Si interrompe dopo quattro vittorie la striscia di risultati utili del Cerignola, sconfitto a Copertino 2-1 dalla formazione allenata da mister Mosca. In formazione diversi recuperi, con i ritorni nei rispettivi ruoli di Modesto, Colangione e Rossi Finarelli; Lombardi e Aucello gli under, in avanti Rossi Finarelli e Di Pinto. Prima del fischio d’inizio, osservato un minuto di silenzio in ricordo di Antonio Ballarino e ofantini con il lutto al braccio. Partita che si sblocca dopo appena 3’, per effetto di un calcio di rigore assegnato dall’arbitro molfettese Natilla, causato da un fallo di Papagno su Palmisano: dal dischetto Corallo spiazza Vurchio. Ospiti un po’ in difficoltà e al 20’ Rossi Finarelli lascia il campo per l’esordio in maglia gialloblu di Maffucci. Al 25’ il pareggio: corner battuto da Di Pinto, D’arienzo si cimenta in una sorta di “terzo tempo” cestistico e svetta di testa, battendo il portiere Laguardia, sostituto di Musacco, trasferitosi a Trani. Il Copertino continua ad andare all’attacco, giungendo al 38’ al nuovo vantaggio, grazie ad una incomprensione tra Vurchio e Modesto su un cross; pronto ad approfittarne Palmisano che evita i due e deposita in rete.

Nel secondo tempo i rossoverdi aspettano le avanzate dell’Audace ripartendo in contropiede, andando più volte vicini al tris. Rizzello calcia debole e centrale su invito di De Luca; al 56’ Corallo parte palla al piede dai 30 metri, si beve due avversari ma il suo fendente si perde a lato di non molto. Gli ofantini rispondono con un colpo di testa a lato di Maffucci, poi Rizzello, capocannoniere dei leccesi, si produce in una bella girata, anche in questo caso fuori bersaglio. Dopo Racale, ancora uno stop in Salento per l’Audace: il Monopoli batte soffrendo il Maglie 1-0, allungando in classifica portando a sei i punti di vantaggio (Cerignola sempre con una partita da recuperare). E tra sette giorni, nuovo viaggio nel tacco d’Italia per l’avvio del girone di ritorno, quando la squadra del presidente Dinisi si recherà a Tricase, oggi dilagante nel successo 4-0 contro il Corato.