Franco Metta

Pubblichiamo di seguito un comunicato del MP la Cicogna, a firma Franco Metta, e una nota dello stesso Presidente del Movimento: il primo riguarda la gestione dei soldi pubblici, con tanto di documentazione ufficiale (Determine) nella quale si evincono le cifre spese dall’amministrazione e non ben motivate. La nota, invece, riguarda la partecipazione del gruppo civico, alla giornata di protesta civile contro l’Inceneritore di Borgo Tressanti e per la strategia rifiuti zero, indetta dal Comitato contro gli Inceneritori. Ecco i due documenti completi.

“ad usum delphini” 

Ad usum Delphini è una locuzione latina che significa ad uso del Delfino.

La frase nasce in Francia, dove veniva stampigliata sulla copertina dei testi classici (greci e latini) destinati all’istruzione del figlio del Re Luigi XIV e di Maria Teresa d’Austria, l’erede al trono Luigi, il Gran Delfino. Tali testi venivano epurati dei passaggi ritenuti più scabrosi o comunque inadatti alla giovane età del Delfino. La collezione di libri ad usum  Delphini comprende 64 volumi stampati tra il 1670 e il 1698 per ordine del precettore del Gran Delfino, Charles de Sainte-Maure, duca de Montausier e sotto la supervisione di Jacques Bénigne Bossuet e di Pierre-Daniel Huet.

Oggi giorno la frase viene utilizzata per indicare l’edizione di un testo semplificato, affinché sia adatto alla limitata (per età o per cultura) capacità di apprendimento di una persona. Fra le interpretazioni dispregiative si può citare quella che vede la frase come simbolo di tutte le manipolazioni di notizie o altre informazioni, intese a compiacere un dato soggetto o a nascondere delle verità scomode per la parte in causa.

Un ulteriore utilizzo della frase, molto meno ricorrente dei precedenti, è registrato in documenti clinici e referti di esami medici relativi ad un paziente le cui gravi condizioni fisiche o psichiche sconsigliavano la comunicazione diretta di notizie relative ad un ulteriore peggioramento; i documenti e i referti “addomesticati” per il paziente riportavano la dicitura “copia a.u.d.”. Oggi la giurisprudenza in ambito medico ha di fatto reso non legale la redazione di documenti a.u.d.

Il nostro Sindaco, probabilmente, si riferiva al suo ambito lavorativo, quando ieri si è affrettato a coccolare il suo “Dirigente f.f.”, utilizzando tale locuzione. Io invece mi limito a raccontare e denunciare i fatti alla Città, perché, la Corte dei Conti ha condannato il “Dirigente f.f.” per i fatti accaduti nel 2007, ma per incentivi relativi all’ Anno 2006.

Mi chiedo?
E…per il 2007 ,per il 2008, per il 2009? Presto detto: 

Determina n. 1079/180 del 04/12/2008. Liquidazione incentivo ex art. 59 D. Lgs. 446/97 – Anno 2007.

Dott. Adriano Saracino – € 20.000,00
Dott. Valter Cannerozzi – € 5.500,00
Dott.ssa Teresa Cavallo – € 4.000,00
Sig. Mario Lepore – € 3.500,00
Sig. Alfonso Scarano – € 1.500,00
Sig. Vito Calandra – € 1.000,00
Sig. Antonino Vurchio-vigile accertatore – € 2.000,00
Sig. Michele Cannone-contab. –  € 2.000,00
Sig. Antonio Ciro-contab. – € 2.500,00
Sig. Michele Marrone-sup. hardware – €  1.000,00
Sig. Antonio Iungo-supporto acquisti – € 2.000,00
Sig. Giovanni Grieco – € 800,00
Sig. Giuseppe Daluiso – € 600,00
Sig.ra Mattea Pellegrino – € 700,00
Sig. Giovanni Tufariello – € 500,00
Sig. Anna Totaro – € 500,00
Totale – € 48.100,00

A questo totale si devono aggiungere gli oneri riflessi e l’Irap per poi arrivare alla somma complessiva di € 63.636,30

Determina n. 67/9 del 04/02/2009. Liquidazione incentivo ex art. 59 D. Lgs. 446/97 – Ulteriore Acconto Anno 2007.

