte alla forza del cambiamento, gli strumenti tradizionali della democrazia rappresentativa vanno ripensati. La partecipazione elettorale, inibita da una legge che espropria anche la possibilità di ciascuno di noi di sceglierci i nostri rappresentanti, da sola non è più sufficiente a rinsaldare i legami di rappresentanza, come testimonia la crescita dell’astensionismo. Ampi segmenti della società  sono  sempre più restii a farsi coinvolgere in strutture politiche tradizionali ed esprimono una domanda di partecipazione diretta, come rivelano i risultati degli ultimi referendum. Quest’epoca di cambiamento sta liberando nuove energie. Prima persona è un’associazione nata per promuovere la partecipazione delle persone alla politica attraverso la diffusione della pratica dell’open government e della wikicrazia. E’ un progetto nato sui social media e a seguito dell’esperienza dei Barcamp su tematiche europee che abbiamo lanciato e organizzato in questo ultimo anno in giro per l’Italia. Sono tutte modalità che vanno nella direzione di cercare di far riappropriare i cittadini dei processi democratici e della possibilità di influire concretamente sulle decisioni che li riguardano. Alla iniziativa regionale di Brindisi hanno partecipato anche parlamentari e consiglieri regionali,sindaci e rappresentanti dell’associazionismo, del mondo economico e del sindacato,docenti universitari, economisti, personalità del mondo della cultura che hanno accolto favorevolmente la nascita di Prima Persona.

1 COMMENTO

Comments are closed.