Il problema degli affitti “non dichiarati” e non tassati è problema vero della città. Non lo afferma lanotiziaweb.it, unico giornale a sollevare tale problema. Lo dicono e lo confermano i cittadini dei quartieri “ghetto”. Non ne sta parlando la politica. Afferma il Sig. Matteo, residente nel quartiere Addolorata, «lo sanno bene come viviamo qui e non ne parla nessuno, nemmeno il Sindaco. Chissà che ci sta sotto!». Perchè i cittadini non si spiegano come mai nessuno si preoccupi di controllare, di attivare una battaglia seria contro gli affitti in nero, contro chi specula sulla povera gente. La politica, per bocca degli stessi politici, non “può” parlare degli extracomunitari, poichè da sempre considerato tema scivoloso ed ostico. Ma qui si tratta di due problemi che viaggiano paralleli. Da un lato la dignità di questa gente: vivono “ammassati” in case sottane o in sotteranei umidi, dove in pochi metri abitano decine di persone, compresi donne e bambini, pagando 100 euro a testa. Dall’altro la sicurezza dei cittadini di Cerignola che non si sentono tutelati dagli amministratori, a causa della mancanza di attenzione verso questi quartieri in cui purtroppo malaffare e piccoli furti sono all’ordine del giorno, a dire il vero non necessariamente per colpa e ad opera degli stranieri. «Sono persone anche loro – dichiara Anna, residente della Terra Vecchia -, non vogliamo cacciarli, però vivono male. Vivendo tante persone in uno “iuso” senza lavarsi è pericoloso pure per noi, per l’igiene. E in quello “iuso” pagano pure un affitto». Chi infatti loca queste case, spesso non si preoccupa di garantire la vivibilità delle stesse e fa leva su un bisogno di chi qui, purtroppo, “non è nessuno”. I cittadini dei quartieri più vecchi di Cerignola non sopportano più una simile situazione. Ed è appurato che chi offre le case alla modica cifra di 100 euro a testa sono gli stessi caporali, coloro che trovano da lavorare in campagna a questi cittadini in gran parte rumeni. Ci sono almeno tre “reati” importanti in tutto quanto detto: violazione dei diritti (umani) di queste persone, evasione fiscale e speculazione. Poi ne esiste un quarto, imputabile a tutti: l’indifferenza!

4 COMMENTI

  1. AGLI AMMINISTRATORI :
    VI VOLETE DARE UNA MOSSA ????????????
    ALLE FORZA DELL’ORDINE: STATE FACENDO UN BUON LAVORO A CERIGNOLA. MA SE UNO DI QUESTI STRANIERI AMMAZZA QUALCUNO, COME FATE AD ARRESTARLO SE NON SAPETE NEMMENO DOVE RISIEDE ?????

  2. Dal mio nik si potrebbe immaginare uno scenario di altra epoca descritta dal grande Manzoni. Orbene a guardare meglio la notizia, di don Abbondio in questo articolo ce ne sono tanti, non riesco ad immaginarne a chi dare la parte principale. Nella Terravecchia che in altra notizia, qualcuno vuole far emergere come il quartiere nuovo, che dovrebbe ritornare o cominciare a trasformarsi come la testimonianza visiva delle nostre origini. Un progetto in tal senso è stato presentato da due consiglieri, i quali non sono mai andati a visitarlo a fondo, ma si sono limitati a guardare le delimitazioni urbanistiche. Per quel che mi riguarda, forse sarà possibile girare un documentario con dei figuranti, che rappresentano i nostri avi, abitanti di quel quartiere, da dove è “partita” la moltiplicazione della popolazione di Cerignola. In che modo sarà possibile trasferire ed “estirpare” le viziate abitudini dei residenti e di coloro che dovrebbero essere i cittadini di domani di questa “malata” realtà.
    Gli orbi sono tanti, tutti quelli che predicano accoglienza, raccattano anche altro. Un quartiere ghetto, ancora più nascosto ai nostri occhi, dove ognuno si è fatto il suo “piccolo e provvido tornaconto”. Le abitazioni, per così dire alla stregua delle peggiori “bidonville” del terzo millennio, ma noi quel quartiere lo descriviamo alla stregua del miracolo alla 22 strada, quello del sogno americano. Gli amministratori si beano delle belle idee, coinvolgendo tecnici e studi di settore, ma solo per “fare rumore”; PRIMA FATE PULIZIA!

  3. Ogni occasione è buona per cercare di infangare quello che di buono si fà: il quartiere Terra Vecchia, per l’opera MERITORIA di don Nunzio e della Parrocchia più in generale, è molto più sano di altre zone -quelle, sì, veramente degradate (ps, il quartiere Addolorata, o San Gioacchino..)- di Cerignola.
    Certo, se non si è riusciti a mettere le mani in una ipotetica “torta”, mi riferisco al progetto di cui si parla per la riqualificazione di quel rione, se ne cercano tutti i difetti….e vabbè, questa è la qualità dei nostri politicanti, ormai ce ne siamo fatti tutti una ragione!!
    Per tornare all’argomento, è compito proprio dell’amministrazione censire le abitazioni, porre un limite al numero degli occupanti, verificarne le condizioni igieniche, accertarsi se siano stati registrati i contratti di locazione: quando si parla di TARSU, l’amministrazione è certamente più pronta a recuperare (a volte a richiedere pagamenti già effettuati..) gli importi, qui non c’è proprio niente da prendere??
    Infine, a mia memoria, tralasciando i reati minori che -francamente- non fanno testo, per tutti gli omicidi che ci sono stati e che hanno interessato cittadini extracomunitari, MAI nessuno è stato arrestato e/o condannato. Come a dire: si scannassero tra di loro, uno in meno è sempre meglio!! Siamo in un paese civile, non c’è che dire…..

  4. Purtroppo Cerignola è una bellissima cittadina dove, pero’,rispettare le leggi è un optional. Quello degli immigrati è un grande problema che ,secondo me ,col passare del tempo potrebbe addirittura portare ad una guerra civile. Apparte che nessuno di competenza controlla i luoghi dove vive questa gente, ma vogliamo parlare di quello che combinano vicino ai bidoni della spazzatura per trovare cibo ed indumenti ? Tutto ciò è diventata consuetudine perchè nessuno fa niente .Queste persone lavorano al posto dei nostri contadini,sottopagati e a nero :a loro sta bene perchè si accontentano di poco ,ma così pendono soldi nostri e non pagano tasse ,noi cerignolani, invece siamo disoccupati e paghiamo tasse ingiuste allo stato, per di più loro ci ridono dietro ,tanto non hanno neanche un numero civico dove poter essere rintracciati .Ah ,se Monti venisse qui. ..

Comments are closed.