Dott. Adriano Saracino – € 4.821,76
Rag. Cesare Dellapietra – € 1.500,00
Totale – € 6.321,76

A questo totale si devono aggiungere gli oneri riflessi e l’Irap per poi arrivare alla somma complessiva di € 8.363,69

Determina n. 323/52 del 20/04/2009. Liquidazione incentivo ex art. 59 D. Lgs. 446/97 – Saldo Anno 2007.

Dott. Adriano Saracino – € 11.000,00
Dott. Valter Cannerozzi – € 2.000,00
Sig. Izzi Pio-collab. ragioneria – € 1.100,00
Sig. Matera Giulio–collab. Economato – € 1.200,00
Sig. Marrone Michele-collab. Informatico – € 849,00
Totale – € 16.149,00

A questo totale si devono aggiungere gli oneri riflessi e l’Irap per poi arrivare alla somma complessiva di € 21.365,14

Per l’anno 2007 il Comune ha privato la ns, Città di € 93.365,13, premiando il “Dirigente f.f.” con € 35.821,00 oltre oneri riflessi ed Irap.

Determina n. 843/122  del 03/09/2009. Liquidazione incentivo ex art. 59 D. Lgs. 446/97 – Acconto Anno 2008.

Dott. Adriano Saracino – € 8.000,00
Dott. Valter Cannerozzi – € 2.500,00
Dott.ssa Teresa Cavallo – € 1.500,00
Sig. Mario Lepore – € 1.500,00
Sig. Alfonso Scarano – € 700,00
Sig. Vito Calandra – € 500,00
Sig. Antonino Vurchio-vigile accertatore – € 1.000,00
Totale – € 15.700,00

A questo totale si devono aggiungere gli oneri riflessi e l’Irap per poi arrivare alla somma complessiva di € 20.771,10.

Determina n. 1323/195 del 31/12/2009. Liquidazione incentivo ex art. 59 D. Lgs. 446/97 – Anno 2008.

A questo punto siccome si doveva festeggiare il Cenone di San Silvestro in determina al punto(capoverso) n.4 così si scrive:

di imputare la spesa complessiva di € 70.119,00 come segue…e sono indicati i capitoli di intervento.

I NOMI…NON CI SONO
I COGNOMI…NON CI SONO
I SOLDI…NON CI SONO

SAPPIAMO SOLTANTO CHE IL “PREMIO” E’ COSTATO ALLA NS. COMUNITA’ € 90.890,10, IL “DIRIGENTE F.F.” PER € 8.000,00, E NON SAPPIAMO LA DISTIZIONE DEI 70.119,00 IN DETERMINA NON E’ SCRITTO.

Riepilogando, dal 2006 al 2008 il “Dirigente f.f.” ha percepito (e manca sempre l’importo della determina “ANONIMA”) € 71.821,00 oltre oneri riflessi ed Irap, .

VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA!.

Di questo verrà immediatamente informata la Corte dei Conti Regionale, perché si faccia chiarezza!

Sindaco, Nessun Ad usum Delphini”,
Sindaco, Nessuna” Distorsione dei fatti”,
Sindaco, Nessuna “Epurazione “,
Sindaco, Nessuna cartella con la dicitura ” Copia a.u.d.“.
Sindaco …………………….Spenda “bene” i nostri Soldi!!!!

Ecco la nota per la giornata di protesta civile contro l’Inceneritore di Borgo Tressanti.

Il Movimento Politico La Cicogna aderisce ed invita tutti ad aderire alla giornata di protesta civile contro l’inceneritore di Borgo Tressanti,contro ogni inceneritore e per la strategia rifiuti zero. Aderiamo con entusiasmo e passione alla giornata di lotta. Invitiamo tutti i cittadini a mobilitarsi. Ci mobilitiamo noi per primi.

Come già facemmo per il corteo contro l’inceneritore anche questa volta propaganderemo l’iniziativa con ogni mezzo: radio,giornale,autovetture in movimento per la città;davanti alle scuole; davanti ad ogni ritrovo. E’ essenziale che l’iniziativa riesca e riesca in maniera massiccia e convincente.

Peccato che recentemente esibizionisti sciocchi abbiamo messo in discussione la compatezza di questo movimento per farsi una sterile pubblicità. Non accetteremo la provocazione. Siamo l’unico movimento che si è ufficialmente e sempre mobilitato e continueremo a farlo. Sempre e comunque contro ogni inceneritore.

33 COMMENTI

  1. Capisco le incentivazioni (un po’ meno le auto-incentivazioni), ma qui ci si avvicina a quella prima repubblica che pensavamo distante da noi, ed invece ce l’abbiamo sotto casa…
    Es. Se qualcuno mi da il potere di autoincentivarmi divento ricco… (sai quanto importa ai dirigenti coccolati delle casse del comune?).
    PS. questo intervento non si schiera al fianco di alcuna forza politica, ma è la manifestazione di un cittadino che segue la politica a livello nazionale e, se siamo costretti a manovre lacrime e sangue perchè indebitati (come Stato) fino al collo, mi sembra che incentivare dipendenti già fortunati perchè “non disoccupati” sia davvero “fuori dal tempo”.
    Ma forse questo non importa al resto della cittadinanza..

  2. Mi sia consentito un intervento “replicante” sulla questione delle determine approvate, in un modo inusuale, ma che possa consentire di descrivere il mio stato d’animo e pensiero, con una metafora iniziale.
    Due villici decidono di trasferire sul tetto di una chiesa un asino, che considerata la stagione secca ed arida, oltre alla poca disponibilità economica dei due bucolici, decidono di issare l’asino fino sopra il tetto. Con delle funi legano la corda intorno alla gola del “fortunato”, così cominciano a tirare, uno dice all’altro controlla ogni tanto l’espressione dell’asino. A metà del tragitto, quello che tirava chiede: Ceccell che fà l’asino? Pasquà “tere che ù ciucc rere”………Quando fu in cima vi lascio immaginare la fine dell’asino.
    Questa metafora è riservata a tutti:
    Al Sindaco (di oggi e di ieri) che pensa essere il primo cittadino di una “metropoli” dove il costo di € 20 circa per assistere ad una serata da ridere si una cosa facile. Forse gli impegni la tengono lontano dalla realtà? Signor sindaco sa quanti suoi concittadini guadagnano tra i € 25 e 30 al giorno? Non credo che consideri tutti i concittadini attivi dei dipendenti comunali? d’ospedale? della SIA? degli Studi d’ingegneria? delle Imprese di costruzioni? galoppini privilegiati di faccendieri? portaborse di maneggioni?proprietari “occulti”d’immobili? finanziatori di attività con rendimenti d’oro? usurai? commercianti paralleli d’auto? proprietari di supermercati? NO!
    Qualcuno dovrà fornirLe una giusta mappatura delle attività che sono la base dei suoi concittadini (dopo il censimento 2011) che sono:
    lavoratori di stabilimenti per la trasformazione dei prodotti agricoli, pagati tra i 30 e 45 euro al giorno per 10 ore, in nero,;lavoratori di campagna non privilegiati (senza disoccupazione) € 50 in nero; lavoratori dei settori della ristorazione come pizzerie- bar- ristoranti- panetterie- distribuzione di prodotti tra i 25 ed i 35 euro al dì, 10 ore in nero; venditori ambulanti e commercianti con collaboratori sottopagati ed in nero, ed anche extra-comunitari; operai edili messi a posto, che retrocedono ai datori di lavoro gli assegni familiari e dividono la disoccupazione con gli stessi.
    Alle categorie suddette (mi consenta inserire aggiungere i non classificabili) truffatori e sofisticatori, delinquenti, taroccatori, estorsori, spacciatori.
    Quando saranno riaperti i bandi per poter entrare nelle categorie dei privilegiati dei dipendenti comunali?????????????????????

  3. Sono stati corrisposti i diritti d’autore?

    Ad usum Delphini
    Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.
    Ad usum Delphini è una locuzione latina che significa ad uso del Delfino.

    Maria Teresa con il Gran Delfino
    Origine [modifica]

    La frase nasce in Francia, dove veniva stampigliata sulla copertina dei testi classici (greci e latini) destinati all’istruzione del figlio del Re Luigi XIV e di Maria Teresa d’Austria, l’erede al trono Luigi, il Gran Delfino. Tali testi venivano epurati dei passaggi ritenuti più scabrosi o comunque inadatti alla giovane età del Delfino. La collezione di libri ad usum Delphini comprende 64 volumi stampati tra il 1670 e il 1698 per ordine del precettore del Gran Delfino, Charles de Sainte-Maure, duca de Montausier e sotto la supervisione di Jacques Bénigne Bossuet e di Pierre-Daniel Huet.
    Significato attuale [modifica]

    Oggigiorno la frase viene utilizzata per indicare l’edizione di un testo semplificato, affinché sia adatto alla limitata (per età o per cultura) capacità di apprendimento di una persona.
    Fra le interpretazioni dispregiative si può citare quella che vede la frase come simbolo di tutte le manipolazioni di notizie o altre informazioni, intese a compiacere un dato soggetto o a nascondere delle verità scomode per la parte in causa. Un ulteriore utilizzo della frase, molto meno ricorrente dei precedenti, è registrato in documenti clinici e referti di esami medici relativi ad un paziente le cui gravi condizioni fisiche o psichiche sconsigliavano la comunicazione diretta di notizie relative ad un ulteriore peggioramento; i documenti e i referti “addomesticati” per il paziente riportavano la dicitura “copia a.u.d.”. Oggi la giurisprudenza in ambito medico ha di fatto reso non legale la redazione di documenti a.u.d.

    • che il biglietto di una serata costi X euro, non significa che paga l’amministrazione. Significa che se vuoi andare al teatro devi pagare quella cifra. capisco che possa essere alla portata di pochi, di questi tempi.
      Ma non confondiamo le iniziative private (come il cabaret) di imprenditori della risata che rischiano come quelli delle olive, con le strade e la mancanza di fondi pubblici.
      Se vogliamo fare demagogia è un conto, se dobbiamo parlare di cose serie e reali è diverso

  4. Che bella amministrazione che abbiamo!!!!!!!!!!! grande sindaco sei unico………..infatti!!!!!! A quando le dimissioni????????

  5. Ho un pò di confusione!!!
    Ho letto il giornale l’Attacco di oggi ed è riportato più o meno lo stesso articolo.
    Qui sembra essere a firma di Metta mentre sul giornale sembra essere a firma di Monterisi.
    Sinceramente avendo letto altri articoli scritti dal Monterisi mi pare poter attribbuire a lui la paternità anche di quest’ultimo.
    Quoto poi Roberto Russo sul copia e incolla effattuato, e non è la prima volta, da Monterisi………………………..ciò che Metta mai avrebbe fatto!!!
    Strano anche che questi non se ne sia avveduto in questa come in altre circostanze.
    Apprezzo comunque il lavoro svolto dal Monterisi, sempre che sia farina del suo sacco, che ha portato noi cittadini a conoscere una situazione davvero sgradevole in merito allo sperpero di denaro pubblico.

  6. Al di là di commenti più o meno appropriati e di ricerche di paternità degli articoli mi chiedo e chiedo a tutti i lettori: ma mi sento solo io così indignato di fronte a questa situazione?
    Che un dirigente possa essere arbitro di se stesso e quindi gratificarsi soldi in questa maniera fa in****are SOLO ME????
    Siamo tutti così assuefatti ad una gestione “strana” dei nostri soldi (perchè non dimentichiamo che i soldi pubblici sono soldi “nostri”), dicevo siamo così assuefatti che non ci fa indignare più niente???
    Cos’altro dobbiamo vedere prima di creare dei sistemi di controllo che non guardino in faccia a nessuno??? Incredibile…
    Non è più tempo di gratificazioni di questo tipo (dopo che hai stipendi che sono già da favola)… vergognoso. vergognoso. vergognoso. E abbiamo strade e parchi che fanno schifo perchè non ci sono soldi…. Senza parole.

  7. Senza parole è nel vedere tanti dipendenti sulla lista delle determine di incentivi, ma in Comune dove sono?Per non dire visto che lavorono tanto che sta a fare la Publisis?Possiamo controllare le ore di lavoro extra che il dirigente & C hanno svolto…… se lo hanno svolto?
    Nel vedere le date delle determine il grosso colpo è stato fatto nel periodo del commissariamento sta bene alla banda Lupen.

  8. BRAVO METTA (e/o chiunque abbia fatto questo lavoro). Non l’ho votata e sono ideologicamente di un’altro avviso, ma una attività di questo tipo, una indagine che mette a nudo queste “situazioni vergognose”, mi sembra sia solo da applaudire.
    grazie

  9. Che grande indagineeeeeeeeeeeeeeee… basta andare sul sito del comune e c è tutto e molto altro. E’ solo un copia incolla

  10. Mi sembra che la cosa importante non sia se è una indagine, piccola o grande..
    e addirittura non è importante nemmeno chi l’abbia svolta (sebbene gli vada dato merito). L’IMPORTANTE A MIO AVVISO E’ CIO’ CHE EMERSO!!!
    Che ci sia gente che fa delle auto-gratificazioni una normale routine per aumentare già il cospicuo reddito… INCREDIBILE. E poi perdiamo incentivi pubblici a causa di inefficienze di chi ci amministra (che però è bravissimo ad auto-gratificarsi). DAvvero bellissima questa.

  11. Ad usum Delphini…….arrestateeeeeee Saracino e i suoi compagni di merenda…….ridateci i ns. soldi.
    Questo succederebbe in un paese civile e legale……no a Cerignola no……….

  12. fermo restando che condivido il disappunto per la questione in sè, mi corre l’obbligo di precisare alcune cose che sono state travisate:
    1. Il procedimento avviato e concluso dalla Corte dei Conti nulla ha a che vedere con Metta e soci. Lui ne ha solo furbescamente (e giustamente) dato notizia.
    2. Il tempo a cui è riferito il fatto è ben precedente l’arrivo di Giannatempo come sindaco al secondo mandato. Il periodo di riferimento è quello che vedeva al palazzo altra gente al “comando”. Che c’entra Giannatempo, contro il quale vi scagliate adesso?

  13. Trovo giusta la riflessione di Sabbì. Ma quello che più importa in questo momento “topico” è la informazione che corre sul “monitor”. Una economia povera come quella nostra che si distrae con le risate, è un ottima cura.
    I cardiologi consigliano di sorridere almeno per 30 minuti al giorno, per poter stare bene ed evtare ictus, trombosi e infarti. Ma possibile che nessuno di coloro che ha assunto l’impegno nella ultima tornata non ha avuto il coraggio di comunicarci queste “futili” esigenze contrattuali riservate ai dipendenti stipendiati dal Comune: con i nostri soldi.
    Le regalie che oltretutto il nostro Sindaco, in altra occasione ha avuto “il coraggio” di trovare il tempo per una difesa d’ufficio (preventiva).
    Si ha la netta sensazione che le determine saranno approvate, anche da questa coalizione, perciò è giustificato il “silenzio” istituzionale.
    Una considerazione a latere: ma l’addetto stampa è solo a libro paga?

  14. Caro Sabbì dal tuo commento deduco che sei stato poco attento in campagna elettorale a ciò che veniva detto.
    Metta l’ha denunciato proprio in campagna elettorale il fatto che proprio Saracino si era autoliquidato in maniera impropria diversi incentivi (fai una bella ricerca su Youtube e avrai conferma).
    Per quanto riguarda la posizione di Giannatempo in questa vicenda c’è da considerare che nonostante la condanna della Corte dei Conti si prodiga, chissà perchè, nel difendere Saracino contro il quale non ha speso una parola di condanna per l’errato operato; oltre al fatto che Saracino è stato difeso dagli avvocati di fiducia del Comune stesso, al quale ha arrecato danno, i de Robertis.

  15. Sono contento che questo movimento, come noi semplici cittadini, partecipi alla manifestazione del 10 Dicembre a Borgo Tressanti, Ma sono a conoscenza, per contatto diretto con alcuni di loro, che dietro l’organizzazione di questa manifestazione c’e’ un Coordinamanto Cittadino contro gli inceneritori che si impegna da tantissimo tempo. Rinnovo a tutti di partecipare all’evento del 10 Dicembre.

  16. Ma forse non vi siete resi conto che il moschettiere sta facendo la sua campagna politica (chiamamola così) solamente su questioni evanescenti nel senso che come ho già detto in altri commenti quelle risorse vanno, per citare un passaggio contrattuale, ai dirigenti che le hanno determinate. Per cui non vogliamo essere presi in giro da Metta. Fatevi un giro sui siti istituzionali degli altri Comuni: le situazioni sono identiche. Perchè non ci chiediamo quanto ha prodotto l’attività del dirigente nel 2006 nelle casse del Comune giusto per fare un esempio. Andate sul sito del comune: io ho letto circa 7 milioni di euro altro che casse vuote.

  17. Finalmente qualcuno intelligente che si documenta correttamente e non si fa abbindolare da ridicole strumentalizzazioni.. Bravo NEUTRO

  18. A quando proposte politiche del MP La Cicogna? Smettetela di strumentalizzare tutto. E andatevi a leggere gli atti e i contratti. Pur di fare odiens cercate ad ogni costo di inventarvi la notizia che tale non è.

  19. Non capisono che cosi i voti li perdono….. La gente vuole opposizione e maggioranza unite, costruttive e collaborative….

  20. Per neutro che ritengo appartenga alla casta comunale.
    Nessuno avrà mai potuto mettere in discussione questo “obolo” riconosciuto dal contratto di lavoro, ma gli incentivi vengono pattuiti e deliberati,ci sembra che obiettivi strategici possano essere rappresentati dalla “normale” attività amministrativa che sostanzia l’ordinaria attività lavorativa di figure all’apice, numerosi sono quegli obiettivi? in tal senso dobbiamo, tra l’altro, evidenziare come la Giunta Comunale di allora così facendo, con oltretutto incapacità politica, non ponga in condizioni gli stessi Dirigenti di poter espletare, con il conseguente opportuno riconoscimento economico, le funzioni dirigenziali proprie di volano e di accelerazione dell’attività amministrativa, che invece di professionalità dello stesso quadro dirigenziale comunale che sono in grado, come in passato dimostrato, di organizzare in ben altro modo l’attività amministrativa con lusinghieri risultati. Quindi, non appaiono obbiettivi strategici e si dovrebbero raggiungere senza premialità, in quanto facenti della modalità di funzione, come risparmio finanziario e miglioramento dei servizi, che sono i contenuti di base della “macchina comunale”.
    Il dirigente ed il suo staff sono assunti per “accaparrarsi” gli incentivi di settore??????

  21. Ho l’impressione che chi si dichiara neutro non lo sia poi tanto.
    A me non interessa del MP lacicogna, a cui do il merito cmq di avere evidenziato il problema.
    Quello che dacittadino, realmente neutro e nonsolo a parole, mi da fastidio, e’che inuna. Citta in cui OBIETTIVAMENTE cisono attualmente problemi di soldi, ci si permette di liquidare per incentivi soldi (tanti,troppi), a dipendenti che gia’ ne guadagnano unaenormita’.
    Ed il colmo, e’ che queste persone non devono neanche prendersi la briga di chiedere… Se li prendono da soli… Ma dove siamo?
    E tuttoquesto da anni… Ma scherziamo?
    Lunedi 5 Monti fara’ una ennesima manovra perche’ siamo alla frutta e a Cerignola noi’regaliamo’ al dipendente 28000 euro quando ne guadagna gia’ 65000. E questo in varia misura tutti gli anni…
    Ma siamo nella repubblica delle banane?
    Equita’ sociale sapete cosa vuol dire? C’e’ solo da vergognarsi, altro che demagogia. Buongiorno, e grazie a lanotiziaweb per la possibilita di poter ‘dire’.

  22. Caro penso io sono distante da ogni ideologia dei nostri politici (chiamiamoli così ), da ogni strumentalizzazione e da ogni demagogia. Ma quello che non capisco e’ come mai del mondo degli incentivi e/o salario accessorio (premetto tutto lecito) per il personale comunale si punti il dito verso uno solo e non si parla ad esempio degli incentivi dell’avvocatura interna o degli incentivi per le progettazioni? Allora il dubbio e’ evidente. C’e qualcosa di personale? Se fosse così e a me sembra che sia così il castello di sabbia di Metta non esiste già più.

  23. Gentile Neutro, voglio fugarle ogni dubbio circa eventuali accanimenti contro questo o quello.
    Io, certamente, sono al di fuori di ogni interesse. E se mi esprimo su quello che leggo è perchè essendo completamente fuori dall’ambiente del comune e da certe logiche (pur rimanendo un cittadino di Cerignola, per quanto possibile tendente ad un miglioramento della vita di TUTTI e non solo di qualcuno), aspiro ad una maggiore equità sociale.
    Cerignola vive, come gran parte del nostro bel Paese ed in particolare del sud, periodi abbastanza drammatici. Basta fare un giro per il paese ed è possibile visionare lo squallore e l’abbandono di molte delle zone che vengono considerate zone verdi. Girando non si può non notare che servizi di ordinaria civiltà qui a Cerignola sono un sogno; e, se volessi entrare nel dettaglio, non basterebbe lo spazio concesso in questo blog. Con questa situazione non ci sono accanimenti verso questo o quello. quando non c’è “trippa” per tutti è giusto che TUTTI tirino la cinghia. Se mi esprimo su Saracino è perchè qui è data notizia di quest’ultimo (ed in maniera molto minore di altri dipendenti gerarchicamente inferiori). Ma ben vengano critiche e BLOCCHI a incentivi per (cito il tuo intervento) progettazioni e avvocatura. BASTA! i signori professionisti, se vengono giustamente (e lautamente) pagati per la loro attività in questi tempi difficili, non vedo UN SOLO MOTIVO per cui si debba ingenerare un sistema di incentivi le cui risorse invece possono essere indirizzate al benessere collettivo (o meglio alla riduzione del malessere collettivo). Pertanto e senza dubbio alcuno, si rassicuri! non sono ne’ della cicogna ne’ di altre fazioni politiche e se ho ringraziato Metta per quanto ha evidenziato è perchè altrimenti queste cose sarebbero passate per noi “non addetti ai lavori” sotto silenzio. E se facesse nuovi interventi di questo tipo evidennziando irregolarità e/o inopportunità nel pubblico, lo ringrazierei ancora. Viviamo un tempo in cui non ci può più essere spazio alle fazioni, ma solo alla scelta delle soluzioni migliori PER TUTTI. E spero che anche Lei, se come dice è distante dalla ideologia, se ne faccia una ragione.
    Con Cordialità.

Comments are closed.